Sport
Calcio in lutto

E' morto Gianluca Vialli

L'ex campione di Cremonese, Sampdoria e Juventus, ci ha lasciato: aveva 58 anni

E' morto Gianluca Vialli
Sport 06 Gennaio 2023 ore 10:45

Il mondo calcistico italiano si era fermato preoccupato per le sue condizioni di salute. E oggi piange Gianluca Vialli, morto a Londra a 58 anni per un tumore al pancreas.

E' morto Gianluca Vialli

L'ex calciatore di Sampdoria e Juventus, la scorsa settimana, aveva deciso di sospendere tutti i suoi impegni con la Nazionale per continuare a curare il suo tumore al pancreas. Le sue condizioni di salute però erano parecchio gravi, motivo per il quale è stato reso necessario il ricovero nell'ospedale di Londra dove era stato precedentemente trattato il suo cancro.

Anche i familiari, a partire dalla mamma 87enne, si erano recati nella capitale inglese per stargli vicino, probabilmente temendo che presto sarebbe arrivata la tragica notizia, che è giunta nella mattinata di venerdì 6 gennaio 2023.

Addio a Gianluca Vialli

Nativo di Cremona, Vialli ha legato la sua carriera alle maglie di Cremonese, Sampdoria e Juventus, chiudendo poi al Chelsea, uno dei primi italiani a emigrare in Premier League. Proprio mercoledì si sono affrontate Cremonese e Juve, e sugli spalti era comparso un commovente striscione che recitava "Luca Vialli segna per noi".

Proprio nella sua Cremona, con la maglia della Juventus, aveva segnato uno splendido gol in rovesciata, rimasto negli occhi dei tantissimi appassionati di calcio.

Da qualche tempo era collaboratore della Nazionale insieme all'amico Roberto Mancini, con il quale formava ai tempi della Sampdoria una coppia fantastica.

Dopo gli anni di Genova, con il mitico scudetto blucerchiato e la finale di Coppa Campioni persa con il Barcellona, si era trasferito alla Juventus, dove aveva continuato a segnare valanghe di gol riuscendo anche ad alzare il trofeo più importante d'Europa, al termine della finale vinta ai calci di rigore contro l'Ajax.

 

In carriera ha disputato 489 partite segnando 167 reti con i club e 59 con 16 gol in Nazionale.

Poi, una volta appese le scarpe al proverbiale chiodo, era passato in panchina, prima con il Chelsea e poi con il Watford. Ma la sua esperienza da allenatore non era durata a lungo.

I messaggi di cordoglio

Tanti i messaggi di cordoglio che in questi minuti stanno arrivando dai social. La Sampdoria ha commentato con un semplice (ma molto significativo) cuore spezzato e con un laconico "Ciao Luca"

 

La Juventus invece lo ha ricordato proprio con l'immagine di lui che alza la Champions League.

In queste settimane molti si erano stretti attorno a lui e alla sua famiglia. Messaggi di vicinanza erano arrivati anche da molti vip come Lapo Elkann e Fedez che ha ringraziato Gianluca per la vicinanza durante il suo periodo di malattia.

Dal nostro circuito locale:

I ricordi di Riva e Rossi

Quando Mondonico raccontava ai bambini: "Il migliore di tutti? Gianluca Vialli"

Morte Gianluca Vialli: il ricordo del Brescia Calcio

Il cordoglio dell'Atalanta

Articolo in aggiornamento

Seguici sui nostri canali