Attualità
le norme in immagini

Green pass, Super Green pass e Green pass "booster": che differenze ci sono e cosa permettono di fare

Tra contagi, decreti e cambi di colore c'è da perderci la testa.

Green pass, Super Green pass e Green pass "booster": che differenze ci sono e cosa permettono di fare
Attualità 10 Gennaio 2022 ore 17:26

Contagi che aumentano, Regioni che cambiano colore o che contano i giorni che le separano dal cambio e nuovi decreti che introducono nuovi obblighi, come quello vaccinale per gli over 50 e nuove distinzioni tra Green pass "base",  Green pass "rafforzato" e Green pass "booster". C'è effettivamente da perderci la testa...

Ecco allora cosa si può o non può fare a seconda dei casi dai trasporti al lavoro, dai servizi all'attività sportiva secondo le tabelle del Ministero.

Tre tipi di Green Pass

Cominciamo con le definizioni: al momento si parla di tre diversi "livelli" di Green Pass: base, rafforzato e "booster". Anche se gli ultimi due (rafforzato e booster) possono essere assimilati in un'unica tipologia.

Green Pass "base"

E' la prima "certificazione verde" che abbiamo conosciuto  mesi fa. Oggi si ottiene tramite tampone antigenico (e ha validità 48 ore) o molecolare (vale 72 ore). Serve praticamente per andare a lavorare e per accedere ai servizi essenziali. 

Green pass "rafforzato"

E' rafforzato il Green Pass di chi si è vaccinato o è guarito dal Covid-19. Per questo livello non sono validi, dunque, i tamponi. Da lunedì 10 gennaio 2022 il Green pass rafforzato è necessario anche per viaggiare sui trasporti pubblici

Green pass "booster"

E' la certificazione verde di chi ha avuto la terza dose di vaccino. E' indispensabile, ad esempio, per entrare come visitatori nelle case di riposo.

Ma vediamo nel dettaglio dove si usano i vari Green pass.

Green pass e trasporti

Tra le principali novità in vigore da oggi c'è l'obbligo di certificazione verde per l'utilizzo di mezzi di trasporto pubblico o privato di linea: aerei, treni, navi e traghetti, autobus e pullman di linea, autobus e pullman a noleggio con conducente sono consentiti solo ai possessori di  Green Pass rafforzato sia in zona gialla che arancione. Quanto all'utilizzo di mezzi di trasporto pubblico non di linea, come i taxi, è consentito indipendente dal Green Pass sia in zona gialla che arancione.

 Green pass e lavoro

L'ultimo decreto varato dal Governo Draghi ha operato anche un'altra  stretta sul mondo del lavoro. Dal 15 febbraio, infatti, scatterà l'obbligo per i lavoratori over 50 di presentarsi sul posto di lavoro solo con il Green pass rafforzato che si ottiene con la vaccinazione o l'avvenuta guarigione dal Covid-19. Per tutti gli altri lavoratori under 50 resterà in vigore, invece, l'obbligo di mostrare il Green pass base, che si ottiene anche con tampone,  sia per accedere al luogo di lavoro che per le mense aziendali.

 

 

Al bar e al ristorante

Sia in zona gialla che in zona arancione, per accedere ai servizi di bar e ristoranti, sia all'aperto che al chiuso (anche per la consumazione al bancone) è necessario mostrare il Green pass rafforzato. Le stesse norme si applicano anche per le strutture ricettive (inclusi i bar e ristoranti di alberghi) dove sia l'alloggio che la ristorazione potrà essere garantita solamente ai clienti in possesso di Green pass rafforzato.

In pratica, chi ha il Green pass base potrà solamente consumare bevande e cibi d'asporto.

 

Nei negozi

Quanto a negozi ed esercizi pubblici, l'accesso ai servizi alla persona è consentito sia in zona gialla che arancione indipendentemente dal Green pass. Anche fare compere nei negozi fuori dai centri commerciali è consentito sempre, sia in zona gialla che arancione, anche senza  Green pass.  Idem per l'accesso ai negozi nei centri commerciali nei giorni non festivi né prefestivi (lunedì-venerdì): è consentito sia in zona gialla che arancione indipendentemente dal Green pass.

Limitatamente alle zone arancioni, l'accesso ai negozi nei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi (eccetto alimentari, edicole, tabacchi, farmacie e librerie)  sarà invece  consentito solo a chi ha il Green pass rafforzato. Resta invece confermato, ovviamente, l'accesso a uffici pubblici per usufruire di servizi  sia in zona gialla che arancione, indipendentemente dal Green pass.

Studenti e Green pass: cambiano le regole in università

La frequenza scolastica è garantita anche senza Green pass per gli studenti di scuole superiori e istituti tecnici sia in zona gialla che arancione. Agli studenti universitari, sia in zona gialla che arancione, è richiesto il Green pass base. Per i corsi di formazione in presenza, l'accesso è consentito in zona gialla solo con Green pass base, in zona arancione consentito solo con Green pass rafforzato.

In Rsa accesso solo con terza dose e tampone: il Green pass "booster"

Diversa la questione per quanto riguarda l'accesso ai visitatori nelle strutture sanitarie, socio sanitarie e residenziali, socio assistenziali e hospice. E' consentito solo con Green pass "booster". Chi ha  quello "rafforzato", ma solo due dosi di vaccino, dovrà presentare anche un tampone con esito negativo effettuato entro le 48 ore precedenti.

 

Green pass e sport

C'era una volta la caccia al runner... ora non più. Tra le attività motorie concesse, infatti, resta proprio quella dell'attività sportiva o motoria all'aperto anche senza Green pass.

 

Norme più stringenti in tutti gli altri casi compresi gli sport di squadra in centri e circoli sportivi (concessa solo con Green pass rafforzato) con docce e spogliatoi restano off limits. Concesse invece senza limitazioni le attività riabilitative e terapeutiche.

Rimangono vietate a chi non ha il Green pass rafforzato anche le piscine e le palestre


Stadi e palazzetti

Per partecipare agli eventi sportivi in stadi o palazzetti servirà il Green pass rafforzato, sia in zona gialla che in arancione, e non si potrà superare la capienza del 50% all'aperto e del 35% al chiuso.  Stesso discorso per chi scia: solo Green Pass rafforzato, per accedere agli impianti di risalita.

Convegni, fiere e attività ricreative

Partecipare a sagre e fiere anche su aree pubbliche, convegni e congressi (all’aperto e al chiuso), sia in zona gialla che arancione sarà consentito solo con Green pass rafforzato. Stesse regole anche per l'accesso ai centri benessere, sia all'aperto che al chiuso, ai centri termali (salvo che per assistenza e attività terapeutiche o riabilitative all’aperto e al chiuso), ai parchi tematici e di divertimento, ai centri culturali e sociali, alle sale gioco e scommesse, bingo e casinò.

Per i concorsi pubblici, infine, sarà necessario esibire il Green pass base o arancione per le prove in presenza sia in zona gialla che arancione.

 LA  TABELLA RIASSUNTIVA IN PDF DA SCARICARE