Glocal news
iniziativa controcorrente

La barista che farà lo sconto sul caffè ai non vaccinati

Succede in un bar pasticceria di Ventimiglia, in Liguria, dove l'asporto sarà scontato.

La barista che farà lo sconto sul caffè ai non vaccinati
Glocal news 04 Gennaio 2022 ore 08:07

Il 10 gennaio 2022 entrerà in vigore una nuova stretta sui no Vax, che non potranno più consumare il caffè neppure al bancone del bar. Ma se non siete vaccinati e vi trovate in Liguria, e più precisamente a Ventimiglia, non solo potrete prendere un espresso (da asporto ovviamente), ma avrete pure lo sconto.

Caffè scontato per i No vax

Come racconta Prima La Riviera, l'iniziativa è nata da Sonia Oliviero, della pasticceria e caffetteria Anglo e Sonia di Ventimiglia, che ha deciso di scontare il caffè d'asporto per i non vaccinati.

Sonia non è vaccinata, ma nel rispetto della normativa sanitaria effettua il tampone tre volte a settimana, per lavorare. Anche se con la prossima entrata in vigore dell'obbligo vaccinale per i lavoratori, su cui il Governo si esprimerà mercoledì 5 gennaio 2022, potrebbe dover cambiare idea. Ma intanto spiega:

"Dal prossimo 10 gennaio o, comunque, da quando i non vaccinati non potranno più sedersi a un tavolo, neppure nel dehor, ho deciso che applicherò uno sconto sulle loro consumazioni da asporto, perché mi sembra giusto, non potendo usufruire di un servizio completo".

"Nelle difficoltà mi hanno aiutata tutti, vaccinati e non"

“Ho deciso che metterò il caffè a 80 centesimi, anziché un euro; un euro per il cappuccino al posto di 1,20 euro; e 1,20 anziché 1,50 euro il latte macchiato. Abbiamo avuto un alluvione (nell’ottobre del 2020, ndr) e il lockdown. Allora mi hanno aiutata da tutti: vaccinati e non. Prima il non vaccinato non poteva prendere il caffè all’interno del bar, ma solo fuori o al bancone; ora neanche più al bancone; e presto neppure seduto nel dehor. Mi sono messa nei loro panni. La vita è già triste così, perché levare pure la possibilità di bere un espresso?”.

E a chi la accusa  di discriminare gli altri, applicando un prezzo inferiore, lei risponde:

“Nessuna discriminazione. Chi è seduto al tavolo usufruisce anche del servizio. Semmai è il contrario”