Attualità
il confronto

Contagi Covid: perché in Italia la situazione è diversa dall'Austria

Il nostro Paese è lontano dai numeri dei "vicini". Ma in alcune zone la situazione è comunque complicata...

Contagi Covid: perché in Italia la situazione è diversa dall'Austria
Attualità 17 Novembre 2021 ore 17:27

Da giorni si sente parlare del "modello Austria" come possibilità di contrastare anche da noi la quarta ondata Covid. A Vienna, infatti, da lunedì sono state prese misure restrittive soltanto nei confronti della popolazione non vaccinata. Una posizione che anche alcuni governatori (Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Liguria, Toscana e Calabria) hanno chiesto al Governo italiano, che però nicchia.

Il ritornello che sentiamo da giorni è "noi non siamo come l'Austria". Ma sarà davvero così?

"Non siamo l'Austria"...

Effettivamente la situazione italiana non è paragonabile a quella austriaca. L'incidenza totale (casi ogni 100.000 abitanti) è dieci volte inferiore (91 contro 925), così come il tasso di occupazione delle Terapie intensive (22% in Austria, 5% in Italia) è decisamente sbilanciato. I decessi sono quattro ogni centomila abitanti in Austria, uno da noi.

... ma in alcune zone ci avviciniamo

Se però guardiamo i dati delle zone maggiormente a rischio (Friuli Venezia Giulia e provincia di Bolzano) i dati si avvicinano di più. L'incidenza in Alto Adige è quasi la metà di quella austriaca, mente in Friuli è più bassa ma decisamente considerevole. Anche per quanto riguarda le terapie intensive, i decessi e la percentuale di vaccinati i numeri si avvicinano più a quelli austriaci che a quelli nazionali.

C'è da dire anche che il dato friulano è influenzato da quello delle province più piccole (Gorizia e Trieste). Basti pensare che a Trieste l'incidenza supera i 620 casi ogni 100.000 abitanti.

Boom di vaccini?

Il lockdown per No vax in Austria sta spingendo le prime dosi: basti vedere i dati da inizio novembre, dove a Vienna e dintorni le somministrazioni di prime dosi sono cresciute in modo esponenziale. In Italia al momento invece la situazione rimane stabile. E dalla Svizzera arriva invece una proposta "hot": sesso orale gratis per chi si vaccina...