Attualità
ACCESSO VIETATO

Quarta ondata: è l'epidemia dei non vaccinati. L'Austria mette i No vax in lockdown

Secondo il presidente della Turingia chi non si è protetto con il vaccino non può contare sul fatto di venire accolto nelle terapie intensive.

Quarta ondata: è l'epidemia dei non vaccinati. L'Austria mette i No vax in lockdown
Attualità 06 Novembre 2021 ore 10:45

Curva in risalita in Italia: 6764 i nuovi contagi nell'ultimo bollettino, 51 le vittime. Il tasso di positività sale a quota 1,2%, in aumento anche le terapie intensive.

Quarta ondata: è l'epidemia dei non vaccinati

Il virologo Fabrizio Pregliasco:

"Questa fase colpisce soprattutto i non vaccinati. Ci sono due pandemie in questo momento: una che purtroppo coinvolge anche i vaccinati, ma con un rischio vita assolutamente irrisorio, e soprattutto la pandemia del non vaccinati, che ancora quel hanno un prezzo elevato da pagare".

L'Organizzazione Mondiale della Sanità lancia l'allarme: questa quarta ondata in Europa va considerata con la massima attenzione.

L'Austria mette i No vax in lockdown

In Austria da lunedì scatta il lockdown dei non vaccinati, ovvero ingresso vietato in bar, ristoranti, parrucchieri, eventi al chiuso per chi non ha ricevuto il vaccino e accesso negato anche negli impianti da sci.

Misura analoga in Sassonia, Germania, dove il governo federale lancia anche la campagna per la terza dose: a partire da lunedì le attività del tempo libero saranno riservate solo a guariti e vaccinati, mentre la Baviera introduce il Green pass anche sui luoghi di lavoro.

Sempre in Germania: "Non possiamo curare in No vax", minaccia il governatore della Turingia, tra le regioni tedesche con la più bassa di vaccinati (al 60%) e viceversa con l'incidenza settimanale tra le più alte (220 contagi per 100mila abitanti), tanto che nelle terapie Intensive i posti letto sono agli sgoccioli (ce ne sono a disposizione solo 30). Secondo il presidente della Turingia chi non si è protetto con il vaccino non può contare sul fatto di venire accolto nelle terapie intensive.

In Romania quasi 500 morti in sole 24 ore, in Bulgaria ospedali al collasso, le vittime sono state 185. In Croazia nuovo record di contagi giornalieri, annunciate limitazioni per gli eventi pubblici e il rafforzamento del Green pass. In Francia il Parlamento ha votato per estendere il Green pass fino al 31 luglio. Nuova stretta anche in Islanda.

In Italia, il ministro Speranza, che ieri ha fatto il punto sulla campagna vaccinale in conferenza a Palazzo Chigi con il coordinatore del CTS Locatelli e il generale Figliuolo, ha ribadito che è necessario accelerare con le terze dosi presto anche per altre fasce di età.