Top News
Bianconeri nella bufera

Falso in bilancio Juve, indagati Agnelli, Nedved e Paratici

Sotto la lente ci sono 42 operazioni di calciomercato già attenzionate da tempo anche da Consob e Covisoc.

Falso in bilancio Juve, indagati Agnelli, Nedved e Paratici
Top News 27 Novembre 2021 ore 11:15

Falso in bilancio Juve, indagati Andrea Agnelli, Nedved e Paratici. Finanza creativa, bilanci "aggiustati"? Autentico polverone sulla Juve proprio alla vigilia dell'importantissimo match di campionato contro l'Atalanta (e dopo la batosta in Champions con il Chelsea) dopo che i tre dirigenti (Paratici nel frattempo è volato a Londra, al Tottenham) risultano indagati dalla Guardia di finanza per falso in bilancio.

Sotto la lente dei militari delle Fiamme Gialle i documenti contabili dal 2018 al 2021.

Falso in bilancio Juve, a volte ritornano: le plusvalenze

Nel mirino della finanza ci sono movimenti legati al calciomercato per circa 50 milioni di euro. Sotto la lente ci sono le plusvalenze.

Quella finanza creativa che in Italia anni fa fece tanto scalpore con la Lazio di Cragnotti e il Parma di Tanzi, mentre Juve, Milan e Inter che avevano imboccato quella strada l'abbandonarono poco dopo, seppur dopo alcuni "scambi" di mercato anche clamorosi.

Si tratta di movimenti che erano già stati attenzionati anche dalla Consob (la Commissione nazionale per le società e la Borsa ) e dalla Covisoc (la Commissione di Vigilanza sulle Società di Calcio Professionistiche). Sei le persone indagate dopo che la Guardia di Finanza ha fatto visita alla Continassa (la "casa" della Juve), mentre la Procura di Torino ha aperto un fascicolo d'inchiesta.

Falso in bilancio Juve, i casi sospetti

Consob e Covisoc hanno di recente attenzionato 62 operazioni di calciomercato giudicate come sospette, e di queste 42 riguardano le operazioni riguardanti il parco giocatori della Juve.

Il caso più eclatante, complici le valutazioni tecniche ed anagrafiche dei due giocatori, era stato quello che aveva interessato il passaggio di Miralem Pjanic al Barcellona (ora il calciatore bosniaco gioca in Turchia) e del brasiliano Arthur dai blugrana alla Juve.

Oltre ai tre dirigenti, ci sono poi indagati altri tre responsabili dell'area commerciale.

Il comunicato della Procura

Questo il comunicato stampa della Procura di Torino a illustrare quanto era accaduto e alcuni dettagli dell'indagine, chiamata Operazione Prisma:

“Dal pomeriggio odierno, su ordine di questa Procura della Repubblica, militari della Guardia di Finanza stanno eseguendo perquisizioni locali presso le sedi di Torino e Milano della società Juventus Football Club S.p.a. - dice il comunicato della Procura emesso poco prima delle 23 -. I finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria Torino, delegati alle indagini, sono stati incaricati di reperire documentazione ed altri elementi utili relativi ai bilanci societari approvati negli anni dal 2019 al 2021, con riferimento sia alle compravendite di diritti alle prestazioni sportive dei giocatori, sia alla regolare formazione dei bilanci. Allo stato, le attività sono volte all’accertamento di ipotesi di reato di false comunicazioni delle società quotate ed emissione di fatture per operazioni inesistenti, nei confronti del vertice societario e dei direttori delle aree business, financial e gestione sportiva”.

(foto di copertina dalla pagina Facebook della Juventus)