DIRETTA FESTIVAL #4

La classifica provvisoria dopo la serata delle cover a Sanremo 2024 (pagelle e resoconto)

Televoto, radio e giornalisti hanno decretato: primo Geolier, seconda Angelina Mango, terza Annalisa

La classifica provvisoria dopo la serata delle cover a Sanremo 2024 (pagelle e resoconto)
Pubblicato:
Aggiornato:

Sanremo è Sanremo, ma non sarebbe tale senza l'immancabile serata delle cover e dei duetti. Nella quarta puntata del 74esimo Festival della canzone italiana, venerdì 9 febbraio 2024, tutti i cantanti di nuovo in gara e Lorella Cuccarini al fianco di Amadeus come co-conduttrice.

La classifica provvisoria dopo la serata di cover e duetti

Televoto da casa, giornalisti e Giuria delle radio, hanno così deciso:

  1. Geolier con Guè, Luchè e Gigi D'Alessio: Strade, medley di alcune canzoni dei tre artisti;
  2. Angelina Mango con il quartetto d'archi dell'Orchestra di Roma: La rondine di Pino Mango, papà di Angelina Mango;
  3. Annalisa con La Rappresentante di Lista e il Coro Artemia: Sweet Dreams (are made of this) degli Eurythmics;
  4. Ghali con il noto produttore tunisino Rat Chopper: medley intitolato Italiano Vero;
  5. Alfa con Roberto Vecchioni: Sogna, ragazzo, sogna di Roberto Vecchioni;
Ultimi aggiornamenti

La nostra classifica della serata delle cover

Il pubblico dell'Ariston ha contestato sonoramente al momento della proclamazione di Geolier, non è chiaro se indirizzando il disappunto proprio verso il giovane rapper napoletano o abbia atteso fino all'ultimo per disapprovare nel complesso la TopFive nella sua interezza.

Forse, visti i primi quattro nomi, il pubblico si aspettava (e noi pure) che in cima alla classifica ci fosse Mahmood, autore di una performance spettacolare.

Comunque sia, mettiamo in fila anche i voti dati nel corso della serata, stilando la nostra personalissima classifica della quarta serata delle cover e dei duetti.

  1. Ghali con il produttore tunisino Rat Chopper: 10
  2. Mahmood con i Tenores di Bitti: 9.5
  3. Loredana Bertè con Venerus: 9
  4. Dargen D'Amico con la BabelNova Orchestra: 8.5
  5. Angelina Mango con il quartetto d'archi dell'Orchestra di Roma: 8
  6. Il Volo con Stef Burns: 7.5
  7. Alessandra Amoroso con i Boomdabash: 7.5
  8. Annalisa con La Rappresentante di Lista e il Coro Artemia: 7.5
  9. Santi Francesi con Skin: 7.5
  10. Renga e Nek: 7
  11. La Sad con Donatella Rettore: 7
  12. Emma con Bresh: 7
  13. Geolier con Guè, Luchè e Gigi D'Alessio: 7
  14. Ricchi e Poveri con Paola e Chiara: 6.5
  15. BigMama con Gaia, La Niña e Sissi: 6.5
  16. Diodato con Jack Savoretti: 6.5
  17. Clara con Ivana Spagna e il coro delle voci bianche del Teatro Regio di Torino: 6.5
  18. Negramaro con Malika Ayane: 6.5
  19. Il Tre con Fabrizio Moro: 6
  20. Mr.Rain con i Gemelli Diversi: 6
  21. The Kolors con Umberto Tozzi: 6
  22. Sangiovanni con Aitana: 6
  23. Maninni con Ermal Meta: 6
  24. Rose Villain con Gianna Nannini: 5.5
  25. Alfa con Roberto Vecchioni: 5.5
  26. Bnkr44 con Pino D'Angiò: 5.5
  27. Irama con Riccardo Cocciante: 5.5
  28. Fiorella Mannoia con Francesco Gabbani: 5.5
  29. Fred De Palma con gli Eiffel 65: 5
  30. Gazzelle con Fulminacci: 5

Il mitologico ritorno dei Jalisse dopo 27 anni

ja4
Foto 1 di 4
ja8
Foto 2 di 4
ja9
Foto 3 di 4
ja7
Foto 4 di 4

Beh, il gran finale con Fiumi di parole... ci voleva.

30 Renga e Nek: medley delle loro canzoni

Che grinta alla una e mezza! Va beh, come si fa a non voler loro bene... Certo non è che si siano sbattuti molto: il duetto l'avevano già "in casa", le cover pure. Bella la scelta di scambiarsi alcuni dei ritornelli principali, almeno. Però alla fine, ancora una volta e ancora... bravi, belli, bis. Simpaticissimi.

VOTO: 7

29 Fred De Palma con gli Eiffel 65: medley

Un omaggio alla dance già scritto ancor prima dell'inizio. E a Torino, in fondo. L'Ariston balla coi classiconi, ma sul "freestyle" di Fred scegliamo di non esprimerci...

VOTO: 5

28 Maninni con Ermal Meta: Non mi avete fatto niente di Meta/Moro

Comunque Maninni ha una voce pazzesca, che dà comunque un colore nuovo al brano, vestendo di calore la parte di Moro. Di Ermal cosa puoi dire? Nulla, ovviamente. I tamburi metropolitani? Scenografia. Comunque lo si scoprirà nel prosieguo, Maninni.

VOTO: 6

27 BigMama con Gaia, La Niña e Sissi: Lady Marmalade

mama1
Foto 1 di 2
mama2
Foto 2 di 2

Una versione funky non particolarmente creativa se non per un dettaglio d'applausi: il merge col napoletano. Divertenti (e divertite) e scatenate, le ragazze!

VOTO: 6.5

26 Il Tre con Fabrizio Moro: medley di successi di Moro

Il Tre ieri, nella terza serata, ha spaccato. Sulla sua canzone si è acceso il sole. Stasera ha accettato di fare un passo indietro, forse per ragioni discografiche: difficile spiccare con un partner così "ingombrante". Ma nei pochi momenti lasciati liberi ha dimostrato comunque di aver voce da vendere.

VOTO: 6

25 La Sad con Donatella Rettore: Lamette

Donatella entra in scena un po' impaurita in mezzo a sti pazzi totali che saltano da tutte le parti e poi restano pure mezzi biotti con il nastro adesivo addosso. Però, c'è un però: ma potevano pensare a un pezzo più perfetto da riproporre in versione neo-punk?

VOTO: 7

(ps. Comunque la cosa più punk è la panzetta di quello alto)

24 Diodato con Jack Savoretti: Amore che vieni, amore che vai di De André

Questa cover Diodato l'ha reso (ulteriormente) famoso già in passato in versione più distorta. L'inizio attoriale non è particolarmente originale, ma d'effetto. Chitarra acustica e archi danno vita a una versione ancora più particolare... Diodato non graffia, Savoretti sì, eccome: un melange che convola a nozze, eppur... ripetiamo, in fondo senza troppa inventiva.

VOTO: 6.5

23 Il Volo con Stef Burns: Who Wants to Live Forever dei Queen

volo2
Foto 1 di 2
volo4
Foto 2 di 2

Il Volo sceglie il chitarrista di Vasco per un assolo memorabile su una cover che sa benissimo di poter rendere come un colossal. E infatti, così è. La riproporranno ancora e ancora nei loro concerti. In una serata spesso di "finti duetti", loro "triettano" sempre in maniera impeccabile.

VOTO: 7.5

22 Emma con Bresh: medley di Tiziano Ferro

Coraggiosissima Emma che comincia a cappella, sola con la sua voce: non sembra nemmeno la stessa canzone di Tiziano Ferro scolpita nelle memorie. Poi entra Bresh e tutto torna nella "normalità", ma sempre a livelli esplosivi. Bravi.

VOTO: 7

21 Negramaro con Malika Ayane: Canzone del sole di Battisti/Mogol

mali3
Foto 1 di 3
mali1
Foto 2 di 3
mali2
Foto 3 di 3

Una versione non scontata della Canzone del sole, con archi in "slide" seducenti e con la voce di Malika che, come Re Mida, è in grado di rivestire d'oro ogni cosa. Ricordando Battisti, invece, forse un po' troppo, Giuliano.

VOTO: 6.5

20 Mr.Rain con i Gemelli Diversi: Mary dei Gemelli Diversi

Una bellissima canzone dei Gemelli resa ancor più bella sul palco dell'Ariston, mescolata a metà con Supereroi. Ma era già bellissima anche senza. Alle spalle, non bambini questa volta, ma le "farfalle" azzurre della ginnastica ritmica. Uno spettacolo fantastico, però indipendentemente da Mr.Rain.

VOTO: 6

Il comunicato congiunto degli agricoltori della protesta dei trattori

Letto da Amadeus:

Vogliamo una legge chiara che garantisca la distribuzione lungo la filiera alimentare. Non siamo in piazza per chiedere aiuto e sussidi, ma solo per assicurarci che ci venga corrisposta la giusta remunerazione per il duro e insostituibile lavoro che svolgiamo quotidianamente, grazie al quale ogni cittadino può mangiare ogni giorno. Questo purtroppo non avviene da tempo, tanto che oggi la maggior parte dei frutti del nostro lavoro è ampiamente sottopagato, con ricavi che sono abbondantemente inferiori ai costi di produzione. Protestiamo quindi per difendere la dignità degli agricoltori e per chiedere con forza che venga corrisposto il giusto valore alle nostre produzioni. Senza agricoltura non c'è vita, non c'è sovranità alimentare, non c'è libertà. Chiediamo solo la possibilità di continuare a onorare gli insegnamenti dei nostri genitori e dei nostri nonni, che con rispetto, amore, dignità ci hanno portato a coltivare il valore della terra e di ciò che rappresenta con il solo e unico obiettivo di lasciare un mondo migliore ai nostri figli.

19 Mahmood con i Tenores di Bitti: Come è profondo il mare di Lucio Dalla

Una sola cosa da dire. Sembra che Lucio Dalla abbia scritto questo incredibile brano (arrangiato in maniera pazzesca grazie a ugole nuragiche forti come la pietra) proprio per Mahmood. Perfetto.

VOTO: 9.5

 

18 Dargen D'Amico con la BabelNova Orchestra: omaggio a Morricone

Suoni incredibili... dissonanti, intelligenti, unici. Su di essi, quello che una volta era il rap che abbiamo conosciuto in altre fogge, ha preso incredibilmente una nuova vita. Semplicemente geniale (di nuovo).

VOTO: 8.5

17 Alessandra Amoroso con i Boomdabash: medley

Un omaggio al Salento trasversale, che passa dalla sinfonia al mambo. Una delle voce più belle in gara quest'anno. E un arrangiamento coi Boobmbadash sofisticato pur nella musica leggerissima. Geniale.

VOTO: 7.5

16 Angelina Mango con il quartetto d'archi dell'Orchestra di Roma: La rondine di Pino Mango, papà di Angelina

Emozionatissima. E comprensibilmente... Il regalo più bello che una figlia potrebbe mai fare al proprio papà che non c'è più. Magia... ma che emozione! Anche se la telecamera ci ha fatto girare la testa...

VOTO: 8

Sulla Costa Smeralda, il capitano Gigi D'Agostino

dag1
Foto 1 di 3
dag12
Foto 2 di 3
dag3
Foto 3 di 3

Un ritorno simbolicamente angolare come una pietra, in questo Festival, fortemente voluto da dj Ama per il suo amico di sempre che ha sconfitto la malattia.

VOTO: 9

Margherita Buy ed Elena Sofia Ricci

Due attrici, due amiche e... la paura di volare (in aereo). E' la prima regia della Buy, Ricci interprete. Che belle. "Volare" al cinema... coming soon.

15 Geolier con Guè, Luchè e Gigi D'Alessio: medley

gigid
Foto 1 di 2
gue1
Foto 2 di 2

Un duo d'apertura davvero underground... Le parole di Geolier sembrano davvero rimbalzare insieme alle note alte del pianoforte come gocce cristalline, insieme al bordone ipnotico del vocione di Guè. Luchè non pervenuto, Gigi è fuori contesto. Insomma, inevitabile un giudizio a metà.

VOTO: dal 7.5 al 6... dai 7

14 Loredana Bertè con Venerus: Ragazzo mio di Luigi Tenco

lore2
Foto 1 di 2
lore3
Foto 2 di 2

E quando sentiamo un suono di chitarra così... partiamo subito a razzo! Loredana non si scompone mai, nemmeno quando c'è un problema tecnico, e giustamente si ferma (ricordate invece come finì con Blanco?) e riparte. Una bella cover di un bellissimo brano di Tenco con un arrangiamento pazzesco e lei... lei nel finale è stata non strepitosa, di più.

VOTO: 9

Omaggio a Lorella

Una bambola creata da una sarta Rai in ricordo della sua mamma da non molto scomparsa

I Jalisse sono arrivati all'Ariston

ja3
Foto 1 di 3
ja2
Foto 2 di 3
ja1
Foto 3 di 3

Dal cartonato alla realtà... e più tardi si esibiranno sul palco diretti dal mitico Beppe Vessicchio.

13 Clara con Ivana Spagna e il coro delle voci bianche del Teatro Regio di Torino: Il cerchio della vita

Ora, qua il brano da film-cartoon era vincente a prescindere: tutti genitori o figli, l'hanno amato, prima o poi (anche la piccola Clara sicuramente). Il difficile era reggere al confronto con Spagna. Beh, peccato che anche in questo caso non abbiano duettato davvero e si siano passate solo la palla, ma... ci è piaciuta più Clara.

VOTO: 6.5

12 Ghali con il produttore tunisino Rat Chopper canta (anche) Cutugno

ga1
Foto 1 di 2
ga2
Foto 2 di 2

E niente, quello che fa Ghali in questa edizione del Festival ci riempie il cuore. Parte con la lingua delle sue radici, l'arabo, scorre attraverso le parole suadenti e al tempo stesso impegnate della sua personale storia musicale, ma soprattutto chiude con una versione da brividi de "L'italiano" che è forse il più bell'omaggio a Toto Cutugno che si poteva immaginare (da risentire e risentire ancora).

VOTO: 10

11 Ricchi e Poveri con Paola e Chiara: Sarà perché ti amo e Mamma Maria

ricchi3
Foto 1 di 2
ricchi4
Foto 2 di 2

All togheter! Ariston a livelli da scossa tellurica con il nazionalpopolare made in Ricchi e poveri featuring Paola e Chiara. Sorvolando quasi su tutto... almeno ci siamo divertiti.

VOTO: 6.5

Arisa in piazza Colombo

God save Arisa. Lei non sbaglia mai una nota e si sa. Ma la canzone - solo piano e voce - è da lacrime agli occhi: uomini e donne fortunati, gli spettatori in piazza Colombo, malgrado la pioggia (nel complesso più fortunati dei colleghi all'Ariston, almeno finora).

VOTO: 8

10 Santi Francesi con Skin: Hallelujah

L'attesissima Skin quando il climax sale finisce inevitabilmente per coprire il "santo", che invece in apertura è più nella parte della star. Ma quando il brano entra nel vivo, è un duetto vero, non uno scambio di battute come abbiam visto fino a d'ora e la magia polifonica strappa una meritatissima standing ovation.

VOTO: 7.5

09 Fiorella Mannoia con Francesco Gabbani: Che sia benedetta e Occidentali's Karma

Il duo che non t'aspetti e che sarebbe stato difficile immaginare alla vigilia alla fine regala nella prima parte quintalate di "mestiere" rispetto a chi è salito prima sul palco. Nel brano della Mannoia il buon Gabbani sguazza infatti piuttosto bene, Fiorella però poi si butta (con coraggio non c'è che dire) in un a Occidentali's Karma che sembra un karaoke. Per carità, si è divertita da morire (e s'è visto), ma lasciamo perdere...

VOTO: 5.5

08 Irama con Riccardo Cocciante: Quando finisce un amore di Cocciante

ira5
Foto 1 di 3
ira4
Foto 2 di 3
ira3
Foto 3 di 3

Irama già secondo per il televoto tenta la fuga. Impegnativa sfida. Ma sbaglia la scelta del brano. Lui o chi per lui. La forza di Irama sta nel detonante potere della sua voce, che riesce a librarsi nell'aria solo nel finale di una canzone che obbiettivamente da un lato lo mette in difficoltà, dall'altro non lo valorizza. Non potevano fare Margherita e amen? Sembra che tutti i brani di questa sera siano stati scelti (o preparati) troppo frettolosamente, ma anche che fuori dalla comfort zone i più giovani in gara si rivelino spaesati.

VOTO: 5.5

07 Bnkr44 con Pino D'Angiò: Ma quale Idea;

I casinosi (in senso buono) Bunker in versione "pettinata" durano come un gatto in tangenziale... e infatti l'unica cosa che valorizzza la performance è una sola parola, pronunciata a loop dal "maestro di vita" (così dai ragazzi stessi battezzato), oltre al coinvolgente giro funky. Ma sull'intonazione dei concorrenti (fuori dal ritornello) stendiamo un velo pietoso.

VOTO: 5.5

Entra in scena Lorella Cuccarini (ma non dalle scale)

cucca3
Foto 1 di 4
cucca5
Foto 2 di 4
cucca4
Foto 3 di 4
cucca6
Foto 4 di 4

E musical sia! La Cuccarini sceglie di entrare così, non dalla scala, ma con una complessa scena dall'esterno al foyer, poi dalla platea fino al palco. Un dinamico spettacolo al quale si prestano anche Fiorello e Amadeus. Peccato per il playback... Ma quando lasci a Fiorello il microfono (alla fine) è sempre uno spasso.

VOTO: dal 5 al 6

ps. Ah, bella la citazione di Baudo, affidata a un televisorino catodico a inizio scena...

06 Alfa con Roberto Vecchioni: Sogna, ragazzo, sogna di Vecchioni

Alfa canta la strofa parlando, sarà l'abitudine... ma non funziona, non è un rap. Una lezione di vita in una canzone, che per questo duetto con generazioni nel mezzo ci sarebbe stata proprio perfettamente. Ma se la missione doveva essere valorizzare chi è in gara, s'è rivelata... davvero impossibile. Per carità, la standing ovation per VecchiOni tutta la vita, ma il giudizio è inevitabile (alzato giusto di mezzo punto per via del finale almeno ispirato di Alfa).

VOTO: 5.5

05 The Kolors con Umberto Tozzi: medley dei successi di Tozzi

Ti amo, Tu, Gloria: una fettina mica male della storia della musica italiana in tre minuti e qualcosa. Comincia Stash e regge la scena, arriva Tozzi (con tanto di chitarra) e la differenza per carità si sente, ma l'arrangiamento "alla The Kolors" è bello frizzante. Immancabile Gloria, ma sembra di stare al luna park, mentre girano le giostre. Ricordiamo che il voto va a chi è in gara: qui non si aggiunge granché, ma la sufficienza la strappano.

VOTO: 6

04 Gazzelle con Fulminacci: Notte prima degli esami di Antonello Venditti

Due (abbastanza) giovani cantautori si misurano con uno dei "padri" del genere. Non pulitissimo Gazzelle, nemmeno stasera, meglio Fulminacci, almeno convincente. Che dire, hanno fatto cantare platea e galleria e questo probabilmente era lo scopo.

VOTO: 5

03 Rose Villain con Gianna Nannini: medley

nanni2
Foto 1 di 3
nanni1
Foto 2 di 3
nanni4
Foto 3 di 3

Scandalo, Meravigliosa creatura e Sei nell'anima: tre successi immortali della Nannini sul palco dell'Ariston. Ma Rose fatica, forse per timore reverenziale (e sembra mettere in difficoltà anche la sua mitologica partner). Il paragone fra le due voci (e le due interpretazioni) è impietoso.

VOTO: 5.5

02 Annalisa con La Rappresentante di Lista e il Coro Artemia: Sweet Dreams

annalisa5
Foto 1 di 2
annalisa4
Foto 2 di 2

Sorprendente potenza vocale di Annalisa a cappella (o quasi) in apertura. Quasi irriconoscibile Veronica de La Rappresentante di Lista in total black (chioma compresa). Arrangiamento fra elettronica e archi interessante (ma cosa vuoi inventare ancora per rendere diversa Sweet dreams?), ma il valore aggiunto sono i timbri delle due loro splendide voci.

VOTO: 7.5

Il principe Alberto di Monaco sul palco d'onore

01 Sangiovanni con Aitana: medley di Farfalle e Mariposas

sangio3
Foto 1 di 2
sangio4
Foto 2 di 2

Sangiovanni ripropone uno dei suoi cavalli di battaglia, anche in versione spagnola. Un duetto (con la pressochè superflua star iberica Aitana) molto dance, giovane e fresco, perfetto in apertura.

VOTO: 6

Improvvisata di Fiorello in apertura

Sanremo 2024: diretta della quarta serata delle cover e dei duetti (e pagelle)

"Volevo solo romperti le palle!"

Così un Fiorello incappucciato che ha fatto finta di spaventare Amadeus in apertura di puntata. Sarà sul palco come co-conduttore domani sera.

La scaletta della quarta serata e i codici di voto

Ecco la scaletta della serata e i codici di voto:

  • 01 Sangiovanni con Aitana: medley di Farfalle e Mariposas;
  • 02 Annalisa con La Rappresentante di Lista e il Coro Artemia: Sweet Dreams (are made of this) degli Eurythmics;
  • 03 Rose Villain con Gianna Nannini: medley;
  • 04 Gazzelle con Fulminacci: Notte prima degli esami di Antonello Venditti;
  • 05 The Kolors con Umberto Tozzi: medley dei successi di Umberto Tozzi.
  • 06 Alfa con Roberto Vecchioni: Sogna, ragazzo, sogna di Roberto Vecchioni;
  • 07 Bnkr44 con Pino D'Angiò: Quale Idea;
  • 08 Irama con Riccardo Cocciante: Quando finisce un amore di Riccardo Cocciante;
  • 09 Fiorella Mannoia con Francesco Gabbani: Che sia benedetta e Occidentali's Karma;
  • 10 Santi Francesi con Skin: Hallelujah;
  • 11 Ricchi e Poveri con Paola e Chiara: Sarà perché ti amo e Mamma Maria;
  • 12 Ghali con il noto produttore tunisino Rat Chopper: medley intitolato Italiano Vero;
  • 13 Clara con Ivana Spagna e il coro delle voci bianche del Teatro Regio di Torino: Il cerchio della vita;
  • 14 Loredana Bertè con Venerus: Ragazzo mio di Luigi Tenco;
  • 15 Geolier con Guè, Luchè e Gigi D'Alessio: Strade, medley di alcune canzoni dei tre artisti;
  • 16 Angelina Mango con il quartetto d'archi dell'Orchestra di Roma: La rondine di Pino Mango, papà di Angelina Mango;
  • 17 Alessandra Amoroso con i Boomdabash: medley di alcuni brani due artisti;
  • 18 Dargen D'Amico con la BabelNova Orchestra: omaggio a Ennio Morricone;
  • 19 Mahmood con i Tenores di Bitti: Come è profondo il mare di Lucio Dalla;
  • 20 Mr.Rain con i Gemelli DiversiMary dei Gemelli Diversi;
  • 21 Negramaro con Malika Ayane: Canzone del sole di Lucio Battisti;
  • 22 Emma con Bresh: medley di Tiziano Ferro;
  • 23 Il Volo con Stef Burns: Who Wants to Live Forever dei Queen;
  • 24 Diodato con Jack Savoretti: Amore che vieni, amore che vai di Fabrizio De André;
  • 25 La Sad con Donatella Rettore: Lamette di Donatella Rettore;
  • 26 Il Tre con Fabrizio Moro: medley di successi di Fabrizio Moro;
  • 27 BigMama con Gaia, La Niña e Sissi: Lady Marmalade;
  • 28 Maninni con Ermal Meta: Non mi avete fatto niente, canzone di Ermal Meta con Fabrizio Moro;
  • 29 Fred De Palma con gli Eiffel 65: medley degli Eiffel 65;
  • 30 Renga e Nek: medley delle loro canzoni;

Gli 11 favoriti dal confronto delle tre classifiche provvisorie

Qualche considerazione sulle tre classifiche provvisorie messe a confronto, quella della prima serata scaturita dal voto dei giornalisti e le due successive frutto del mix fra televoto e giuria delle radio.

1a serata 2a serata 3a serata
Loredana Bertè Geolier Angelina Mango
Angelina Mango Irama Ghali
Annalisa Annalisa
Alessandra Amoroso
Diodato Loredana Bertè Il Tre
Mahmood Mahmood Mr.Rain

 

Quattro artisti partono con un sicuro vantaggio teorico: sono Bertè, Mango, Annalisa e Mahmood, ovvero gli unici presenti sia nella prima classifica dei giornalisti che nelle successive classifiche televoto+radio.

LA NOSTRA CLASSIFICA DEGLI 11 FAVORITI PER SANREMO 2024

La conferma al Tg1: i Jalisse a Sanremo 2024 (dopo 27 anni)

La conferma è arrivata al TG1 da Fiorello, intervistato da Giorgia Cardinaletti sul balconcino "Vincenzo Mollica": I Jalisse ci saranno questa sera a Sanremo 2024, ben 27 anni dopo la loro storica (quanto unica) vittoria.

Presenti solo le loro sagome, ma si è sentita distintamente la loro voce: Alessandra Drusian - fuori campo, senza farsi riprendere dalla telecamera - ha anche accennato il ritornello di "Fiumi di parole".

Gli ospiti della serata (oltre ai duetti)

Ospiti davvero di primissimo piano per la serata dei duetti. Tra i tanti Skin, la mitica cantante degli Skunk Anansie, che interpreta Hallelujah di Leonard Cohen con i Santi Francesi, ma anche Francesco Gabbani con Fiorella Mannoia, Riccardo Cocciante con Irama, Malika Ayane con i Negramaro e Umberto Tozzi con i The Kolors, per non parlare di Gianna Nannini con Rose Villain.

Ma sul palco arriverà da Torino anche il campione di motociclismo Pecco Bagnaia, poi le amatissime attrici Margherita Buy e Elena Sofia Ricci.

Sul palco dell'Ariston il cast della serie Mameli, mentre in piazza Colombo ci sarà Arisa.

Ma, senza voler far torto a nessuno, possiamo dire che l'attesa è tutta per lui. Sulla Costa Smeralda ci sarà Gigi D'Agostino. Uno dei dj più amati torna finalmente a esibirsi live dopo due anni. Anche lui, come Giovanni Allevi, ha sfidato la malattia e sarà un piacere vederlo nuovamente in azione.

Televoto anche questa sera!

Ricordiamo anche il sistema di voto.

Anche questa sera, come ieri, a votare sono il pubblico da casa tramite televoto (tramite sms al numero 475.475.1, oppure da telefono fisso, chiamando il numero 894.001 indicando il codice a due cifre dell'artista che si vuole far vincere) e la Giuria delle Radio, ma anche la Sala Stampa.

A fine serata la classifica parziale, ma anche stavolta verranno resi noti solo i primi 5 classificati.


Ma riepiloghiamo tutto quanto.

A partire dalle 20.45 (al termine del Prima Festival), in gara nella prima serata di Sanremo 2024 tutte e 30 le canzoni (27 big + 3 vincitori di Sanremo Giovani), votate dalla Giuria della Sala Stampa, TV e Web: a fine puntata, però comunicate solo le prime 5 posizioni in classifica.

MA ATTENZIONE, perché IN TUTTE LE PRIME QUATTRO SERATE in realtà al termine non viene data MAI LA CLASSIFICA COMPLETA: sempre SOLO le prime 5 posizioni in classifica.

Nella seconda serata di mercoledì torna sul palco dell'Ariston metà dei concorrenti, l'altra metà nella terza serata di giovedì: in entrambe le serate a votare per il 50% il televoto e per l'altro 50% la giuria delle radio.

Poi tutti di nuovo in gara: venerdì i duetti e sabato la finale. Nella serata dei duetti (la quarta) il voto è suddiviso per un terzo al Televoto, un terzo Sala Stampa, TV e Web, un terzo giuria delle radio.

Attenzione alla finalissima. Intanto a inizio serata viene data in realtà la PRIMA CLASSIFICA COMPLETA, aggiornata al termine della quarta serata.

Poi, per la prima parte della serata (la quinta) vale SOLO il televoto e al termine delle 30 esibizioni, sulla base dei voti appena attribuiti, viene composta una classifica. Quella classifica parziale è a quel punto confrontata con la classifica aggiornata al termine della quarta serata (quella svelata all'inizio della trasmissione), si fa una media e ne scaturisce la classifica definitiva.

A quel punto, nella seconda parte, si tengono solo i primi cinque, la classifica viene azzerata, i finalisti si esibiscono di nuovo e si fa un'ultima votazione: di nuovo, il voto viene suddiviso per un terzo al Televoto, un terzo Sala Stampa, TV e Web, un terzo giuria delle radio. Da qui esce il vincitore di Sanremo 2024.

Fantasanremo: punti e classifica dopo la terza serata

Nel corso della terza serata del Festival giovedì 8 febbraio 2024 abbiamo assistito anche a un bonus bacio tra Emma e Giuliano Sangiorgi dei Negramaro e a un bonus Piero Pelù, grazie ai La Sad che hanno rubato la borsetta di Giulia Salemi tra il pubblico (in ricordo di quando lo fece l'ex cantante dei Litfiba con una spettatrice).

Tantissimi i bonus per l'outfit nero e per ringraziamenti e fiori  all'orchestra.

La classifica dopo la terza serata:

  1. Dargen D'Amico 295 punti
  2. La Sad 240
  3. Negramaro 240
  4. Big Mama 218
  5. Emma 215
  6. Il Tre 203
  7. Bnk2 44 200
  8. The Kolors 175
  9. Renga e Nek 173
  10. Loredana Bertè 170
  11. Il Volo 165
  12. Ricchi e poveri 165
  13. Sangiovanni 163
  14. Rose Villain 150
  15. Alfa 148
  16. Mahmood 143
  17. Angelina Mango 140
  18. Diodato 140
  19. Fred De Palma 140
  20. Annalisa 135
  21. Gazzelle 135
  22. Ghali 135
  23. Mr Rain 133
  24. Maninni 120
  25. Santi Francesi 120
  26. Clara 100
  27. Fiorella Mannoia 100
  28. Geolier 90
  29. Alessandra Amoroso 80
  30. Irama 70

Perché tanti cantanti avevano una matita a Sanremo

Fiorella e Mannoia e Diodato con Paola "Funky" Gallo

Oggi vi proponiamo la puntata numero 3 (che non eravamo riusciti a inserire mercoledì) del video-diario da Sanremo di Paola "Funky" Gallo (giornalista professionista, speaker radiofonica, esperta del settore e presenza fissa a Sanremo), che rappresenta News Prima in sala stampa, nel roof all'ultimo piano dell'Ariston.

In questa puntata Paola ha incontrato Fiorella Mannoia e Diodato.

I Jalisse a Sanremo 2024? Il "giallo" del clamoroso ritorno

Il Festival di Sanremo targato Amadeus potrebbe regalare un colpo di scena proprio allo "scadere". Questa sera, venerdì 9 febbraio 2024, sul palco dell'Ariston potrebbero tornare i Jalisse. Il direttore artistico in conferenza stampa ha tergiversato, ma le indiscrezioni si fanno sempre più pressanti e parlano di un duetto con Fiorello all'Aristonello (e magari anche di un'esibizione sul palco principale).

I Jalisse di nuovo a Sanremo 27 anni dopo "Fiumi di parole"

Era il 1997 quando i Jalisse trionfavano a sorpresa al Festival con il brano "Fiumi di parole". Una sorpresa in piena regola che sembrava aprire le porte del successo al duo trevigiano formato da Fabio Ricci e Alessandra Drusian. Che invece sono diventati soltanto una meteora, capace però di rimanere "immortale" grazie ai tantissimi meme su di loro (e anche alla loro testardaggine).

PERCHE' 27 ANNI DI "NO"? CONTINUA E SCOPRI

Sanremo 2024: giro d'affari da 205 milioni di euro

Anche quest'anno, il Festival della Canzone Italiana mobilita gigantesche masse di soldi: l'impatto economico della kermesse, stimato dall'analisi condotta da EY, indicato a poco meno di 205 milioni di euro.

Nel dettaglio, l’impatto totale stimato è pari a 205 milioni di euro, di cui 77 milioni di Valore Aggiunto (rapportabile al PIL), in crescita di circa  6 milioni rispetto alla precedente edizione, principalmente per effetto di una maggiore raccolta pubblicitaria. Di questi 205 milioni, gli impatti indiretti e indotti sono stimati essere pari a circa 125.

I posti di lavoro “full time equivalent” attivati sono pari a oltre 1300 addetti, di cui circa 860 derivanti dagli effetti indiretti e indotti; I settori maggiormente impattati grazie all’attivazione delle catene di fornitura sono quelli relativi ai servizi pubblicitari (96 milioni di giro d’affari), di alloggio e catering (13 milioni, con il "tutto esaurito" a Sanremo) e produzione cinematografica, televisiva e musicale (10 milioni).

Scopri di più sul nostro Prima La Riviera

Gli ascolti della terza serata di ieri

I dati della terza serata. 10,5 milioni di ascolto totali (10 da tv e il resto da device). Share 60.1% anche stavolta sopra il 60, è la terza sera di fila. L'anno scorso la media della terza serata, dalle 21.25 all'1.59, era stata di 9.240.000 telespettatori con il 57,6%. Meglio di Amadeus in una terza serata del Festival aveva fatto solo Pippo Baudo nel 1995.

La classifica di ieri sera

Al termine della terza serata di giovedì, Televoto da casa e Giuria delle radio, hanno così deciso:

  1. Angelina Mango - La noia
  2. Ghali - Casa mia
  3. Alessandra Amoroso - Fino a qui
  4. Il Tre - Fragili
  5. Mr.Rain - Due altalene
Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali