Sport
calcio

Cristiano Ronaldo è un giocatore del Manchester United

Ritorno "a casa" per il fuoriclasse portoghese.

Cristiano Ronaldo è un giocatore del Manchester United
Sport 27 Agosto 2021 ore 18:08

Cristiano Ronaldo è un giocatore del Manchester United. Ufficiale il ritorno del fuoriclasse portoghese nella squadra che - dopo lo Sporting Lisbona - lo ha lanciato nel grande calcio.

LEGGI ANCHE: Le reazioni social di tifosi e Vip sull'addio di Ronaldo

CR7 allo United

La conferma è appena arrivata con un tweet  dei Red Devils. La telenovela che ha tenuto banco negli ultimi giorni di mercato si conclude, dunque, con il passaggio di CR7 ai "rossi" di Manchester.

Il ritorno a OIld Trafford si era fatto strada nelle ultime ore, dopo che l'addio alla Juventus era diventato praticamente certo. Ad aprire la strada erano state le parole del tecnico dello United Ole Gunnar Solskjaer, che aveva espressamente dichiarato di attenderlo a braccia aperte. Si è via via sfilato il Manchester City, che sino a stamattina sembrava l'unica destinazione possibile per l'asso portoghese.

Queste le parole di Ole-Gunnar Solskjaer, allenatore del Manchester United, in conferenza stampa:

"Cristiano è una leggenda di questo club - ha detto l'allenatore del Manchester United -, il migliore di tutti i tempi se me lo chiedete. Ho avuto la fortuna di giocarci assieme e di allenarlo e ho sempre avuto un buon rapporto con lui. Anche Bruno (Fernandes, ndr) ci parla spesso e CR7 sa cosa pensiamo di lui. Se lascerà la Juventus, sa che noi ci siamo. Stiamo a vedere..."

La sua prima esperienza allo United

La  sua prima esperienza inglese era iniziata il 13 agosto 2003 Cristiano Ronaldo con il trasferimento dallo Sporting Lisbona per 12,24 milioni di sterline, diventando così il teenager più costoso nella storia del calcio inglese.

Esordisce con i Red Devils il 16 agosto 2003 contro il Bolton, subentrando al 60' al posto di Nicky Butt. Segna la sua prima marcatura per il Manchester con un calcio di punizione, nella vittoria per 3-0 ai danni del Portsmouth il 1º novembre 2003.

Nella stagione 2007-2008 si laurea capocannoniere - con 31 gol in 34 partite - della Premier League (che gli consentono di vincere la Scarpa d'oro 2008, con 62 punti) e della Champions League, con 8 gol in 11 partite, contribuendo in maniera decisiva alla conquista dell'accoppiata titolo inglese-Champions League da parte dello United.

Termina l'avventura con la maglia dello United segnando 118 gol in 292 partite. L'11 giugno 2009 passa al Real Madrid per 80 milioni di sterline.