Che spavento!

Appesi per mezz'ora a testa in giù nella giostra bloccata a trenta metri d'altezza: foto e video

Per soccorrere 28 persone c'è voluta circa mezz'ora. Numerosi precedenti anche in Italia

Pubblicato:
Aggiornato:

La scena già raccontata così mette i brividi, figuratevi a viverla. Siamo a Oaks Park, parco divertimenti nei pressi di Portland, in Oregon (Usa) e 28 persone sono appena salite sulla giostra AtmosFear, di quelle che roteano su e giù in aria. A un certo punto, quando è a circa 30 metri di altezza e i passeggeri sono a testa all'ingiù, la giostra si blocca e resta così per mezz'ora...

Oaks Park, bloccati sulla giostra

Adrenalina alle stelle e tanta paura per coloro che erano sulla giostra. I filmati hanno fatto il giro del web, mostrando quei momenti di grande panico.

A un certo punto, la giostra si è improvvisamente bloccata. Come si vede anche nell'altro video che vi proponiamo qui sotto, l'altezza è impressionante: una trentina metri, con le persone bloccate a testa in giù.

Immediatamente sono stati allertati i soccorsi, ma le delicate operazioni di recupero dei 28 passeggeri hanno richiesto almeno mezz'ora di tempo.

Nessun ferito

Per fortuna non ci sono stati feriti. Solo una persona è stata accompagnata in ospedale, ma le sue condizioni non sarebbero preoccupanti. Il parco divertimenti si è subito scusato per l'accaduto (da capire ancora il perché del blocco) e ha rimborsato i biglietti a chi era sull'AtmosFear.

GQJBU53aUAA6d5e
Foto 1 di 3
3
Foto 2 di 3
2
Foto 3 di 3

Tanti precedenti

Sebbene le giostre siano sempre oggetto di controlli meticolosi, capita infatti che possano verificarsi problemi di qualche genere.  L'ultimo caso è avvenuto a metà aprile sul Katun, il rollercoaster più famoso di Mirabilandia. La giostra si è infatti bloccata per un problema tecnico a circa 50 metri di altezza, costringendo i passeggeri a scendere... a piedi.

L'accaduto non poteva non essere immortalato dallo smartphone di qualcuno dei visitatori e pubblicato sui social, dove è subito diventato virale.

Guarda qui sotto il video:

L'evacuazione, come ha spiegato il parco divertimenti, è avvenuta in totale sicurezza e a differenza di altri casi in totale autonomia da un punto prestabilito della giostra. Non è stato infatti necessario l'intervento dei Vigili del fuoco: i passeggeri sono scesi a piedi e in fila indiana, senza particolari problemi.

Pochi giorni prima a Bolsena, nel Lazio, una famiglia con due bambini era rimasta bloccata sulla ruota panoramica.

Per ammirare il panorama, padre, madre, una bambina di 7 anni e un bambino di 11 anni, avevano scelto di salire sulla ruota panoramica. Quando si trovavano nel punto più alto, probabilmente per un malfunzionamento elettrico, l’impianto si era bloccato e loro erano rimasti a decine di metri da terra.

Nel video qui sotto il salvataggio:

Allertati i soccorsi, sono arrivati i Vigili del Fuoco di Gradoli, che con un’autoscala hanno raggiunto la cabina e hanno fatto scendere i quattro malcapitati. Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri e i tecnici che hanno provveduto al ripristino del corretto funzionamento della ruota. Sono in corso gli accertamenti per chiarire le cause del malfunzionamento della giostra, inaugurata poco più di un anno fa.

Nel luglio 2022, un gruppo di visitatori era rimasto in bilico sulla giostra a Cinecittà  World a Roma. E ci sono voluti minuti (lunghissimi) per riuscire a "liberare" tutti.

A Gardaland, in provincia di Verona, nel marzo 2022, la stessa sorte era toccata ad alcuni visitatori  che erano saliti sul "Raptor", uno dei rollercoaster più gettonati del parco divertimenti veronese.  Proprio mentre il wing coaster aveva raggiunto l'apice di una salita, quest'ultimo si è improvvisamente bloccato, lasciando tutti "a penzoloni", a ben trenta metri d'altezza, con il rischio che potesse accadere qualcosa di spiacevole.

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali