Cronaca
Incredibile nel Padovano

Festeggia Capodanno sparando 23 colpi di pistola: i vicini tornano dalle ferie e trovano casa crivellata di colpi

Guai in vista per un 45enne che per celebrare l'arrivo del nuovo anno si è dato troppo alla pazza gioia

Festeggia Capodanno sparando 23 colpi di pistola: i vicini tornano dalle ferie e trovano casa crivellata di colpi
Cronaca 04 Gennaio 2023 ore 15:35

Di modi strani e pericolosi per festeggiare l'arrivo del 2023 ne abbiamo visti parecchi in questi giorni, da chi brucia incendia un manichino vestito da poliziotto a chi usa il Monumento ai Caduti della città come mitragliatrice per fuochi d'artificio. Il premio dei festeggiamenti pazzi, tuttavia, va a questo 45enne del Padovano: alla mezzanotte di Capodanno ha ben pensato di sparare 23 colpi di pistola, peccato che i vicini di casa, una volta rientrati dalle ferie, si siano trovati tutta casa distrutta dai proiettili.

Festeggia Capodanno sparando: distrugge casa dei vicini (che erano in ferie)

E' una notizia veramente clamorosa quella raccontata dal nostro portale veneto Prima Padova, avvenuta in occasione dei festeggiamenti per Capodanno e che ha visto come protagonista un 45enne, il quale da oggi sarà conosciuto come il peggior vicino di tutta Italia.

Nella mattinata di ieri, martedì 3 gennaio 2023, infatti, dopo essere tornati dalle ferie per Natale e Capodanno,  i proprietari di una casa situata nella zona Chiesanuova, si sono accorti della presenza di un foro sul doppio vetro di una finestra, alcuni pezzi di vetro sul pavimento e  una scalfitura su un mobile in legno nella loro cucina.

Le indagini

Una volta contattato il 113, sul posto è stata mandata una pattuglia della Sezione Volanti, la quale ha subito individuato a terra, sul pavimento della cucina, l’ogiva di un colpo d’arma da fuoco.

Perlustrata la zona esterna all’abitazione, gli agenti si sono accorti che, sul lato opposto della medesima strada, nei pressi di un’altra casa singola, a meno di 100 metri di distanza l’una dall’altra, vi erano numerosi bossoli esplosi sparsi sulla ghiaia e sul ciglio della strada.

Dai seguenti accertamenti, effettuati anche con l’intervento tecnico della Polizia Scientifica, la verità è venuta a galla: un 45enne padovano, possessore di armi e residente in una casa non distante da quella colpita dal proiettile, la notte di Capodanno avrebbe esploso 23 colpi in aria con le proprie armi, durante i festeggiamenti.

Per i fatti accaduti, per i quali fortunatamente non c’è stato nessun ferito, verrà contestato il reato di accensioni ed esplosioni pericolose e  il danneggiamento aggravato quando sarà provato da quale arma da fuoco è stato esploso il colpo trovato nella cucina.

Seguici sui nostri canali