Attualità
dal 15 giugno

Obbligo vaccinale, mascherine, Green pass: cosa resta in vigore dopo il 15 giugno

Rimane qualche dubbio ancora soltanto sui dispositivi di protezione sui mezzi pubblici e nelle scuole, anche se probabilmente prevarrà la linea della prudenza.

Obbligo vaccinale, mascherine, Green pass: cosa resta in vigore dopo il 15 giugno
Attualità 02 Giugno 2022 ore 13:29

Le misure anti-Covid, seppure ce ne stiamo un po' "dimenticando" (vuoi per l'abitudine, vuoi perché la gran parte è decaduta) rimangono. L'ultima a cadere è stata l'obbligo di esibire il Green pass per chi entra in Italia, non più in vigore dall'1 giugno 2022. La data da segnarsi rimane poi quella del 15 giugno 2022, quando dovrebbe essere abolita anche la maggior parte delle restrizioni, tra obbligo vaccinale e mascherine.

Obbligo vaccinale, mascherine, Green pass: cosa succede dal 15 giugno

Sicuramente ciò che decadrà dal 15 giugno è l'obbligo vaccinale per gli over 50, uno dei provvedimenti più contestati con oltre tre milioni di italiani che non hanno ottemperato pagando la multa da 100  euro.

L'obbligo vaccinale rimane invece fino al 31 dicembre 2022 per il personale sanitario e delle Rsa.

Per quanto riguarda invece il Green pass, "sopravvivrà" soltanto per gli  accompagnatori di pazienti (non Covid) nei Pronto soccorso o  nelle strutture sanitarie, nei centri diagnostici e dei poliambulatori specialistici. Servirà ancora pure per accompagnare persone con disabilità gravi o  Alzheimer   nelle strutture sanitarie.

Per andare a trovare persone ricoverate in ospedale, gli ospiti di Rsa e hospice occorre avere almeno la seconda dose che va associata con tampone negativo, oppure bisogna dimostrare la guarigione da Covid e avere un tampone negativo, oppure essersi sottoposti alla terza dose.

Sulle mascherine invece il dibattito è ancora aperto.

Mascherine: cosa succede dal 15 giugno

Il Governo dovrà decidere a stretto giro, ma la linea che sembra prevalere è quella della prudenza. Decadrà l'obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi, ma non in tutti. Al cinema, a teatro, nelle sale concerto non sarà più un'imposizione ma una "raccomandazione".

Anche sul lavoro dovrebbe decadere il provvedimento, che era rimasto in vigore soltanto per il settore privato, mentre per il pubblico era solo raccomandata, salvo alcune eccezioni.

Dovrebbe rimanere invece l'obbligo sui mezzi pubblici e nelle scuole: dunque gli esami di fine anno degli studenti dovranno essere sostenuti con la mascherina addosso, nonostante le pressioni che sono arrivate da più parti per eliminare il provvedimento.

 

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter