Attualità
multe più salate

Nuovo codice della strada: cosa cambia dal 10 novembre

Dal cellulare al volante sino alla sosta per disabili: tutte le novità.

Nuovo codice della strada: cosa cambia dal 10 novembre
Attualità 10 Novembre 2021 ore 10:00

Il Decreto Infrastrutture è stato approvato la scorsa settimana, e i suoi primi effetti si vedranno già a partire da mercoledì 10 novembre 2021. In quel momento entreranno infatti in vigore alcune regole che modificheranno il Codice della strada.

Nuovo codice della strada: cosa cambia in sintesi

Vediamo in sintesi cosa cambia:

  • CELLULARI AL VOLANTE: Multe per chi guida stando al cellulare estese anche ad altri device
  • PARCHEGGI DISABILI: Multe aumentate da fino a 672 euro con 6 punti decurtati (prima erano 2)
  • PARCHEGGI LIBERI: Dall'1 gennaio 2022 parcheggi liberi per disabili su stalli blu e posti rosa riservati a donne in gravidanza e genitori con figli sino a 2 anni
  • CASCO IN MOTO: Se il passeggero non ha il caso, multa per il conducente
  • PATENTE E FOGLIO ROSA: Tre tentativi (erano 2) per l'esame teorico della patente e estensione della durata del foglio rosa, che passa da sei mesi a un anno
  • AUTO ELETTRICHE: Sosta consentita per un'ora dopo aver terminato la ricarica, poi scatterà la multa
  • MONOPATTINI: Da luglio 2022 obbligo di frecce e indicatori di frenata su entrambe le ruote, divieto di posteggio sui marciapiedi, velocità massima di 6 Km/h nei centri abitati e di 20 Km/h sulle altre strade (oggi è 25 Km/h)
  • STRISCE PEDONALI: Precedenza a chi attraversa o sta per farlo
  • PASSAGGI A LIVELLO: Potranno essere installate telecamere per multare chi passa col divieto

I parcheggi

Grosse novità dal punto di vista della sosta. Da gennaio 2022 cambiano le norme per i titolari di contrassegno disabili che potranno parcheggiare gratuitamente anche sulle strisce blu nel caso gli stalli a loro riservati siano occupati. Mano pesante con chi contravviene: chi occupa indebitamente un posto per disabili rischia una sanzione da 168 a 672 euro e 6 punti decurtati dalla patente (attualmente la multa va da 84 a 335 euro e i punti sono 2).

Incrementano anche i posteggi rosa, dedicati alle donne in gravidanza e ai genitori con figli fino a due anni (che dovranno però essere  muniti di apposito contrassegno).

Le  auto elettriche o ibride invece non potranno sostare oltre un'ora dopo il completamento del pieno nelle aree con colonnine (il divieto si applica dalle 7 alle 23).

LEGGI ANCHE: Il travestimento più spaventoso per Halloween? Da autovelox

Telefonini, tablet e notebook

Il Codice della strada diventa più preciso e ora cita espressamente smartphone, computer portatili, notebook e tablet e tutti i “dispositivi che comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento delle mani dal volante”. In questo modo non si potranno più fare ricorsi contestando il fatto che il vecchio Codice non vietava espressamente l’uso di questi dispositivi, chiamati “apparecchi radiomobili”.

Mano pesante con chi sporca

Mano pesante anche per chi sporca. Le sanzioni per chi getta oggetti dalla propria auto aumentano e possono arrivare sino a 866 euro (con un importo minimo di 26).

Patente e foglio rosa

I neopatentati (primo anno di patente B) potranno guidare auto di potenza a superiore a 55 kW (74 CV) e  massima pari a 70 kW (95 CV), a patto che al loro fianco sia presente una persona di età non superiore ai 65 anni e che abbia conseguito la patente da almeno dieci.

Il foglio rosa durerà 12 mesi e saranno previsti tre tentativi per l'esame di teoria (oggi sono due).

Per chi vuole conseguire la patente e ha meno di 35 anni, chi riceve il reddito di cittadinanza o ammortizzatori sociali è previsto un contributo fino a mille euro. Il finanziamento potrà coprire al massimo il 50% del valore delle spese sostenute.

 Moto e casco

Il precedente Codice della strada puniva il conducente di una moto (o un ciclomotore) se il passeggero che non indossava il casco era un minorenne. Ora con il nuovo Cds la discriminante dell'età non esiste più. Se dunque il passeggero non ha il casco, la sanzione va sia a lui sia al conducente.

Auto a noleggio

Il nuovo Codice della Strada prevede che sia il cliente della società di noleggio a pagare le infrazioni commesse mentre è alla guida. Questo è un aspetto che ha originato molti ricorsi in passato e che con il nuovo Codice viene finalmente normato senza possibilità di contestazione. Le società dovranno fornire agli uffici le generalità dell'automobilista affinché il verbale venga notificato direttamente a quest’ultimo.

Stretta (leggera) sui monopattini

Uno degli argomenti più "caldi" era la questione monopattini. Da tempo al centro delle polemiche legate alla sicurezza, sui velocipedi è stata approvata una stretta, anche se gli "integralisti" si aspettavano forse qualcosa di più. Non ci sono infatti l'obbligo di assicurazione e di casco per tutti (ma solo per i minorenni). Ma cosa cambia dunque? Sarà vietata la sosta sui marciapiedi e saranno realizzate zone di sosta dedicate, la velocità massima passa da 25 a 20 chilometri orari e il mezzo truccato sarà confiscato. È previsto anche  l’obbligo di un segnalatore acustico e, a partire dall'1 luglio 2022, delle frecce e di indicatori di freno su entrambe le ruote. Per il resto il Governo  si riserva di intervenire più avanti.

Pubblicità sessista bandita

Vietata  sulle strade e sui veicoli qualsiasi forma di pubblicità il cui contenuto proponga messaggi sessisti o violenti o stereotipi di genere offensivi o messaggi lesivi del rispetto delle libertà individuali, dei diritti civili e politici, del credo religioso o dell'appartenenza etnica oppure discriminatori con riferimento all'orientamento sessuale, all'identità di genere o alle abilità fisiche e psichiche.

Un passaggio che ha scatenato la protesta di Fratelli d'Italia che ha parlato di Ddl Zan mascherato.