Attualità
la decisione

Obbligo di mascherine all'aperto e discoteche chiuse. Il Consiglio dei ministri decide per la proroga

Sul tavolo del Consiglio dei ministri la prossima settimana le nuove norme sui colori delle Regioni e sulla scuola.

Obbligo di mascherine all'aperto e discoteche chiuse. Il Consiglio dei ministri decide per la proroga
Attualità 31 Gennaio 2022 ore 08:34

Altri dieci giorni di mascherine all'aperto e di discoteche chiuse. Lo ha deciso il Consiglio dei ministri, che ha prorogato entrambi i provvedimenti sino al 10 febbraio 2022.

Mascherine all'aperto: c'è la proroga

L'obbligo di tenere la mascherina all'aperto era stato introdotto a seguito del dilagare della variante Omicron e di fatto aveva equiparato le restrizioni in zona  bianca e in zona gialla. La situazione però, per quanto in lieve miglioramento negli ultimi giorni, non sembra ancora tale da farci pensare di essere fuori dalla quarta ondata. E così è il Consiglio dei ministri - convocato nuovamente per lunedì mattina dopo la settimana dedicata all'elezione del presidente della Repubblica - ha deciso  per una proroga.

Discoteche, quando la riapertura?

Altro tema sul tavolo era quello delle discoteche e dei locali da ballo, che prima di Capodanno sono stati chiusi sino al 31 gennaio 2022. Anche in questo caso il Governo ha deciso  di allungare il provvedimento sino al  febbraio. Dopodiché si valuterà la situazione. Gli operatori del settore, però, sono già sul piede di guerra: dopo aver perso gli incassi per il Capodanno, altri 10 giorni di chiusura sono un'ulteriore mazzata a uno dei settori che ha pagato il prezzo più alto alla pandemia.

Gli altri provvedimenti

Rinviata la discussione su altri provvedimenti. Il Cdm della prossima settimana dovrà affrontare   la rimodulazione del sistema dei colori: resterà in vigore soltanto la zona rossa, mentre le altre (bianca, gialla e arancione) verranno equiparate. 

Si parlerà anche della scuola, con le nuove norme sulle quarantene e sulla Dad, che non dovrebbe più coinvolgere guariti e vaccinati.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter