Attualità
Rivolta a scuola

Bidello "costretto" a pulire l'auto della preside: i due vice si dimettono

Accusata di aver obbligato il collaboratore scolastico, la dirigente racconta tutt'altra versione e contro denuncia. Studenti e prof insorgono.

Attualità 20 Ottobre 2022 ore 16:11

Nuovo colpo di scena nella vicenda, ormai diventata un caso nazionale, della preside di un liceo classico nel Bresciano che avrebbe chiesto a un collaboratore scolastico di pulirle il parabrezza dell'auto. Dopo che il caso è rimbalzato su tutti i quotidiani nazionali, gli studenti hanno manifestato e il celebre programma tv Le Iene ha dedicato un servizio al presunto abuso di potere, ora è il turno dei vicepresidi, che hanno rassegnato le dimissioni. Mentre il polverone sta diventando un tornado, riavvolgiamo il nastro.

Gli studenti a favore del collaboratore scolastico

Preside chiede a collaboratore scolastico di pulirgli il parabrezza

Come racconta Prima Brescia, tutto ha avuto inizio pochi giorni fa, con una manifestazione degli studenti del liceo Arnaldo in segno di solidarietà a Gerardo Petruzelli.

Secondo la loro versione e quella di alcuni insegnanti, la dirigente scolastica Tecla Fogliata avrebbe ordinato al bidello di pulirle il parabrezza dell'auto.

L'intervento de Le Iene

Il tam tam, al grido di "io sono Gerardo" ha portato la notizia alla ribalta della stampa nazionale. Ed è così che si è mosso anche Davide Parenti e le sue Iene. Il servizio è andato in onda martedì 18 ottobre 2022 nel celebre programma Mediaset.

La troupe è arrivata nella serata di domenica 16 ottobre 2022 a Brescia e, dalla prima mattinata di lunedì 17 ottobre, è rimasta appostata davanti all'Istituto per cogliere qualche voce. La versione accusatoria è stata smentita dalla dirigente scolastica. Da parte degli studenti è partita quindi la richiesta di convocare un'assemblea urgentemente.

La difesa della donna

Nel servizio firmato da Alice Martinelli  in primo piano lo scontro acceso tra una professoressa di Filosofia e la preside:

"Lei ha accusato il corpo docenti di fomentare i ragazzi. Non hanno bisogno di essere strumentalizzati, hanno una testa"

La preside chiarisce che sarebbe stato il collaboratore ad offrirsi di lavare l'auto:

"Non ha per caso qualcosa per pulire il parabrezza dell'auto (quest'ultima risultava imbrattata di resina ndr)"

E lui avrebbe risposto

"Non si preoccupi preside, ci penso io".

La preside Fogliata

Questa la versione di Fogliata, che ha aggiunto:

"C'è gente che ha l'orario pieno e c'è gente che sta qui dieci ore a far niente. Loro (riferendosi ai docenti ndr) sperano che io me ne vada perché così possono fare come hanno sempre fatto fino ad ora. Inquadrano i ragazzi in base alle loro idee politiche, li terrorizzano dicendo che se non fanno come dicono loro mettono un tre. Ma siccome hanno capito come sono temono che io l'anno prossimo questa gente qua la sistemi... Ma lo farò!. É per quello che vogliono che io venga tolta. Cosa che non è peraltro possibile perché io ho vinto un concorso nazionale e, a meno che non ammazzi qualcuno, nessuno mi toglie di qua".

Mediante comunicato stampa la dirigente ha inoltre chiarito l'intenzione di perseguire in tutte le competenti sedi giudiziarie e amministrative chiunque abbia contribuito alla diffusione di una ricostruzione "non corrispondente al vero e lesiva dell'immagine dell'Istituto che dirige e della propria dignità, nonché diffamatoria, come potranno confermare nelle opportune sedi i presenti soggetti all'accaduto".

E se la preside ha parlato ai microfoni del programma tv, del collaboratore Gerardo non c'era traccia: risultava assente.

Le prossime mosse

Oggi, venerdì 21 ottobre, si è tenuta la riunione della rappresentanza sindacale degli insegnanti, i quali avevano diffuso una nota nella quale veniva evidenziata l'incompatibilità ambientale dell'attuale dirigente scolastica con la scuola in questione.

Da parte dell'ufficio scolastico territoriale, nella persona del suo dirigente Giuseppe Bonelli, emerge la necessità di dar vita ad un'azione ispettiva: non ancora fissata la data. Nella giornata di sabato 22 ottobre, inoltre, si terrà un'assemblea da parte degli studenti i quali desiderano avere spiegazioni da parte dei diretti interessati.

L'ultimo colpo di scena

E nelle ultime ore ecco l'ultimo colpo di scena: le dimissioni da parte dei vicepresidi della scuola, i docenti Luigi Tonoli e Alessia Carettoni.

Seguici sui nostri canali