Cronaca
Tragico epilogo

Sofia e Francesco, scomparsi dopo la serata in discoteca e trovati morti tre giorni dopo

Sofia Mancini e Francesco D'Aversa erano spariti dopo una serata all'Amen di Verona lunedì 17 ottobre. Giovedì 20 ottobre la loro auto è stata ritrovata in un fosso.

Sofia e Francesco, scomparsi dopo la serata in discoteca e trovati morti tre giorni dopo
Cronaca 20 Ottobre 2022 ore 14:32

L'ipotesi più probabile - quasi certa - è quella di un tragico incidente. Anche se rimane un fondo di mistero nella scomparsa di Sofia Mancini, 20 anni, e Francesco D'Aversa, 24, i due ragazzi veneti spariti nel nulla dopo una serata in discoteca a Verona lunedì 17 ottobre 2022 e ritrovati senza vita giovedì 20 ottobre 2022.

Scomparsi dopo la serata in discoteca e trovati morti tre giorni dopo

La loro scomparsa aveva tutti i contorni del giallo. Sofia e Francesco avevano passato la serata di lunedì in una discoteca di Verona,  l’Amen delle Torricelle. Dopodiché se ne erano andati a bordo della Fiat 500 del ragazzo. Gli ultimi spostamenti dei ragazzi erano stati ricostruiti nelle ore seguenti attraverso le celle telefoniche di entrambi, che avevano fatto registrare  una sosta a Desenzano del Garda   e poi un passaggio tra Calmasino e Lazise. Poi più nulla.

Immagine-WhatsApp-2022-10-20-ore-12.28.192
Foto 1 di 4
Immagine-WhatsApp-2022-10-20-ore-12.28.191
Foto 2 di 4
Immagine-WhatsApp-2022-10-20-ore-12.28.19
Foto 3 di 4
francesco-sofia-680x408
Foto 4 di 4

A lanciare un appello per ritrovarli era stato Stefano Passarini il sindaco di Costermano sul Garda, il Comune dove viveva Sofia.

Le ricerche

Dopo aver lasciato trascorrere i tempi tecnici, sono state avviate le ricerche dei due ragazzi. I Vigili del fuoco  hanno attivato il protocollo di ricerca con l'ausilio di unità cinofile e del nucleo droni, con un sistema in grado di localizzare i cellulari, per perlustrare la zona del lago di Garda compresa tra Calmasino, Lazise e Bardolino.

Le ricerche erano proseguite poi per tutta la notte, anche con l'ausilio di un elicottero per perlustrare la zona dall'alto, ma non era stato trovato nulla.

Photo_1666202776822
Foto 1 di 5
Photo_16657751449802
Foto 2 di 5
Photo_1666202775584
Foto 3 di 5
Photo_1666202777376
Foto 4 di 5
Photo_1666202776380
Foto 5 di 5

Il tragico epilogo

Le ricerche sono andate avanti sino alla mattinata di giovedì 20 ottobre 2022, nella speranza che i due avessero volontariamente fatto perdere le proprie tracce e che si facessero vivi. E invece, purtroppo, una squadra di Veneto Strade ha individuato la carcassa di una 500 distrutta in un dirupo a lato della carreggiata della superstrada che porta da Affi a Castelnuovo del Garda. All'interno della vettura c'erano i corpi senza vita di Sofia e Francesco.

Per ora l’ipotesi è che i due ragazzi siano morti a causa di un  incidente stradale.

 

 

 

Seguici sui nostri canali