Top News
A Torino

Prof senza Green pass respinto a scuola per la seconda volta: per protesta occupa un'aula

Il docente si ostina a non volersi vaccinare e pretende di fare il tampone gratis solo se lo fanno anche tutti i vaccinati.

Prof senza Green pass respinto a scuola per la seconda volta: per protesta occupa un'aula
Top News 03 Settembre 2021 ore 17:51

Esattamente due giorni fa era stato bloccato all'ingresso dal preside perché non aveva il Green Pass e gli era stato rifiutato un certificato medico che certificava l'esenzione dalla Certificazione verde. Dopo aver sporto una denuncia per abuso d'ufficio al dirigente scolastico, oggi ci ha riprovato, ma invano. Ed ecco che, come protesta, ha avuto la brillante idea di occupare un'aula dell'istituto scolastico.

Prof occupa un'aula di scuola dopo essere stato respinto due volte

Dopo essere stato messo alla porta una volta, ci ha voluto riprovare, ma ottenendo lo stesso risultato. A quel punto è scattata l'idea. Come raccontato da Prima Torino, un prof No Vax, respinto a scuola per due volte di fila, ha deciso di occupare un'aula dell'istituto scolastico per protesta.

Il fatto è avvenuto al "Curie-Levi" di Torino dove il 1° settembre 2021, nel primo giorno di obbligo di Green Pass per il personale scolastico, due professori, sprovvisti di Certificazione verde, sono stati bloccati dal preside nonostante avessero un certificato medico, rifiutato dal dirigente scolastico, che attestava l'esenzione dal lasciapassare. Uno dei due docenti, Giuseppe Pantaleo, aveva quindi deciso di denunciare il preside per abuso d'ufficio.

Oggi, venerdì 3 settembre 2021, quest'ultimo ha riprovato a presentarsi all'ingresso del suo istituto scolastico, ma anche questa volta è stato fermato. Ed è così che ha avuto l'idea di far valere le proprie ragioni: per protesta ha deciso di occupare un'aula della scuola.

Immediata la reazione del preside, che ha chiamato i Carabinieri per far "sgomberare" il temerario occupante. Non c'è stata alcuna resistenza passiva e l'uomo è stato accompagnato civilmente all'uscita seppur sotto l'occhio vigile dei militari a fargli quasi da scorta per controllarlo.

"Non intendo vaccinarmi"

Il professore ha affermato a caldo, forse spinto dall'agitazione del momento, che ha intenzione di sporgere una seconda denuncia contro il suo preside (con il quale a questo punto è lecito ipotizzare che non corra buon sangue). In contemporanea ha anche dichiarato:

"Non intendo fare il vaccino. Semmai sarei disposto a fare il tampone gratis, ma lo devono fare tutti compresi i vaccinati altrimenti niente".