Top News
assegnazione a sorpresa

Il Nobel per la pace 2021 a due giornalisti

Sono la filippina Maria Ressa e il russo Dmitry Muratov, insigniti per i loro sforzi per salvaguardare la libertà di espressione.

Il Nobel per la pace 2021 a due giornalisti
Top News 08 Ottobre 2021 ore 11:50

Il Premio Nobel per la pace 2021 a due giornalisti, impegnati per la libertà di stampa.  Maria Ressa e Dmitry Muratov hanno meritato il prestigioso riconoscimento "per la loro coraggiosa lotta per la libertà di espressione nelle Filippine e in Russia", ha detto la presidente del Comitato Berit Reiss-Andersen.

Nobel per la pace 2021 a due giornalisti


Si fa un gran parlare ultimamente di libertà di stampa e di espressione. E il Comitato per il Nobel ha dato un segnale in questa direzione con l'assegnazione del premio di quest'anno. I due selezionati - fanno sapere dal Comitato - "rappresentano tutti i giornalisti che si impegnano per questo ideale in un mondo che pone condizioni sempre più avverse alla democrazia e alla libertà di stampa".

Non è così comune che un giornalista vinca il Nobel. L'ultimo era stato il  tedesco Carl von Ossietzky, che aveva svelato il piano segreto per il riarmo della Germania. Era il 1935.

Il Nobel per la pace (che è l'unico assegnato in Norvegia e non in Svezia) sarà ritirato il 10 dicembre, nell'anniversario della morte dell'industriale svedese Alfred Nobel che lo aveva fondato nel suo testamento, nel 1895.

Chi sono i due vincitori

Maria Ressa,  filippina naturalizzata statunitense, è la cofondatrice del sito di notizie Rappler, noto per le sue inchieste sull'operato del Governo del presidente Rodrigo Duterte.

Dmitry Muratov è caporedattore del giornale d'inchiesta russo Novaya Gazeta, la testata per la quale scriveva la giornalista russa Anna Politkovskaya uccisa nel 2006.

Il Nobel in Italia grazie a Giorgio Parisi

L'edizione 2021 del Premio Nobel ha visto tornare il premio anche in Italia grazie a Giorgio Parisi, che ha vinto per la Fisica (insieme a Syukuro Manabe e Klaus Hasselmann). Nei giorni scorsi erano stati assegnati quelli per la Medicina (a David Julius and Ardem Patapoutian) e per la Letteratura ( ad Abdulrazak Gurnah).

 Assegnazione... a sorpresa

L'assegnazione del Nobel ai due giornalisti rappresenta una decisione a sorpresa da parte del Comitato. Nei giorni precedenti il verdetto, infatti, in molti davano per grandissima favorita Greta Thunberg, attivista svedese per l'ambiente, recentemente protagonista di una manifestazione anche a Milano. Non è la prima volta che Greta viene data per vincitrice quasi certa. Sarà per l'anno prossimo?