Spettacoli
In diretta web

Mahmood e Blanco: sgambetto maligno degli emarginati Morgan e Red Ronnie

Il cantautore monzese non ha ancora elaborato il lutto dopo la squalifica da Sanremo: “Giusto così. Perfetto che vinca questa roba: se no non sarebbe un Festival di m...a!".

Mahmood e Blanco: sgambetto maligno degli emarginati Morgan e Red Ronnie
Spettacoli 09 Febbraio 2022 ore 18:06

La rivolta degli emarginati, verrebbe da dire. Da un lato Red Ronnie, nel secolo scorso maitre a penser dell'informazione musicale oggi discusso per le sue posizioni no vax, e dall'altro Morgan, dai tempi della lite con Bugo tagliato fuori dall'establishment almeno musicale (anche se non è andata poi così liscia nemmeno la sua recente partecipazione a Ballando con le stelle). A Sanremo ancora in corso, durante una diretta web, il duo si è reso protagonista di un attacco livoroso nei confronti dei due futuri vincitori del Festival 2022, Mahmood e Blanco. Una critica risuonata a mo' di scomposto dispetto, per altro offensiva alle orecchie di tutto il pubblico che - stando non solo al risultato di Sanremo, ma anche all'apprezzamento su social e piattaforme musicali - ha quasi universalmente apprezzato "Brividi", la canzone del duo lombardo, ormai successo internazionale già candidato fra i vincitori dell'Eurovision Contest in programma a maggio a Torino.

Mahmood e Blanco: lo sgambetto di Morgan e Red Ronnie

Da sempre tra Red Ronnie e Morgan c'è una profonda amicizia e reciproca stima. I due, spesso, hanno avuto parole lusinghiere l'uno per l'altro, basti pensare a tutte le volte in cui lo storico conduttore di Roxy Bar, al secolo Gabriele Ansaloni, ha preso le parti del musicista monzese travolto da qualche polemica, come il Bugo affaire consumatosi a Sanremo 2021. Questa sintonia sempreverde li vede ormai sempre più solidali tra loro e sempre più lontani dai circuiti "ufficiali", anche a causa delle loro posizioni spesso radicali e imprevedibili - nel caso di Marco Castoldi aka Morgan - e decisamente più surreali e con chiare tendenze al complottismo per ciò che concerne l'ex giornalista e presentatore, che si è anche guadagnato una (godibilissima, va riconosciuto) imitazione di Maurizio Crozza. Poteva, dunque, questa coppia esplosiva esimersi dal dire la propria su Sanremo 2022? Certo che no. Incalzato da Red Ronnie il cantautore e leader dei Bluvertigo ha picchiato duro soprattutto contro i vincitori della kermesse: Mahmood e Blanco.

Morgan contro Mahmood e Blanco

Ospite del format di Youtube "Let’s spend the night together", ideato e condotto da Red Ronnie, Morgan si è sottoposto a un "esperimento": ascoltare per la prima volta (e commentare live) Brividi di Mahmood e Blanco, la canzone che avrebbe vinto, di lì a poco, Sanremo 2022.

Castoldi ha picchiato duro sia sulla qualità della canzone che sugli interpreti:

“Se il loro pezzo è una battuta, sono veramente ironici!”.

Sulle qualità canore di Mahmood il cantautore è tagliente:

“Sento un tipo che… ma… sta bene? Mi chiedo: sono convinti o ridono dentro quando cantano in questo modo? È come se fossero delle caricature del canto!

E ancora Morgan si immagina se il vincitore di Sanremo (per la seconda volta) fosse stato nella sua squadra a X Factor:

“Ah, non sopporto ‘ste cose: gliele avrei tolte tutte! Gli avrei detto fin da subito: “Comincia a togliere i versi che fai quando canti, poi ne parliamo. Però se alla gente piace ‘sta roba, va bene: fatevi pure incetta di cantanti caricatura! Hanno scoperto il fa minore! Pensate che noi siamo in un’epoca dove il fuoco e la ruota sono stati scoperti. Ma ora anche il fa minore! L’hanno scoperto questi due al Festival di Sanremo!”.

Morgan e il Festival: un lutto ancora non elaborato

Incalzato da Red Ronnie sul fatto che Brividi con ogni probabilità avrebbe vinto il Festival, Morgan tira la stoccata finale, in sintonia con il livore espresso anche nei giorni precedenti verso il festival che, a suo dire, è colpevole di essere in mano a una persona (Amadeus) che "non capisce nulla di musica":

“Giusto così. Perfetto che vinca questa roba: se no non sarebbe un Festival di m...a! Insomma, non si può scherzare su Sanremo? Si fa satira sulla politica, sul Papa… ma sui cantanti al Festival non è possibile? Io su Amadeus la faccio eccome, perché so che lui ha senso dell’umorismo”.

Seguici sui nostri canali