Spettacoli

Eurovision Torino 2022: seconda semifinale, Achille Lauro escluso dalla finale

Apprezzato il duetto Pausini-Mika e le doti (inaspettate) come ballerino di Cattelan. Il Volo con Ginoble in versione "dad".

Eurovision Torino 2022: seconda semifinale, Achille Lauro escluso dalla finale
Spettacoli 13 Maggio 2022 ore 11:41

Ieri sera, giovedì 12 maggio 2022, è andata in scena la seconda semifinale di Eurovision 2022 in diretta su Rai 1, dal Pala Olimpico di Torino. Saldi al comando Laura Pausini, Mika e Alessandro Cattelan, con il commento live in italiano di Gabriele Corsi, Cristiano Malgioglio e Carolina Di Domenico. Ripercorriamo i momenti salienti e vediamo chi sono i finalisti.

Eurovision Torino 2022: cos'è successo nella seconda semifinale

Contro ogni pronostico fuori Achille Lauro, in gara per San Marino...nonostante abbia garantito una performance a dir poco fiammeggiante.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ACHILLE LAURO® (@achilleidol)

Niente da fare anche per Emma Muscat (Malta), altra favorita.

Eurovision 2022, le esibizioni della semifinale

Dopo la prima semifinale, che ha decretato i primi dieci finalisti, in scena la seconda semifinale con diciotto artisti in gara. Questo è stato l'ordine di esibizione:

Finlandia, The Rasmus con ‘Jezebel'
Israele, Michael Ben-David con ‘I.M'
Serbia, Konstrakta con ‘In Corpore Sano'
Azerbaijan, Nadir Rustamli con ‘Fade To Black'
Georgia, Circus Mircus con ‘Lock Me In'
Malta, Emma Muscat con ‘I Am What I Am'
San Marino, Achille Lauro con ‘Stripper'
Australia, Sheldon Riley con ‘Not The Same'
Cipro, Andromache con ‘Ela'
Irlanda, Brooke con ‘That’s Rich'
Macedonia del Nord, Andrea con ‘Circles'
Estonia, Stefan con ‘Hope'
Romania, WRS con ‘Llámame'
Polonia, Ochman con ‘River'
Montenegro, Vladana con ‘Breathe'
Belgio, Jérémie Makiese con ‘Miss You'
Svezia, Cornelia Jakobs con ‘Hold Me Closer'
Repubblica Ceca, We Are Domi con ‘Lights Off".

Chi è passato in finale

I 10 finalisti che hanno passato il turno nella seconda serata, sono stati i concorrenti di Belgio (Jérémie Makiese con 'Miss You'), Repubblica Ceca (We Are Domi con 'Lights Off'), Azerbaijan (Nadir Rustamli con 'Fade To Black'), Polonia (Ochman con 'River'), Finlandia (The Rasmus con 'Jezebel'), Estonia (Stefan con 'Hope'), Australia (Sheldon Riley con 'Not The Same), Svezia (Cornelia Jakobs con 'Hold Me Closer'), Romania (WRS con 'Llámame') e Serbia (Konstrakta con 'In Corpore Sano').

Il gruppo di ieri sera si va ad aggiungere ai dieci selezionati durante la prima semifinale: Marius Bear con 'Boys do cry' (Svizzera), Rosa Linn con 'Snap' (Armenia), Systur con 'Meo haekkandi sol' (Islanda), Monika Liu con 'Sentimentai' (Lituania), Maro con 'Saudade, Saudade' (Portogallo), Subwoolfer con 'Give that wolf a banana' (Norvegia), Amanda Georgiadi Tenfjord con 'Die together' (Grecia), Kalush Orchestra con 'Stefania' (Ucraina), Zbod si Zdub & Fratii Advahov con 'Trenuletul' (Moldavia) e S10 con 'De diepte' (Paesi Bassi).

Ultimi, ma non per importanza, fra i concorrenti della finale figurano anche i big five: Inghilterra, Francia, Spagna, Germania e Italia, che gareggia con 'Brividi' di Mahmood e Blanco.

Ospiti

Il Volo - in formazione ridotta con soluzione d'emergenza "in dad" causa Covid, che ha colpito Gianluca Ginoble - si è esibito sul palco in veste di superospite con la versione rock - e parzialmente in inglese - del loro successo "Grande Amore".

A proposito di esibizioni, apprezzato il duetto di Laura Pausini e Mika sulle note di "Fragile" di Sting e "People have the power" di Patty Smith.

Molto apprezzato anche il balletto di apertura che ha visto Alessandro Cattelan cavarsela piuttosto bene, a gran sorpresa.

Meccanismo di voto

L’Italia non ha potuto votare nella seconda semifinale dell’Eurovision Song Contest 2022. I telespettatori del Paese ospitante hanno potuto esprimere la loro preferenza nel corso del primo appuntamento e potranno tornare a farlo nella finale di sabato 14 maggio, ma non a favore della coppia Mahmood & Blanco.

Infatti il regolamento prevede che le Big 5, ovvero Italia, Francia, Germania, Spagna e Regno Unito, vengano suddivise in due gruppi: il primo con la possibilità di votare nella semifinale del martedì, come successo quest'anno per l'Italia e per la Francia, e il secondo nell'appuntamento del giovedì, in questo caso per il pubblico della Germania, del Regno Unito e della Spagna.

I 20 Paesi in gara qualificati per la Finale unitamente ai 5 Paesi denominati “Big Five” saranno valutati dalle 40 Giurie Nazionali e dai telespettatori attraverso il Televoto. Le Giurie Nazionali voteranno e le prime 10 canzoni in graduatoria riceveranno un punteggio (punti da 12 a 1). La somma dei voti di ciascuna delle Giurie Nazionali dei 40 Paesi partecipanti - comunicati in diretta attraverso un collegamento con i singoli Paesi - determinerà la Classifica globale delle Giurie. Successivamente alla Classifica delle Giurie Nazionali, verranno sommati i voti del Televoto Europeo (somma dei voti del Televoto di tutti i Paesi partecipanti) determinando la Classifica Finale che decreterà la canzone vincitrice.

L'appuntamento è per domani sera, chissà se l'Italia riuscirà nell'ardua impresa di bissare la vittoria, dopo il trionfo del Maneskin dello scorso anno...Certo è che Damiano e il resto della band saranno gli ospiti più attesi nella finalissima torinese, in cui regaleranno una delle loro accese performance.

Eurovision Torino 2022: vai allo speciale

Clicca sull'immagine e leggi gli articoli
Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter