Sport
calcio

Solo pari a Belfast. Italia, il Mondiale passa dai playoff. Come funzionano gli spareggi

Solo 0-0 con l'Irlanda del Nord. Serviranno gli spareggi per andare in Qatar.

Solo pari a Belfast. Italia, il Mondiale passa dai playoff. Come funzionano gli spareggi
Sport 15 Novembre 2021 ore 22:38

Solo un pareggio in Nord Irlanda, mentre la Svizzera dilaga con la Bulgaria. E così il Mondiale in Qatar passa dagli spareggi per l'Italia di Mancini. E non andarci sarebbe clamoroso.

Italia, il Mondiale passa dai playoff

Serviva quantomeno una vittoria, invece gli azzurri di Roberto Mancini si sono fermati sullo 0-0 a Belfast, che per la seconda volta nella storia (dopo il 1958) rischia di essere fatale alla nostra Nazionale.

A Belfast è 0-0 mentre gli elvetici fanno quattro reti ai bulgari (a quel punto nemmeno vincere per 1-0 ci avrebbe mandato in Qatar), e se ne vedono anche due annullate al Var. Insomma, nulla da ridire su quanto i nostri rivali diretti per la qualificazione abbiano meritato, mentre gli azzurri possono recriminare sul rigore sbagliato da Jorginho nel finale dello scontro diretto di venerdì a Roma  e in generale sul risultato finale, oltre che sul pareggio odierno, con un avversario tutt'altro che insormontabile. E non vale nemmeno il discorso delle assenze. E' vero, mancavano Chiellini, Immobile e Pellegrini, ma gli svizzeri avevano fuori almeno sei titolari e hanno fatto pari con noi a Roma e quattro gol nella gara decisiva. Mentre noi non siamo andati oltre due pareggi.

Fatto sta che, al di là della delusione, il mancato accesso diretto alla fase finale rappresenta a oggi un fallimento. E sarebbe clamoroso che i campioni d'Europa in carica non presenziassero ai Mondiali.

Ora agli spareggi potremmo trovare il Portogallo di Cristiano Ronaldo o la Svezia di Ibrahimovic, che quattro anni fa (proprio nei playoff) ci negò la partecipazione ai Mondiali.

Come funzionano i playoff

I playoff quest'anno sono molto diversi dal solito e sicuramente più complicati. Vediamo come funzionano. L’Europa ha a disposizione 13 posti per il Qatar. Le 10 prime dei rispettivi gironi vanno direttamente al Mondiale, e tra queste purtroppo non ci siamo noi. Le 10 seconde e le due migliori squadre della Nations League non qualificate si giocano gli ultimi tre posti ai playoff.

Le 12 squadre saranno divise in tre percorsi da quattro e formeranno  tre mini tornei (il sorteggio è in programma a Zurigo il 26 novembre). I vincitori accederanno ai Mondiali.  Un sorteggio deciderà i gironi, che saranno composti da due  teste di serie (l'Italia è  tra queste) e due non teste di serie. Le due teste di serie giocheranno contro le due non teste di serie in semifinale, in gara unica, e le due vincitrici si sfideranno poi nella finale che, sempre in gara unica, decreterà la nazionale qualificata al mondiale in Qatar.  Tutte le partite – le semifinali si giocheranno il 24/25 marzo e le finali il 28/29 marzo – si disputeranno in gara secca, dunque in caso di parità al 90’, supplementari ed eventualmente calci di rigore. Insomma, un percorso per niente facile, indipendentemente da quelli che saranno gli avversari.

Chi sono le avversarie

Il tempo delle recriminazioni però è già da mettere alle spalle, perché i playoff non si possono fallire. Saremo teste di serie, un vantaggio sì  ma non così decisivo. Con noi tra le teste di serie ci sono Portogallo, Scozia, Russia, Svezia e una tra Polonia e Galles. Le altre sono Turchia o Norvegia (che ancora si giocano il posto), Macedonia, Finlandia, Austria e Repubblica Ceca.  Insomma, non c'è da stare molto tranquilli...