Glocal news
ultima frontiera no vax

La truffa dello scambio di persona per fare il tampone e avere il Green pass

Mandano un amico positivo a fare il tampone con la propria tessera sanitaria e 10 giorni dopo risultano "magicamente" guariti.

La truffa dello scambio di persona per fare il tampone e avere il Green pass
Glocal news 18 Gennaio 2022 ore 18:28

Avere il Green pass senza farsi il vaccino? Di metodi "truffaldini" ne abbiamo sentiti nelle ultime settimane: abbiamo visto Green pass contraffatti, Covid party per contagiarsi e finti vaccini grazie a personale medico compiacente.  L'ultima frontiera No vax è invece lo "scambio di persona" per il tampone.

La truffa dello scambio di persona per avere il Green pass

L'ingegno italico non ha proprio confini. Abbiamo visto nelle ultime settimane Green pass fasulli (c'era addirittura quello di Adolf Hitler...), vaccinatori che gettavano il contenuto delle siringhe nel cestino dietro a corrispettivo economico, e anche party per contagiarsi e avere il pass da guarigione, senza curarsi dei rischi, fino all'oramai "mitologico" braccio in silicone.

L'ultima trovata No vax per avere il Green pass senza vaccinarsi coinvolge amici e farmacie. Il funzionamento è assai semplice: il No vax di turno invia un amico positivo al Covid in farmacia con la sua tessera sanitaria. A quel punto il tampone positivo risulterà il suo, e dieci giorni dopo si presenterà a fare il tampone, risultando "magicamente" guarito.

 L'allerta di Federfarma

A  lanciare l'allarme è stata Federfarma, che ha diramato una circolare ai suoi associati dopo che alcune anomalie erano state segnalate alle forze dell'ordine. Il presidente Andrea Cicconetti e il segretario Massimiliano Matteazzi avvertono  di ciò che sta accadendo e chiedono di identificare sempre il paziente che si presenta a fare il tampone con un documento di identità e di non effettuare il test a chi si rifiuta di presentarlo.

I primi casi sarebbero stati già scoperti a Roma, ma è pensabile che anche altrove ci sia chi ci ha già pensato. Ma cosa rischia chi mette in atto questo tentativo di truffa? Il reato è la sostituzione di persona, previsto dall'articolo 494 del Codice penale e  perseguibile d'ufficio.

.

 

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter