Esteri
Soluzione hot al caro energia

Svizzera, la proposta del ministro per risparmiare energia: "Fate la doccia in coppia"

"Una misura che potrebbe ridurre i consumi del 15% nei prossimi mesi". Ma i cittadini svizzeri non sono molto d'accordo...

Svizzera, la proposta del ministro per risparmiare energia: "Fate la doccia in coppia"
Esteri 20 Settembre 2022 ore 17:07

L'aumento dei costi delle bollette verificatosi in questo periodo, con la prospettiva di un ulteriore incremento nei prossimi mesi, sta mettendo in seria apprensione i cittadini, non solo in Italia. Mentre qui da noi, insieme ai contributi economici elargiti dal governo per aiutare famiglie e lavoratori, si stanno susseguendo consigli sulle abitudini di consumo per cercare di risparmiare il più possibile, anche negli stati esteri la situazione è molto simile, se non addirittura più estrema. Ne è un esempio la soluzione alternativa avanzata dalla ministra dell'Ambiente svizzera che, per far fronte al caro energia, ha proposto alla gente di farsi la doccia in coppia.

"Per risparmiare fate la doccia in coppia"

Un suggerimento "a luci rosse" che non è stato proprio accolto di buon occhio da tutti i cittadini. Sta tenendo banco in queste ultime ore la stravagante proposta della ministra dell'Ambiente svizzera, Simonetta Sommaruga, la quale ha di recente proposto alla popolazione d'oltralpe alcune soluzioni per cercare di risparmiare il più possibile sui costi dell'energia.

Simonetta Sommaruga 

Tra le misure avanzate, che consentiranno al governo di ridurre i consumi del 15%, la ministra ha affermato di "spegnere il computer quando non serve, spegnere le luci o fare la doccia insieme".

E' stato proprio quest'ultimo punto a lasciare abbastanza increduli i cittadini svizzeri. Subito dopo aver suggerito la doccia in coppia, la ministra Sommaruga ha dovuto chiarire la sua posizione, dichiarando che l'idea fosse rivolta ai giovani perché "dopo una certa età, fare la doccia insieme non è più adatto a tutti".

C'è chi è d'accordo e chi no

Per la Svizzera, tuttavia, non è la prima volta che viene proposta una soluzione simile. Come riferito da Times, infatti, nel 1985 l'Ufficio federale dell'energia pubblicò un opuscolo che proponeva docce combinate per risparmiare e lo slogan: "Meno sprechi e doppio piacere". L'idea, però, naufragò subito, bocciata soprattutto da alcune associazioni femministe.

A fronte dell'attuale situazione di crisi energetica, la proposta della doccia in coppia pare che sia stata ampiamente accolta da alcuni cittadini, con l'effetto di incoraggiare la consapevolezza della necessità di risparmiare sui consumi nei mesi invernali.

Di parere diverso invece è Géraldine Savary, redattrice della rivista femminile Femina, che ha accusato il governo di voler "amministrare la nostra vita privata, fin nei dettagli più banali" e ha suggerito, attraverso un ironico editoriale, che gli svizzeri "dovrebbero fare l'amore ogni mattina per riscaldarsi così da non riaccendere il riscaldamento per riscaldarsi", fare una doccia veloce insieme e andare in ufficio "a braccetto, dopo aver lasciato l'auto, il motorino e la bicicletta elettrica in garage".

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter