Esteri
447 milioni di dollari

Perché si dice che il principe Harry potrebbe essere escluso dall'eredità della regina Elisabetta

Le indiscrezioni dei tabloid inglese sul considerevole patrimonio: la sovrana potrebbe aver messo mano al suo testamento la scorsa estate.

Perché si dice che il principe Harry potrebbe essere escluso dall'eredità della regina Elisabetta
Esteri 12 Settembre 2022 ore 12:19

Dopo i primissimi giorni di silenzio e lutto nazionale a seguito della morte della Regina Elisabetta II, nel Regno Unito hanno cominciato ad interrogarsi sulla considerevole eredità dell'ex sovrana inglese: un patrimonio stimato da 447 milioni di dollari che dovrà essere diviso tra tutti i suoi eredi. I tabloid britannici, tuttavia, in queste ultime ore hanno lanciato alcune indiscrezioni su una modifica, in extremis, del suo testamento, dal quale parrebbero esclusi il nipote Harry con la moglie Meghan.

A chi andrà l'eredità della Regina Elisabetta?

A qualche giorno di distanza dalla morte della Regina Elisabetta II e dall'incoronazione del figlio Carlo, divenuto ora Re Carlo III, in Inghilterra si è cominciato a discutere sull'eredità che l'ex sovrana britannica ha lasciato alla sua famiglia. Secondo le stime di Forbes, la monarchia inglese, nel suo insieme, vale 88 miliardi di dollari, di cui ben 447 milioni erano possesso personale della Regina, un patrimonio da brividi che ora dovrà essere suddiviso tra gli eredi citati nel testamento. Nel dettaglio, la rivista economica fa sapere che 85 milioni di dollari erano stati ricevuti dalla Regina Madre, 12 milioni dal consorte principe Filippo alla sua morte, mentre la restante parte che proveniva dalla Crown Estate.

La domanda, quindi, sorge spontanea: a chi andranno tutti questi soldi?

Harry escluso dal testamento?

Il principe Harry

Nelle ultime ore, i tabloid inglesi si sono completamente scatenati lanciando una particolare indiscrezione a riguardo: sebbene il testamento della Regina Elisabetta II è destinato a restare segreto per 90 anni, pare che da quest'ultimo sarà escluso il nipote Harry insieme alla moglie Meghan. Un'estromissione non ancora confermata, ma che per i quotidiani britannici risulterebbe scontata, considerando come si sono andati ad incrinare i rapporti tra il principe e la monarchia.

Harry, che un tempo era considerato il nipote prediletto, è stato l’ultimo ad arrivare a Balmoral, nella serata di giovedì, quando Buckingham Palace aveva diffuso la notizia della morte delle regina già da un'ora e mezza. Il secondogenito di Carlo è stato anche il primo a ripartire dalla Scozia, nella mattinata di sabato, poco dopo le 8, scuro in volto e senza nessun familiare vicino. Il portavoce non ufficiale dei Sussex intanto ha confermato che Harry "rimarrà, ovviamente, nel Regno Unito durante questo periodo di lutto". Ma non si sa se Meghan resterà accanto al marito, e neppure se prenderà parte ai funerali.

Testamento modificato in extremis

Sull'esclusione di Harry, tuttavia, alcune conferme erano giunte lo scorso agosto quando si era parlato di una modifica in extremis del testamento da parte della Regina Elisabetta II: quest'ultima, infatti, avrebbe depennato proprio Harry e Lady Diana da qualsiasi beneficio in seguito alla sua morte. Dalle ultime volontà dell'ex sovrana sono rimasti esclusi anche Lilibeth Diana, nata nel 2021 e chiamata così proprio in onore della regina, e il primogenito Archie, che ha tre anni.

I comportamenti del secondogenito di Carlo avrebbero portato ad una decisione simile: non solo la scelta di due anni fa dei duchi di Sussex di dimettersi da "membri senior" della famiglia reale, ma anche la clamorosa intervista che Harry e Meghan rilasciarono in esclusiva a Oprah Winfrey per una sorta di vendetta - si disse - contro i suoi familiari.

Di certo non sarà al verde

A prescindere dal fatto che sia annoverato o meno nel testamento, Harry non resterà di certo al verde. Quando la principessa Diana morì nel 1997, il suo denaro venne diviso equamente tra i due figli. Cinque anni dopo, quando dopo si spense la Regina Madre, il principe ereditò una parte molto più grande della fortuna di 14 milioni di sterline (27 milioni di dollari) rispetto al fratello maggiore William, come spiegarono i periodici popolari:

"Il motivo era che poiché William è il secondo in linea di successione al trono, la madre della regina Elisabetta voleva proteggere il futuro finanziario di Harry".

Nell'eredità anche 300 preziosi gioielli

Nella grande eredità della Regina Elisabetta II ci sono anche i preziosissimi 300 gioielli della sua personale proprietà. Stando alle indiscrezioni dei tabloid inglese, quest'ultimi sarebbero destinati a Kate Middleton, moglie del principe William, primo erede al trono dopo il padre Carlo, e alla pronipotina Charlotte. Di tutti i diamanti, rubini, ori e perle, nessuno andrà a Lilibeth e Meghan.

Alessandro Balconi

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter