Esteri
Una nuova era

Carlo III re d'Inghilterra: chi erano Carlo I e Carlo II

Cambia pure l'inno nazionale, da "God save the queen" a "God save the king".

Carlo III re d'Inghilterra: chi erano Carlo I e Carlo II
Esteri 09 Settembre 2022 ore 17:54

Dopo la scomparsa della regina Elisabetta II, il principe Carlo diventa re d'Inghilterra. Sarà Carlo III. Ma chi erano i suoi predecessori che avevano il suo stesso nome?

Carlo III re d'Inghilterra

Charles Philip Arthur George nasce a Londra il  14 novembre 1948, primogenito della regina Elisabetta II e del principe Filippo. Se sua mamma è stata la sovrana più longeva, lui è stato l'erede al trono che ha dovuto attendere di più per diventare re. È stato Duca di Cornovaglia e Duca di Rothesay dal 1952 e Principe di Galles dal luglio 1958 sino all'ascesa al trono.  Era dal diciassettesimo secolo che un sovrano del Regno Unito non aveva nome Carlo.

Chi era Carlo I

Carlo I divenne re d'Inghilterra, Scozia, Irlanda e Francia il 27 marzo 1625. Figlio di Giacomo I, da lui e dalla nonna Maria Stuarda ereditò anche la convinzione del diritto divino dei re. Durante il suo regno affrontò una dura lotta di potere con il Parlamento, che si opponeva alle sue aspirazioni assolutistiche.

Fu un'epoca di grandi tensioni politiche, che sfociarono nella guerra civile, al termine della quale fu catturato e condannato per alto tradimento. Fu decapitato il 30 gennaio 1649. 

La monarchia fu abolita, ma la repubblica durò poco: quando nel 1660 Oliver  Cromwell, il leader della rivoluzione, morì, Carlo II - figlio di Carlo I - restaurò il regime.

 Chi era Carlo II

Carlo II fu re di Scozia dal 1649,  e d'Inghilterra dal 25 maggio 1660, quando tornò in patria.

Fu noto anche con il nome Merrie Monarch (monarca allegro), a sottolineare il clima di edonismo della sua corte e il sollievo generale procurato dal ritorno a una situazione di normalità dopo l'esperienza repubblicana. Morì per un ictus nel 1685, a 54 anni.

Sebbene la moglie fosse sterile, ebbe dodici figli illegittimi.

Il nuovo inno

Con il passaggio da Elisabetta a Carlo, c'è anche un cambio di genere alla guida del Regno Unito. Il che vuol dire che l'inno che noi conosciamo andrà in soffitta. "God save the queen" (Dio salvi la regina), sarà infatti sostituito da "God save the king" (Dio salvi il re).

E' l'inno più antico al mondo: fu composto tra il 1736 e il 1740. E l'ultima volta che è stato suonato parlando di "king" è stato nel 1951 durante l'amichevole tra Inghilterra e Austria: Giorgio VI, allora sovrano britannico, morì nel febbraio successivo.

"God save the queen" è anche uno dei brani più famosi di una delle band punk più famose della storia. Era il 27 maggio 1977 quando i Sex Pistols scioccarono la Gran Bretagna con un pezzo che ha fatto la storia della musica.

"GOD SAVE THE QUEEN" DEI SEX PISTOLS:

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter