Esteri
La sparata

Ma non dire stupidaggini: "Assomiglio così tanto al principe Harry che temo di essere ucciso dai Talebani"

Si crede il "sosia" dell'erede Windsor: se qualsiasi trentenne con barba e capelli rossi facesse lo stesso...

Ma non dire stupidaggini: "Assomiglio così tanto al principe Harry che temo di essere ucciso dai Talebani"
Esteri 18 Gennaio 2023 ore 16:50

Avrete presente il film Johnny Stecchino in cui Benigni interpretava sia un autista di scuolabus che un boss mafioso e quest'ultimo farsescamente del proprio sosia, perfettamente identico, diceva:

"Non mi somigghia penniente!"

Ecco qui siamo al paradosso opposto. Non si può dire che il protagonista di questa storia non assomigli per niente al principe Harry... gli somiglia come qualsiasi altro coetaneo con la barba e i capelli rossi!

Gira il mondo e si guadagna da vivere come sosia

Eppure la sparata bella e buona, quasi da premio Oscar, è stata fatta da colui che dal 2017 gira il mondo e si guadagna da vivere - si stenta a crederci ma è così - grazie alla "somiglianza" con il principe Harry, Duca del Sussex e secondogenito di Re Carlo III del Regno Unito.

Punti in comune con l'erede di Windsor ovviamente ci sono, come ad esempio lo stesso colore di barba e capelli e la forma simile del viso, peccato che stavolta, Rhys Whittock, citando le clamorose rivelazioni del libro Spare, l'abbia voluta dire proprio grossa:

"Assomiglio così tanto al principe Harry che temo di essere ucciso dai Talebani".

In preda al panico, ora, si trova in incognito nel Regno Unito per evitare appunto di essere scambiato per il suo sosia reale.

Un atteggiamento forse eccessivo poiché, diciamoci la verità, a prescindere dalla somiglianza, qualsiasi 30enne con barba e capelli rossi potrebbe benissimo fare lo stesso...

Il sosia del principe Harry: "Temo di essere ucciso dai talebani"

Si chiama Rhys Whittock, ha 39 anni e viene da Cardiff, in Galles. A partire dal 2017 la sua vita è completamente cambiata perché ha deciso di viaggiare in tutto il mondo e puntare sulla sua grande somiglianza estetica con un personaggio veramente singolare (soprattutto in questi ultimi anni): il principe Harry, erede di Windsor e Duca del Sussex.

Una vita veramente fantastica, fatta appunto di viaggi, eventi e interviste che hanno accresciuto a dismisura la sua popolarità. Peccato che ora, dopo le rivelazioni nel libro Spare da parte del secondogenito di Re Carlo III, soprattutto in riferimento all'uccisione di 25 membri dei talebani mentre era al servizio dell'esercito in Afghanistan, Rhys Whittock si sia spaventato e non poco.

"Assomiglio così tanto al principe Harry che temo di essere ucciso dai talebani".

Il 39enne di Cardiff, infatti, temendo che questa notizia rivelata da Harry potesse compromettere la sua sicurezza, ha deciso di mettersi in incognito, soprattutto dopo che la madre lo ha pregato di assicurarsi che non venisse più scambiato per il Duca di Sussex.

"Ho iniziato a sentirmi a disagio quando ho sentito che Harry parlava del suo periodo nell'esercito. La gente mi scambia per Harry ogni giorno, quindi è preoccupante quando sei il sosia di qualcuno che si trova ad affrontare un improvviso aumento delle minacce alla sicurezza".

In preda al panico, quindi, sta cercando di tenersi nascosto agli occhi della gente, per timore di incrociare qualcuno che possa fargli del male. Diciamoci però la verità, a prescindere dalla forte somiglianza tra Harry e Rhys, qualsiasi altro 30enne britannico coi capelli e la barba arancione potrebbe comportarsi allo stesso modo.

A commento delle dichiarazioni rilasciate dall'erede di Windsor nel libro Spare, il 39enne di Cardiff ha dichiarato:

"Gli esperti concordano sul fatto che sia stato un errore rilasciare queste informazioni. Ha messo se stesso e la sua famiglia a un rischio ulteriore e non necessario. Credo che il suo libro di memorie avrebbe dovuto essere esaminato prima dalla sicurezza britannica. È piuttosto bizzarro che non sia mai stato fatto, visto che in futuro avrà bisogno di maggiore sicurezza nel Regno Unito, ad esempio in occasione dell'incoronazione di quest'anno".

Ritornando a parlare di sé, ha poi aggiunto:

"Avrà bisogno di molta sicurezza extra per un po' di tempo. Anche se gli assomiglio molto, non sono circondato da un entourage quando sono in giro, quindi penso che dovrebbe essere chiaro alla maggior parte delle persone che non sono il vero Harry, ma ci sono persone pazze là fuori. Di solito è piacevole imbattersi in persone che pensano che io sia Harry, ma negli ultimi giorni mi sono assicurato di tenere il cappello in testa".

Va bene tutto eh, però spararla così grossa sembrerebbe un po' eccessivo...

Seguici sui nostri canali