Esteri
Fake news

Il falso manifesto che invita a segnalare chi consuma troppo gas

L'iniziativa (falsa) del Governo svizzero è stata diffusa dalla propaganda russa.

Il falso manifesto che invita a segnalare chi consuma troppo gas
Esteri 13 Settembre 2022 ore 11:52

Duecento franchi per segnalare alle autorità chi tiene il riscaldamento sopra i 19 gradi. Il Governo svizzero va alla ricerca di delatori per risparmiare il gas? No, niente affatto. E' tutta una bufala, e c'è di mezzo pure la propaganda russa.

"Segnalate chi consuma troppo gas": il manifesto bufala in Svizzera

Da qualche giorno è iniziato a circolare in Rete un manifesto - attribuito al Governo svizzero - in cui appare una ragazza al telefono che segnala chi tiene il riscaldamento sopra la soglia dei 19 gradi. Sotto appare anche il numero di telefono del Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (Datec). E subito si sono scatenati complottisti vari, che hanno iniziato a parlare di lockdown energetico. Un'iniziativa che potrebbe anche risultare credibile, visto il momento che ci apprestiamo a vivere, ma che in realtà non ha nulla di fondato.

Si tratta infatti di una bufala, come spiegato da Simone Hug, responsabile delle comunicazioni del Datec, che ha smentito ufficialmente la questione.

C'entra la propaganda russa

E indovinate un po' chi c'è dietro a questa bufala? La propaganda russa. A diffondere il manifesto è stato il noto giornalista russo Vladymir Solovyov, famoso per le sue posizioni pro-Putin, attraverso il suo canale Telegram (che conta oltre un milione di seguaci).

 

Un fake

In realtà, come illustrato da David Puente, noto debunker (alias "smascheratore di bufale"), si tratta di un clamoroso falso, creato ad arte con un apposito programma di fotoritocco.

Un indizio abbastanza evidente, peraltro, era riscontrabile nella firma. Anziché il logo e il nome del Governo svizzero, infatti, l'autore è un tale "Anonym".  

Un'iniziativa che comunque fa pensare. Se la propaganda è già partita ora - che fa ancora caldo - con le bufale sul riscaldamento, dobbiamo tenere bene gli occhi aperti anche nei prossimi mesi, perché sicuramente qualcuno tornerà alla carica, con il rischio di alzare pesantemente il livello di tensione sociale.

 

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter