Esteri
aspettavano il figlio di jfk

I complottisti americani si sono radunati convinti di vedere risorgere Kennedy

Dopo 16 ore di attesa estenuante da parte degli adepti di QAnon in cui non era accaduto proprio nulla è girata la voce che sarebbe apparsa almeno la principessa Diana...

I complottisti americani si sono radunati convinti di vedere risorgere Kennedy
Esteri 17 Novembre 2021 ore 12:50

Una vicenda surreale, ma vera, come raccontato dal Daily Mail. All’inizio di questo mese di novembre centinaia di devoti di QAnon - credo di matrice complottista al quale aderiva anche "lo sciamano" Jake Angeli, fra i volti della drammatica presa di Capitol Hill - si sono radunati a Dallas in Texas convinti che avrebbero assistito alla resurrezione del figlio di JFK, ovvero JFK Jr, morto in un incidente aereo nel 1999. Quando si sono resi conto che la previsione non si è avverata se ne sono andati con le pive nel sacco.

I complottisti di QAnon si radunano per vedere la resurrezione del figlio di JFK

A organizzare l'evento è stato Michael Brian Protzman, che ha assicurato che alle 12:29, alla stessa ora in cui fu ucciso JFK, e negli stessi luoghi, sarebbe risorto JFK Jr., il figlio del presidente. Secondo Protzman JFK Jr. avrebbe quindi annunciato alla folla l’intenzione di candidarsi vicepresidente al fianco di Donald Trump alle elezioni del 2024. Fedeli e fiduciosi i membri di QAnon sono arrivati da ogni parte del Paese, a spese proprie. Risultato? Un'estenuante e fredda attesa di oltre 16 ore, per strada, in attesa del miracolo con Protzman che continuava a insistere sul fatto che JKF Jr. sarebbe apparso da un momento all’altro. "Incomprensibilmente", però, John John - come veniva chiamato il figlio minore di Jackie e del presidente - non ha dato segno di sé.

Il raduno

E si vira su Diana

Mesto epilogo: i presenti, estenuati dall'attesa, hanno iniziato a litigare l’uno con l’altro.

"C'erano bambini che dormivano su quel terreno. C'erano persone anziane, c'erano persone con deambulatori, persone con bastoni, persone che soffrivano, soffrivano molto" ha raccontato una testimone pentita di aver dato credito a QAnon.

Ad un certo punto, per non farsi mancare nulla, ha iniziato a circolare la voce che la principessa Diana sarebbe apparsa in una delle finestre vicine. Insomma, se non ci date Kennedy dateci almeno Lady D., avranno pensato gli astanti. E invece nulla...Neanche l'ombra. Sempre secondo le parole di una presente al raduno, pentitasi di aver dato credito alla setta:

"Protzman si comportava come fosse Gesù Cristo con i suoi discepoli. Ovunque andasse, c’era questo piccolo gruppo intorno a lui che gli baciava l’anello".

Finita qui? Ovvio che no. Dopo oltre 16 ore di attesa Protzman ha spiegato del cambio di programma del fantasma di JFK Jr. che avrebbe deciso di apparire al concerto dei Rolling Stones. Incredibilmente molti dei presenti hanno quindi deciso di spendere ulteriore denaro per presenziare all'evento rock, nel quale però, nessuno spettro ha rubato la scena a Mick Jagger.

Intanto a Milano...

Intanto in Italia un Kennedy è apparso davvero. Come racconta Prima Milano si  tratta di Robert Jr, che lo scorso sabato ha partecipato alla manifestazione dei No Green pass all'Arco della pace.

LEGGI ANCHE: I No Green pass protestano a Milano con un Kennedy