Cronaca
Ancora sangue sulle strade

Tragedia in Veneto: incidente tra una betoniera, un furgone e una bicicletta. Morti in due, ferito un 12enne

Un altro gravissimo dramma dopo quanto accaduto sull'A4. Una delle vittime era un 19enne al primo giorno di lavoro.

Tragedia in Veneto: incidente tra una betoniera, un furgone e una bicicletta. Morti in due, ferito un 12enne
Cronaca 12 Ottobre 2022 ore 11:52

A cinque giorni dal dramma sull'A4, dove hanno perso la vita in sette, sulle strade del Veneto si è verificata un'altra tragica vicenda. Questa mattina, mercoledì 12 ottobre 2022, lungo strada provinciale Sp57, un incidente tra una betoniera, un furgone e una bicicletta è costato la vita a due persone, ferito grave un terzo lavoratore, con un ragazzino di soli 12 anni che è finito in ospedale.

Tragedia sulla Sp57 in Veneto

Le strade del Veneto si macchiano ancora di sangue. Questa mattina, mercoledì 12 ottobre, poco prima delle 8, un tragico incidente stradale si è verificato sulla Sp57 all’altezza di località Stoffolo, frazione di Torre di Mosto (Venezia): nel sinistro si sono scontrati una betoniera, un furgone e una bicicletta.

Il bilancio è tragico: due sono le vittime, ferito grave un terzo lavoratore, mentre un ragazzino di soli 12 anni è ora in ospedale. Illeso l'autista della betoniera. Due squadre dei Vigili del fuoco arrivate da San Donà con un’autopompa e da Mestre con l’autogru sono al lavoro dalle 7,40. Le squadre sul posto hanno messo in sicurezza i mezzi ed estratto le persone coinvolte.

La dinamica dell'incidente

Sebbene l'esatta dinamica dell'incidente sia ancora al vaglio delle forze dell'Ordine, una prima ricostruzione è stata realizzata: la betoniera stava procedendo sul rettilineo verso Torre di Mosto quando, all’altezza delle strisce che intersecano la ciclopedonale, si è vista attraversare la strada da una bicicletta. In sella c’era uno studente diretto a scuola.

Secondo quanto ricostruito, nonostante ancora ci sia incertezza, pare che l’uomo alla guida della betoniera, N.N. di 56 anni, abbia fatto di tutto per evitare di travolgere lo studente sulla bici rossa, finito comunque a terra e rimasto ferito gravemente alla testa.

Il grosso mezzo, a quel punto, avrebbe sterzato a sinistra finendo sulla corsia opposta, dove in quel momento stava passando, diretto verso Jesolo, un furgone Citroen Jumper. Lo schianto fra i mezzi, trovatisi improvvisamente l’uno di fronte all’altro, è stato tremendo.

Chi sono le vittime: una era al primo giorno di lavoro

Come affermato in precedenza, due sono state le vittime che hanno perso la vita nell'incidente stradale. Uno è Vincenzo Viscardi, 44enne originario di Acerra (Napoli), mentre il secondo è il 19enne Faier Benedini di San Daniele del Friuli. La morte di quest'ultimo è ancora più clamorosa poiché il ragazzo era al suo primo giorno di lavoro nella nuova azienda dove era stato assunto con contratto interinale.

Grave, invece, un terzo lavoratore che era con loro: A.B. di 32 anni, originario di Motta di Livenza (Treviso), cugino del ragazzo morto, anche lui al suo primo giorno di incarico.

Il ragazzino di 12 anni che era a bordo della bicicletta non sarebbe in pericolo di vita, anche se è stato trasportato in elicottero in Pediatria a Treviso, tenuto sotto controllo per il trauma alla testa.

Seguici sui nostri canali