nella notte

Esplosione in una fabbrica a Bolzano: 8 feriti, cinque sono gravi

L'azienda che produce alluminio teatro del gravissimo sinistro: uno dei lavoratori in rianimazione

Esplosione in una fabbrica a Bolzano: 8 feriti, cinque sono gravi
Pubblicato:
Aggiornato:

Gravissima esplosione in una fabbrica di alluminio a Bolzano, poco dopo la mezzanotte di venerdì 21 giugno 2024. Il bilancio è grave: 8 lavoratori feriti, di cui 5 gravi. Uno sarebbe in rianimazione.

Un sinistro drammatico che si aggiunge alla lunga lista (purtroppo quotidiana) di incidenti sul lavoro in Italia.

L'arrivo dei soccorsi

Esplosione in fabbrica a Bolzano: 8 feriti

È di otto feriti, di cui cinque gravi, il bilancio a Bolzano di un'esplosione avvenuta dopo mezzanotte nello stabilimento Aluminium, in zona industriale. Gli elicotteri di soccorso Pelikan, Aiut Alpin Dolomites e Trentino Emergenza si sono messi in volo di notte per portare i feriti nei centri di grandi ustionati.

Due operai sono stati ricoverati a Verona, uno a Padova, uno a Milano e un altro a Murnau in Baviera. Uno dei lavoratori si troverebbe in rianimazione, a Bolzano.

L'azienda

"Incidente gravissimo"

"Si tratta di un incidente gravissimo. Stiamo lavorando in stretto contatto con la Prefettura, gli organi inquirenti e la Protezione civile e la Sanità per capire meglio quali sono le cause di questo incidente. Daremo ovviamente tutte le informazioni appena ci sarà maggiore chiarezza su quanto avvenuto”, dice all’Ansa il governatore altoatesino Arno Kompatscher.

Nella fabbrica si produce alluminio dal 1936. Aluminium ha iniziato la produzione di estrusi in leghe dure nel 1976, divenendo leader nel mercato europeo.

Il rogo in azienda ad Ancona

Soltanto ventiquattro ore prima, sempre nella notte, ad Ancona, in un'azienda che si occupa di riciclaggio di rifiuti, è divampato un maxi incendio.

Maxi incendio ad Ancora: a fuoco un'azienda, evacuate 3 famiglie
Maxi incendio azienda, Ancona

Fortunatamente, in quel caso, non si sono registrati feriti.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali