Cronaca
Dopo i fidanzati uccisi a Londra

Due ventenni italiani uccisi in Germania: fermato lo zio della ragazza

Si tratta di Christian Zoda, siciliano di 23 anni, e di Sandra Quarta, 20enne pugliese trovati senza vita ad Albstadt

Due ventenni italiani uccisi in Germania: fermato lo zio della ragazza
Cronaca 23 Dicembre 2022 ore 15:15

A distanza di poche ore dalla tragedia di Londra, dove sono morti i due fidanzati Nino Calabrò e Francesca Di Dio, un altro drammatico duplice omicidio di ragazzi italiani si è verificato all'estero: ad Albstadt, in Germania, sono stati trovati senza vita i corpi di Christian Zoda, 23 anni, e Sandra Quarta, 20 anni. Al momento la polizia avrebbe fermato il presunto killer: si tratterebbe di un 52enne, zio della ragazza.

Germania, trovati morti due 20enni italiani

E' una notizia che lascia senza parole quella che arriva dalla Germania, soprattutto se si pensa a quanto accaduto a Londra a distanza di poche ore. Ad Albstadt, città situata a sud-ovest dello Stato tedesco, hanno perso la vita Christian Zoda e Sandra Quarta, due giovani ragazzi italiani di 23 e 20 anni.

Christian Zoda e Sandra Quarta

Stando alle primissime indiscrezioni sul caso, Christian Zoda, originario di Messina (Sicilia), sarebbe stato raggiunto da alcuni colpi di pistola nella giornata di mercoledì, 21 dicembre 2022, davanti al ristorante del padre. Verso mezzogiorno è stato portato in ospedale dove è morto poi nel pomeriggio.

Il corpo senza vita della sua amica Sandra Quarta, pugliese, invece, sarebbe stato rinvenuto qualche ora dopo è stato bloccato il sospettato del delitto. La ragazzo di 20 anni, prima della drammatica scoperta, era risultata scomparsa tra il 18 e 19 dicembre.

Sulla pagina Facebook di Christian Zoda si può ancora leggere l'appello lanciato per rintracciare l'amica.

C'è una foto di Sandra Quarta e si spiega che l'ultimo segno di vita risaliva alla domenica precedente e che la ragazza aveva lasciato "borsa, scarpe, giacca, occhiali, e cellulare a casa". Sandra "non ha contattato nessuno non è andata al lavoro - è scritto nel post - e chiunque abbia notizie avverta subito la polizia".

Fermato lo zio 52enne di Sandra Quarta

La Polizia che sta indagando sul caso, al momento, avrebbe fermato lo zio 52enne di Sandra Quarta, sul quale sarebbero caduti i sospetti del doppio omicidio.

Il 52enne era in possesso di una pistola, che è stata sequestrata. L'indagato è rimasto in silenzio nel corso dell'interrogatorio dando però l'indicazione per fare trovare il corpo di Sandra in giardino. Il movente è ancora da ricostruire. Da accertare anche come sia morta Sandra Quarta.

"Non era il fidanzato ma a quanto ne so era un amico molto stretto di Sandra. Ancora sappiamo molto poco sulla dinamica dell'omicidio - ha affermato all'Ansa Lizzy Cannarozzo cugina di Christian Zoda - Mio cugino non veniva a Messina dal 2018 ma ci sentivamo. Era un giovane molto perbene e un gran lavoratore. Sappiamo solo che nell'omicidio c'entra lo zio di Sandra. Non sappiamo altro. Le indagini sono ancora in corso spero sia fatta giustizia".

Anche a Londra morti due fidanzati italiani

Come affermato in precedenza, la notizia della morte di Christian Zoda e Sandra Quarta giunge a poco tempo di distanza dal dramma di Londra.

Qui i fidanzati italiani, Nino Calabró e Francesca Di Dio, originari di Messina, sono stati trovati senza vita in una  casa a Thornaby-on-Tees, nella contea del Nord Yorkshire.

nino calabro francesca di dio

Stando a quanto riporta la Bbc, la Polizia ha fermato un giovane di 21 anni, coinquilino di Calabrò di origine iraniana, sospettato del duplice omicidio.

Seguici sui nostri canali