Cronaca
PARADOSSO

Francia travolta dai contagi, ma il Tar di Parigi stoppa le mascherine all'aperto

Il provvedimento era in vigore dal 31 dicembre. L'auspicio di Bassetti.

Francia travolta dai contagi, ma il Tar di Parigi stoppa le mascherine all'aperto
Cronaca 14 Gennaio 2022 ore 11:08

Covid e mascherine all'aperto, Parigi dice basta. La lunga e tortuosa "battaglia" contro la pandemia si arricchisce di un nuovo capitolo che farà sicuramente discutere proprio quando tutto il mondo è impegnato a contrastare la quarta ondata della pandemia.

Stop alle mascherine all'aperto, che succederà?

La notizia è che il Tar di Parigi si è scomodato a intervenire sull'obbligo di mascherine all'aperto nella capitale. E ne ha disposto l'annullamento, perché in qualche modo lede la libertà dei cittadini.

Al netto delle questioni di principio, all'attacco pratico, pare roba da matti.

Che la mascherina all'aperto non sia l'uovo di Colombo è chiaro: la possibilità di contagiarsi all'aperto è alta solo in casi di forte assembramento. Ma rappresenta senz'altro una sicurezza in più e certo non provoca gran sconcerto nella popolazione.

Tanto è vero che anche da noi, prima di Natale, per  dimostrare spirito interventista a fronte dell'impennata di contagi, l'obbligo di mascherina era stato il primo provvedimento imposto da tanti sindaci (prima che fosse sancito a livello nazionale anche nel Decreto festività): insomma, non è la panacea di tutti i mali, ma male non fa e diamo prova di non rimanere con le mani in mano...

...ma da qui a buttare nel cestino le mascherine all'aperto come hanno fatto i più realisti del re d'Oltralpe ce ne corre.

Covid, stop alle mascherine all'aperto: la decisione

La decisione dei giudici francesi è arrivata nelle scorse ore e a prenderla è stato il Tribunale amministrativo di Parigi ha sospeso il decreto prefettizio che rende obbligatorio l'uso della mascherina all'aperto nella capitale francese dal 31 dicembre.

In quel periodo, moltissime città europee avevano adottato il provvedimento delle mascherine all'aperto per contrastare l'aumento dei contagi nel periodo cruciale delle festività, soprattutto nelle grandi città e nei loro centri storici, per "arginare" i pericoli e le conseguenze dei quasi inevitabili assembramenti.

Stop alle mascherine all'aperto, la motivazione

La decisione del Tribunale amministrativo di Parigi arriva il giorno dopo quella del Tribunale amministrativo di Versailles, che aveva sospeso un decreto simile, primo sul territorio nazionale, ritenendo che il provvedimento comportasse "un attacco eccessivo, sproporzionato e inopportuno alla libertà individuale".

Stop alle mascherine all'aperto, la situazione Covid in Francia

La decisione del Tribunale amministrativo di Parigi arriva proprio nei giorni in cui la Francia, come anche il resto d'Europa, è alle prese con un sensibile aumento dei contagi Covid dovuti come noto all'incidenza della variante Omicron.

Nell'ultimissimo periodo di riferimento per quanto concerne l'analisi settimanale dei contagi, la Francia è seconda al mondo per numero di casi positivi (quasi 1,6 mln di nuovi casi; +46%), tanto che nei giorni scorsi aveva fatto scalpore la frase del presidente Emmanuel Macron che aveva sentenziato:

"Non daremo tregua ai non vaccinati"

Una situazione critica, solo parzialmente compensata da una leggere diminuzione dei decessi.

Mascherine, il dibattito: la previsione dell'infettivologo Bassetti

Come detto, la decisione del Tribunale amministrativo di Parigi riaprirà un dibattito sempre attuale e spinoso anche in Italia, specie dopo il passaggio delle nostre Regioni in giallo e forse addirittura nei prossimi giorni in arancione e quindi con le disposizioni che riguardano le mascherine.

Nei giorni scorsi, sul tema è intervenuto anche il direttore della clinica Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova, l'infettivologo Matteo Bassetti.

L'esperto, nell'ipotizzare il passaggio da pandemia a endemia nella fase centrale della primavera, ha anche lanciato una previsione proprio sulle mascherine. Bassetti ha infatti auspicato di "abbandonarne, tra non molto tempo, l'uso".