Allerta Ue

Sostanze tossiche in profumi e shampoo di grandi marche: l'elenco dei prodotti a rischio che potreste avere a casa:

Nel mirino stavolta finiscono prodotti per i capelli e il corpo, ma anche profumi di note marche

Sostanze tossiche in profumi e shampoo di grandi marche: l'elenco dei prodotti a rischio che potreste avere a casa:
Pubblicato:
Aggiornato:

Lo sapete che potreste avere in casa e utilizzare quotidianamente o quasi alcuni prodotti per l'igiene personale potenzialmente pericolosi? Ci sono infatti shampoo, profumi, bagnoschiuma, creme e prodotti per i capelli, ma anche profumi, di marche anche molto note e diffuse, che contengono sostanze potenzialmente tossiche. Stiamo parlando di Bmhca o Lilial. Se non sapete di cosa stiamo parlando, è una sostanza potenzialmente tossica, "vietata" da qualche tempo dall'Unione Europea.

L'ultimo avviso è stato pubblicato proprio questa settimana.

Sostanze tossiche in profumi e shampoo: l'elenco

Anche a giugno non si fermano le allerte da parte della Ue. Di seguito i prodotti interessati dalle allerte della prima metà di giugno 2024 (cliccate sul singolo prodotto per leggere la segnalazione relativa).

Attenzione: le segnalazioni sono già state inviate ai produttori nei mesi scorsi (come potete leggere nelle relative allerte), e dunque i prodotti in questione non dovrebbero più essere sugli scaffali dei supermercati, ma potreste averli acquistati tempo fa e averli a casa.

Di seguito invece gli ultimi prodotti oggetto di allerta a fine maggio.

Nel mirino le ultime volte erano finiti shampoo, balsami e profumi di marche molto diffuse (Garnier, Enrico Coveri, Compagnia delle Indie, Playboy, L'Oreal, Neutro Roberts, Dove, Malizia, Pantene, solo per citarne alcune).

Clicca qui per i prodotti oggetto dei precedenti richiami di maggio.

Già segnalate in creme, saponi e deodoranti

Tra febbraio e marzo 2024 erano stati quattro i richiami da parte della Ue per numerosissimi prodotti contenenti la sostanza potenzialmente tossica.

Clicca qui per leggere i richiami di marzo 2024.

Clicca qui per i richiami di fine febbraio 2024.

Sempre a febbraio un altro richiamo aveva riguardato prodotti di marche molto note: Palmolive, Leocrema, Dermomed, Perlier, Bionsen.

Cosa è il Bmhca o Lilial

Lilial, o butylphenyl methylpropional (Bmhca), è una fragranza che per molto tempo è stata utilizzata in diversi cosmetici, ma che nel 2020 è stata classificata come sostanza tossica per la riproduzione.

Dal 2022 la Commissione Europea ne ha vietato l’utilizzo in tutti i prodotti, ma a oggi sono ancora molti i cosmetici in commercio ad averla nella lista degli ingredienti.

Impiegata per l'intenso profumo della sua fragranza, è stata utilizzata non solo per i cosmetici, ma pure per prodotti per la casa. Il lato negativo è l'elevato potenziale allergenico e pertanto è stata dichiarata inutilizzabile per i prodotti cosmetici.

Bmhca Lilial: l'elenco dei prodotti a rischio

La vicenda era "esplosa" tra la fine di settembre e l'inizio di ottobre 2023 quando erano stati sequestrati numerosi prodotti. Poi una nuova allerta era partita tra novembre e dicembre 2023. E poi anche nel 2024 le cose non sono cambiate.

Qui invece tutti i richiami precedenti dal sito Rapex.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali