Attualità
La soluzione

Ricette mediche illeggibili addio: Google le traduce con l'intelligenza artificiale

Le nuove funzionalità di Google Lens potrebbero facilitare di non poco la vita di pazienti e farmacisti.

Ricette mediche illeggibili addio: Google le traduce con l'intelligenza artificiale
Attualità 21 Dicembre 2022 ore 16:11

L’intelligenza artificiale (o IA), al di là delle narrazioni distopiche di certi film, rappresenta il futuro e, anno dopo anno, le aziende del settore stanno facendo enormi passi avanti al fine di elaborare sofisticati software in grado di facilitare la vita di tutti i giorni. L'ultima innovazione, in questo senso, arriva direttamente da Google: il colosso informatico di Mountain View (California), infatti, sta testando e approfondendo un modello di intelligenza artificiale in grado di analizzare e comprendere la scrittura manuale. Ma dove sta però la peculiarità principale del nuovo sistema di Google? La big tech statunitense avrebbe preso in esame la calligrafia di medici e dottori nelle prescrizioni e referti scritti, sempre più al centro dell'ironia popolare perché considerata illeggibile (e meno male che, per stare sul sarcasmo, il Governo abbia deciso di inserire nel Decreto Milleproroghe la possibilità di ricevere le ricette via mail, sms o WhatsApp anche per il 2023...).

Ricette mediche illeggibili: l'intelligenza artificiale di Google prova a decifrarle

Cercare di decifrare ricette e prescrizioni dei dottori, a meno che tu non sia un farmacista, si sa, è cosa ardua. Comprendere il significato di lettere e parole scritte talvolta in modo allungato e talvolta simili a linee ondulate è una missione impossibile, così come lo è tentare di capire perché una tale grafia sia condivisa in modo uniforme da tutti coloro che praticano professioni mediche.

Sebbene il loro lavoro sia estremamente delicato, perché ci salvano quotidianamente da acciacchi, dolori e malattie, i medici vengono costantemente presi di mira per la loro scrittura incomprensibile, circostanza diventata parte integrante del senso comune e spesso al centro di vignette, sketch e battutine spiritose.

Ma il problema di comprendere che cosa ci sia scritto sui referti medici, ora, pare essere ad un passo dalla soluzione e il merito è tutto da affibbiare a Google. Il colosso tech statunitense, infatti, sarebbe al lavoro per valutare le nuove funzionalità dell'intelligenza artificiale Google Lens, un complesso sistema informatico, testato in India, in grado di analizzare e comprendere la scrittura manuale, con attenzione specifica per le ricette prescritte dai dottori.

Come funziona Google Lens

Durante il Google for India, l'evento annuale dell'azienda riferito al mercato dell'Asia meridionale, è stato infatti dichiarato che Google Lens è già nei telefonini della serie Pixel e scaricabile su Android e iPhone. L'intelligenza artificiale, scattando semplicemente una foto o caricandola dalla libreria del proprio smartphone, è in grado di rilevare i medicinali menzionati nella referto.

Il sistema informatico, tuttavia, non è ancora capace di capire quantità e modalità di assunzione, dettagli per i quali si dovrà fare ancora affidamento sulla memoria di quanto detto dal dottore.

Al momento il servizio è attivo solo in India, ma si spera che, se dovesse funzionare correttamente, possa essere esteso anche in altre parti del mondo.

"Una volta finalizzata, avremo un supporto di tecnologia assistita per la digitalizzazione di documenti medici scritti a mano - afferma la società in una nota - Tuttavia nessuna decisione verrà presa esclusivamente sulla base dell'output fornito dal sistema".

Tra le altre innovazioni, il colosso statunitense ha annunciato anche un nuovo modello di comprensione del testo che dovrebbe coprire più di 100 lingue indiane e da utilizzare nelle app di traduzione di Google.

Seguici sui nostri canali