Attualità
Nuove regole Covid

Nuove regole Covid 2023: per chi non serve più il tampone per uscire dall'isolamento

Quarantena ridotta a cinque giorni per gli asintomatici

Nuove regole Covid 2023: per chi non serve più il tampone per uscire dall'isolamento
Attualità 01 Gennaio 2023 ore 22:34

Cambiano ancora le regole sulla quarantena per i positivi al Covid. Il tampone obbligatorio per chi rientra o arriva dalla Cina non è infatti l'unica novità del nuovo anno. Il ministero della Salute ha ridotto a 5 giorni la durata dell’isolamento per i positivi asintomatici, anche in assenza di tampone negativo.

Quarantena Covid: niente più tampone per uscire dall'isolamento

Le novità contenute in una circolare apposita sono state introdotte dal Decreto Rave e riguardano in particolare coloro che  sono sempre stati asintomatici o che non presentano sintomi da almeno due giorni. Per loro l’isolamento potrà terminare dopo 5 giorni dal primo test positivo o dalla comparsa dei sintomi, a prescindere dall’effettuazione del test antigienico o molecolare. Il che vuol dire che si potrà tornare alla vita normale anche senza fare il tampone.

CLICCA QUI PER SCARICARE E LEGGERE LA CIRCOLARE DEL MINISTERO

Tampone per accorciare l'isolamento

Il tampone è invece necessario per accorciare ulteriormente l’isolamento per coloro che sono sempre stati asintomatici. Costoro potranno interrompere la misura non appena un test antigenico o molecolare effettuato presso struttura sanitaria/farmacia risulti negativo. La stessa condizione si applica ai soggetti immunodepressi, per i quali l’isolamento potrà terminare dopo un periodo minimo di 5 giorni, ma sempre necessariamente a seguito di un test antigenico o molecolare con risultato negativo.

Anche gli operatori sanitari, se asintomatici da almeno 2 giorni, potranno concludere l’isolamento non appena avranno un test antigenico o molecolare negativo.

Coloro che invece arrivano dalla Cina potranno terminare l’isolamento dopo un periodo minimo di 5 giorni dal primo test positivo, se asintomatici da almeno 2 giorni e negativi a un test antigenico o molecolare.

Cosa succede con le mascherine

Se all'uscita dalla quarantena non ci si sottoporrà al tampone, però, sarà necessario indossare la mascherina Ffp2 fino al decimo giorno dall’inizio dei sintomi o – nel caso degli asintomatici – dal primo test positivo.  Le mascherine  devono essere indossate negli ambienti al chiuso o in presenza di assembramenti dai soggetti che hanno avuto contatti stretti con soggetti   positivi, per i quali è applicato il regime dell’auto-sorveglianza. L’obbligo è valido fino al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto.

Gli operatori sanitari  devono eseguire un test antigenico o molecolare su base giornaliera fino al quinto giorno dall’ultimo contatto.

Seguici sui nostri canali