Attualità
utile ripasso

Negozi, supermercati, bar, cinema, lavoro: dove serve ancora indossare la mascherina e chi deve metterla

Obbligatoria ancora ovunque per i lavoratori, mentre maggiori libertà per i clienti.

Negozi, supermercati, bar, cinema, lavoro: dove serve ancora indossare la mascherina e chi deve metterla
Attualità 08 Maggio 2022 ore 11:44

Le regole sono cambiate dall'1 maggio, ma sono già state modificate per quanto riguarda il lavoro. Allora, facciamo un po' di chiarezza su dove dobbiamo ancora indossare la mascherina (al chiuso) e sui luoghi in cui è semplicemente "raccomandata".

Dove bisogna indossare ancora la mascherina al chiuso (e chi deve farlo)

La distinzione principale è soprattutto tra lavoratori e clienti. A seguito dell'accordo tra Governo e sindacati, infatti, sui luoghi di lavoro permane l'obbligo sino al 30 giugno, anche se le parti si sono ripromesse di aggiornarsi di nuovo a metà giugno per valutare la possibilità di eliminare il provvedimento nel caso la situazione migliorasse.  Per gli utenti di molte attività, invece, l'obbligo è ufficialmente decaduto dall'1 maggio. Dunque ci si troverà spesso da qui in avanti nella situazione in cui per stare nello stesso luogo qualcuno dovrà per forza indossare i Dpi, mentre qualcun altro no.

Bar e ristoranti

Obbligatorio indossare la mascherina (va bene anche la chirurgica) per i lavoratori. Per i clienti invece decade l'obbligo anche quando si alzano dal tavolo.

Cinema, teatri, sale da concerto

Obbligatorio indossare la mascherina Ffp2 per tutti, sia per il personale  di sala che per il pubblico.  Si può ovviamente abbassare mentre si sta mangiando (e c'è chi ha trovato una "scappatoia").

Negozi e supermercati

Obbligatorio indossare la mascherina per i lavoratori (va bene anche la chirurgica), anche nei luoghi all'aperto. Per i clienti invece nessun obbligo ma semplice "raccomandazione" (soprattutto nei momenti di maggiore afflusso).

Scuole

Sino alla fine dell'anno scolastico permane l'obbligo di indossare la mascherina per il personale scolastico e anche per gli alunni sopra i 6 anni. Anche per quelli dell'ultimo anno delle scuole dell'Infanzia che hanno già compiuto gli anni.

Discoteche

Mascherina obbligatoria per i lavoratori, mentre nessuna restrizione per i clienti, sia quando ballano sia quando non sono in pista.

Stadi e palazzetti

Nessun obbligo di indossare la mascherina negli stadi, considerato che ci si trova all'aperto. Per gli eventi e le competizioni che si svolgono nei palazzetti al chiuso invece fino al 15 giugno obbligatoria la mascherina Ffp2.

Hotel

Anche nelle strutture ricettive le restrizioni valgono solo per il personale, mentre i clienti possono stare liberamente senza mascherina.

Palestre e piscine

Anche in questo caso l'obbligo vale esclusivamente per i dipendenti di palestre, piscine e circoli sportivi. Per i frequentatori invece non ci sono restrizioni.

 Mezzi pubblici

Permane l'obbligo di indossare la mascherina sui mezzi di trasporto pubblico:

  •  aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto di persone;
  •  navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale;
  •  treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo interregionale, Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità;
  •  autobus adibiti a servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, effettuati su strada in modo continuativo o periodico su un percorso che collega più di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti;
  •  autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente;
  •  mezzi impiegati nei servizi di trasporto pubblico locale o regionale;
  •  mezzi di trasporto scolastico dedicato agli studenti di scuola primaria, secondaria di primo grado e di secondo grado;

Ospedali e strutture sanitarie

Obbligo di indossare la mascherina ancora in vigore per lavoratori, utenti e visitatori delle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali, ivi incluse le strutture di ospitalità e lungodegenza, le residenze sanitarie assistite (RSA), gli hospice, le strutture riabilitative, le strutture residenziali per anziani, anche non autosufficienti

Uffici pubblici

Negli uffici pubblici, a differenza delle strutture private, la mascherina non è obbligatoria ma l'utilizzo è semplicemente raccomandato, come da circolare del ministro Renato Brunetta.

La raccomandazione è diretta a:

  • personale a contatto con il pubblico sprovvisto di  barriere protettive
  • per chi è in fila a mensa o in altri spazi comuni
  • per chi condivide la stanza con personale "fragile", negli ascensori e nei casi in cui gli spazi non possano escludere affollamenti
  • per il personale che svolga la prestazione in stanze in comune con uno o più lavoratori, anche se si è solo in due, salvo che vi siano spazi tali da escludere affollamenti ma anche nel corso di riunioni in presenza
  • deve essere usata comunque se si è in coda, anche al bar o per entrare in ufficio e "in presenza di una qualsiasi sintomatologia che riguardi le vie respiratorie"
Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter