Attualità
un bel problema

Migliaia di Green pass finiscono online: come è stato possibile e cosa può succedere ora

La soluzione non è semplice. A meno di controllare anche i documenti...

Migliaia di Green pass finiscono online: come è stato possibile e cosa può succedere ora
Attualità 20 Novembre 2021 ore 16:43

Migliaia di Green pass apparentemente autentici, disponibili in Rete su una piattaforma di file sharing e scaricabili da chiunque. Con l'evidente rischio che possano essere manipolati e commercializzati.

Migliaia di Green pass in Rete

L'allarme sembrava inizialmente riguardare tutti i Green pass degli italiani. In realtà si tratta "soltanto" di un paio di migliaia. Si tratta di Green pass completi, non soltanto di Qr Code.

 L'intervento del Garante della privacy

Vista la gravità della situazione, il Garante per la protezione dei dati personali ha avviato d'urgenza un'indagine per accertare come sia stato possibile che questi dati siano finiti in rete e ha dato mandato al Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi tecnologiche della Guardia di Finanza di acquisire gli archivi on line e accertarne la provenienza.

“Considerata la gravità e la pericolosità di questa illecita diffusione di dati personali particolarmente delicati - recita una  nota del garante –, il garante per la protezione dei dati personali ha avviato d’urgenza un’indagine per accertare le modalità con le quali questi dati siano finiti in rete e ha dato mandato al Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi tecnologiche della Guardia di Finanza di acquisire gli archivi on line e accertarne la provenienza”.

Da dove vengono?

Ma da dove vengono i Green pass "hackerati". Secondo Matteo Flora, esperto di situazioni cyber, due sono le ipotesi principali. Qualcuno ha trovato il repository di qualche ente o azienda che aveva i Green pass dei dipendenti e li ha scaricati. Più facile - secondo l'esperto  - che arrivino da sistemi di condivisione. Secondo Flora le persone hanno l'abitudine di condividere all'interno di Emule la cartella di download, ed è probabile che qualcuno abbia fatto "caccia" di Green pass sui contenuti scaricati e abbia trovato questi.

 

Cosa succede?

Ora cosa succede. La questione è seria. I certificati potrebbero essere revocati perché contraffatti, ma sarebbe necessario avvisare i proprietari del Green pass "originale" che qualcuno lo ha sottratto.

Se questa cosa non avvenisse ci sarebbero un paio di migliaia di certificati fasulli in giro per l'Italia. Non tantissimi, per la verità, ma abbastanza per creare problemi.

L'alternativa? Molto semplice: chiedere il documento insieme al Green pass...