Attualità
Nuova allerta

Listeria, nuovo allarme: ritirato il pecorino venduto alla Lidl

Ecco i lotti di prodotto a cui dovete fare attenzione se li avete acquistati.

Listeria, nuovo allarme: ritirato il pecorino venduto alla Lidl
Attualità 13 Dicembre 2022 ore 14:43

Un nuovo allarme listeria in Italia. A essere ritirato dagli scaffali dei supermercati questa volta è il pecorino stagionato al tartufo dei supermercati Lidl.

Allarme listeria: ritirato pecorino alla Lidl

Ennesimo allarme listeria in Italia. Questa volta finisce nel mirino del ministero della Salute il pecorino stagionato al tartufo. Questa volta il provvedimento è scattato a seguito di un'analisi svolta in autocontrollo, durante la quale è stata rilevata la presenza di Listeria monocytogenes oltre il limite consentito.

Il prodotto "incriminato" è il pecorino al tartufo prodotto da Rocca Toscana formaggi Srl nello stabilimento di Arezzo. Il lotto a cui fare attenzione è il TA222744, nella confezione da 180 grammi con scadenza 19 marzo 2023.

Il formaggio è commercializzato presso i supermercati Lidl.

Lidl e Rocca Toscana invitano i consumatori a non consumare il prodotto e a riportarlo al punto vendita per il rimborso.

Listeria: continua l'allerta

Continua dunque l'allerta listeria. Nel fine settimana erano stati ritirati dei tranci di salmone affumicato - prodotto che va per la maggiore sotto le feste di Natale - ma la questione ha riguardato svariati prodotti: dai wurstel (i primi che avevano fatto scoppiare il caso) al gorgonzola, passando per affettati e dolci.

Cosa è la Listeria

Ma di cosa stiamo parlando? La listeria è un batterio che può creare problemi di vario genere all'uomo. La gravità della sintomatologia varia sensibilmente in funzione della dose infettante e dello stato di salute dell’individuo colpito. Si va da forme simil-influenzali o gastroenteriche, accompagnate a volte da febbre elevata fino, nei soggetti a rischio, a forme setticemiche, meningiti o aborto.

Listeria monocytogenes resiste molto bene alle basse temperature e all’essiccamento, in alimenti conservati a temperatura di refrigerazione (4°C). È invece molto sensibile alle usuali temperature di cottura domestica degli alimenti.

Listeria: i comportamenti corretti per prevenire

Per prevenire è necessario prestare massima attenzione alle corrette modalità di conservazione, preparazione e consumo degli alimenti indicate in modo preciso nell'etichetta presente sulla confezione, che normalmente comportano la cottura prima del consumo.

L’adozione di semplici regole di igiene nella manipolazione degli alimenti, anche a livello domestico, riduce infatti il rischio di contrarre la malattia.

In particolare serve:

  • lavarsi spesso le mani, pulire frequentemente tutte le superfici e i materiali che vengono a contatto con gli alimenti (utensili, piccoli elettrodomestici, frigorifero, strofinacci e spugnette);
  • conservare in frigorifero gli alimenti crudi, cotti e pronti al consumo in modo separato e all’interno di contenitori chiusi;
  • cuocere bene gli alimenti seguendo le indicazioni del produttore riportate in etichetta;
  • non preparare con troppo anticipo gli alimenti da consumarsi previa cottura (in caso contrario conservarli in frigo e riscaldarli prima del consumo);
  • non lasciare i cibi deperibili a temperatura ambiente e rispettare la temperatura di conservazione riportata in etichetta
Seguici sui nostri canali