Attualità
INCREDIBILE NOVITA'

La svolta dell'Intelligenza artificiale, ecco la nuova canzone dei Beatles

Una svolta epocale grazie alla tecnologia e al materiale registrato in un vecchio provino. E per la critica è pure un successo

La svolta dell'Intelligenza artificiale, ecco la nuova canzone dei Beatles
Attualità Aggiornamento:

A oltre 60 anni dal loro debutto, ma soprattutto a ormai oltre 50 anni dal loro scioglimento ecco una nuova canzone dei Beatles.

Non è uno scherzo, non è una mossa pubblicitaria, ma è tutto vero: questo fine settimana registra la pubblicazione di "Now and Then", la prima nuova canzone della band dal 1995.

Unica annotazione non certo di poco conto, ma che segnerà una svolta storica è che la canzone è stata realizzata grazie all'ausilio di tecnologie di intelligenza artificiale.

Now and Then, alle origini del "nuovo" brano

Il brano è stato "costruito" grazie al materiale di un provino che John Lennon aveva eseguito negli anni '70 ed era stato poi completato negli anni '90 con l'aggiunta di alcune parti di chitarra di George Harrison.

La vera novità (Lennon ed Harrison come noto sono morti da tempo) riguarda Paul McCartney e Ringo Starr che nei mesi scorsi hanno ultimato la canzone, con l'aiuto di un software capace di isolare la voce di Lennon (che in quel provino era accompagnata dal pianoforte), riuscendo così di creare un arrangiamento moderno attorno alla voce originale.

I commenti

A un primo ascolto e secondo una critica piuttosto concorde "Now and Then" rifletterebbe il suono tipico delle ballate dei Beatles del periodo Abbey Road dove tutti i componenti di fatto emergerebbero con  il loro stile e il loro apporto.

Il risultato sarebbe quello di un brano "bollato" un po' come vintage ma tutto sommato dal suono moderno, che non sembrerebbe comunque in qualche modo oltraggiare la storia e la leggenda della band di Liverpool.

Now and Then, ecco il brano

I Beatles e l'Intelligenza artificiale

Come detto, la grande novità probabilmente epocale è la tecnologia dell'intelligenza artificiale che ha permesso di realizzare e completare una canzone rimasta incompiuta e relegata a poco più di un provino.

In realtà, già negli anni '90 i Beatles provarono a completare "Now and Then" per l'album Anthology, ma allora riuscì impossibile isolare perfettamente la voce di Lennon.

Operazione riuscita oggi grazie agli algoritmi avanzatissimi tecnologicamente di "separazione audio".

Un risultato che apre le porte a possibili futuri scenari e alla domanda forse più banale: quando uscirà la prossima canzone dei Beatles?

Seguici sui nostri canali