Attualità
la svolta

Green pass: il Governo valuta di abbassare il costo dei tamponi

Lo rivelano i segretari di Cgil, Cisl e Uil dopo l'incontro con il premier Mario Draghi.

Green pass: il Governo valuta di abbassare il costo dei tamponi
Attualità 14 Ottobre 2021 ore 12:10

Dopo le proteste e le polemiche, il Governo fa un passo indietro. E si dichiara pronto a rivedere verso il basso il costo dei tamponi. Dopo il caso dei portuali di Trieste, e la circolare - poi smentita - che invitava le aziende a fornire gratuitamente i test pur di scongiurare il blocco minacciato a partire da venerdì 15 ottobre 2021, l'Esecutivo sembra propenso a rivedere i costi dei test. (foto copertina da sito Uil.it)

Governo pronto ad abbassare il costo dei tamponi

A darne notizia sono stati i segretari dei tre sindacati più importanti Pierpaolo Bombardieri (Uil), Maurizio Landini (Cgil) e  Luigi Sbarra (Cisl) a margine dell'incontro avvenuto stamattina, giovedì 14 ottobre 2021, con il presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi:

"Abbiamo riproposto di calmierare i costi dei tamponi e di trovare una soluzione come il credito di imposta per le aziende per sostenere le spese per i tamponi e la sanificazione Su questo stiamo facendo accordi per tamponi gratuiti in molte aziende. Draghi ha risposto che ne parleranno in Consiglio dei Ministri e verificheranno cosa succederà nelle prossime ore".


Dibattito acceso

I sindacati da tempo spingono affinché il costo dei test non ricada sui lavoratori. Una posizione sostenuta anche dalla Lega e da Fratelli d'Italia, e il fronte dei "tamponi gratis" ha visto negli ultimi giorni anche l'adesione di Beppe Grillo (che ha proposto siano pagati dall'Inps).

Al momento ci sono in Italia alcune aziende che hanno deciso di pagare di tasca propria i tamponi ai dipendenti, per  non rischiare di avere troppe assenze e rallentare produzione e operatività, ma non ci sono linee comuni. Anzi, le associazioni di categoria sconsigliano questa strada. Ma potrebbero cambiare idea se arrivasse una grossa "spinta" da parte del Governo.

L'abbassamento del costo dei tamponi per i lavoratori potrebbe però, dall'altra parte, provocare anche qualche malumore in  chi si è deciso a sottoporsi al vaccino a seguito del decreto Green pass, per evitare di spendere circa 180 euro al mese.