Attualità
nuova ordinanza

Green pass sui treni: come cambiano le regole

Cambiano le norme anche per taxi e Ncc. Sui sedili posteriori non più di due persone (se non sono parenti).

Green pass sui treni: come cambiano le regole
Attualità 15 Novembre 2021 ore 14:51

Cambiano le regole sul Green pass   sui treni. Il Green pass dovrà essere controllato prima di salire e non più durante il viaggio. Lo ha stabilito una nuova ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza e del collega al Lavoro Enrico Giovannini.

Green pass sui treni: controllo prima di salire

In base a una nuova ordinanza firmata dai ministri della Salute e del Lavoro, il possesso della certificazione verde da parte dei viaggiatori dovrà essere verificato prima di salire a bordo e non più come avvenuto sinora durante il viaggio. A giustificare il cambio di rotta - come si legge sulla comunicazione del Ministero dei Trasporti - l'evoluzione della situazione pandemica che anche in Italia è tornata a fare paura.

LEGGI ANCHE: Green pass, il ministro Speranza esclude modifiche prima di Natale, ma si pensa a una versione "rafforzata"

Le modifiche

Inoltre, nel settore ferroviario è previsto che, in caso di presenza di passeggeri con sintomi riconducibili al Covid-19, le autorità sanitarie e la polizia ferroviaria possono decidere  di fermare il treno per procedere a interventi d’urgenza o di prevedere appositi spazi dedicati. L’azienda dovrà poi sanificare il convoglio interessato prima di rimetterlo in esercizio.

Per quanto riguarda i controlli del Green pass ecco cosa dice il passaggio del Ministero:

"Nei grandi hub ferroviari (Milano Centrale, Roma Termini, Firenze Santa Maria Novella), e dove possibile anche nelle altre stazioni, il controllo del Green pass deve essere effettuato preferibilmente prima della salita sul mezzo. In caso contrario, il controllo può essere effettuato dal personale di bordo insieme alla verifica del biglietto".

Taxi e Ncc

Novità in vista anche per taxi e servizio Ncc. I  sedili posteriori non dovranno essere occupati da più di due passeggeri se non sono componenti dello stesso nucleo familiare e all’interno del veicolo è possibile installare paratie divisorie tra conducente e passeggero.

 LEGGI E SCARICA L'ORDINANZA COMPLETA