Attualità
la campagna di coop

Essere No vax? Per qualcuno non è una scelta

Nei Paesi poveri molti non possono vaccinarsi. E la cosa influisce (non poco) sulla nascita delle varianti.

Attualità 24 Dicembre 2021 ore 17:46

Per qualcuno essere No vax non è una scelta. E' la frase scelta da Coop per lanciare la raccolta fondi #coopforafrica, che si pone l'obiettivo di  favorire la vaccinazione e la lotta al Covid in Africa,  dove solo il 7% della popolazione ha ricevuto la prima dose.

Per qualcuno essere No vax non è una scelta

L'obiettivo della campagna è raggiungere oltre un milione di euro di donazioni, di modo da poter vaccinare circa 250.000 persone. Sulla necessità di vaccinare i Paesi poveri si sono spese nel tempo voci autorevoli, da Papa Francesco (che già mesi fa, ad aprile, aveva parlato delle necessità di fornire dosi di siero alle popolazioni più svantaggiate) al premier Mario Draghi. Gli Stati europei stanno facendo qualcosa (l'Italia ha fornito 45 milioni di dosi), ma evidentemente non basta. E prova ne è la facilità con cui la variante Omicron si è diffusa a partire proprio dal Sudafrica, uno dei Paesi più avanzati del Continente Nero ma dove comunque la percentuale di immunizzazioni è piuttosto bassa.

LEGGI ANCHE: Vaccini, l'Italia in aiuto dei Paesi poveri

Come donare

Le possibilità per donare sono tre:

  • piattaforma Eppela (www.eppela.com/coopforafrica);
  • conto corrente dedicato (Iban: IT 12 E 02008 05364 000106277813);
  • alle casse degli oltre 1100 punti vendita Coop.