Attualità
covid

Entro fine anno terza dose di vaccino per i cinquantenni

Il sottosegretario alla Salute Andrea Costa illustra il nuovo cronoprogramma. Per chi ha fatto il monodose J&J sarà fatta una seconda iniezione con Pfizer o Moderna.

Entro fine anno terza dose di vaccino per i cinquantenni
Attualità 03 Novembre 2021 ore 09:58

Il Governo tira dritto per la sua strada e accelera sulla campagna vaccinale. Se l'effetto Green pass sulle prime dosi sembra un po' scemato, la corsa ora è sulla terza dose per i cinquantenni.  E per loro il momento dell'inoculazione si avvicina (in copertina il premio Nobel per la Fisica Giorgio Parisi mentre si sottopone alla terza dose)

Terza dose per i cinquantenni entro il 31 dicembre

A tracciare un nuovo cronoprogramma è stato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa e margine della visita allo Stabilimento Chimico Farmaceutico di Firenze.

"E' ragionevole pensare a un'estensione della platea delle terze dosi. Entro la fine dell'anno potremo arrivare ai cinquantenni".

Un cambiamento sul piano originario che potrebbe creare qualche "coda" o difficoltà logistica. E così Costa ha colto l'occasione per fare anche un appello a tutti coloro per i quali è già prevista la somministrazione della terza dose (persone fragili  - immunocompromessi, trapiantati, malati oncologici - , over 80over 60 e personale sanitario):

"Devono iniziare a prenotarsi nelle piattaforme regionali per aiutare da un punto di vista organizzativo e logistico".


Per chi ha fatto il monodose Johnson & Johnson

E per chi ha fatto il monodose Johnson & Johnson come funzionerà? Per loro (in Italia sono circa un milione e mezzo di cittadini) ci sarà una seconda dose che verrà calendarizzata sei mesi dopo la prima e che verrà fatta con Pfizer e Moderna. Il pronunciamento dell'Ema sulla questione è arrivato mercoledì 3 novembre 2021.

Obiettivo 90%

Al di là delle terze dosi, l'impegno del Governo per convincere anche gli ultimi scettici sulla vaccinazione prosegue. E l'obiettivo rimane il 90% di popolazione (over 12) vaccinata. Un traguardo che - secondo l'infettivologo Matteo Bassetti - potrebbe portare alla fine dell'uso delle mascherine. Sull'argomento Costa ha voluto aggiungere un'altra restrizione che potrebbe cadere:

"L'obiettivo è quello di raggiungere il 90% dei vaccinati, a quel punto credo che si possa aprire una fase nuova e rivedere anche le misure restrittive, come l'utilizzo del Green pass"