Attualità
la previsione

Bassetti: "Col 90% di vaccinati via le mascherine anche al chiuso"

"Dovrebbe continuare a usarla chi non è vaccinato, non per obbligo, ma per proteggersi".

Bassetti: "Col 90% di vaccinati via le mascherine anche al chiuso"
Attualità 17 Ottobre 2021 ore 23:03

Nel 2022 potremo raggiungere la quota del 90% della popolazione vaccinata, e a quel punto sarà possibile dire addio alle mascherine, anche al chiuso. E' la previsione dell'infettivologo dell'ospedale San Martino di Genova Matteo Bassetti, volto oramai diventato noto nell'ultimo anno e mezzo di pandemia.

Bassetti: "Se nel 2022 avremo il 90% dei vaccinati potremo togliere le mascherine"

Secondo l'esperto - e secondo anche i dati che arrivano quotidianamente dai vari monitoraggi - la situazione è in costante miglioramento, e la campagna vaccinale si avvicina a toccare la quota del 90% della popolazione over 12. Un risultato che per Bassetti potrebbe permetterci di eliminare tutte le restrizioni, compresa appunto la mascherina al chiuso.

"Lo stato d'emergenza si conclude il 31 dicembre - ricorda l'esperto, parlando all'Adnkronos - e credo ragionevolmente che, se per quella data avremo raggiunto il 90% della popolazione totale immune  perché vaccinata o guarita e ancora coperta, a quel punto obblighi e restrizioni andranno levati. Ovviamente   la mascherina dovrebbe continuare a usarla chi non è vaccinato, non per obbligo, ma per proteggersi. Però credo che sarà giusto togliere l'obbligo delle mascherine al chiuso, mantenendo la possibilità di usarla per chiunque in determinate situazioni voglia proteggersi meglio".

Favorevole ai vaccini

Sul fatto che Bassetti - che a breve si sottoporrà alla terza dose - fosse assolutamente favorevole ai vaccini non c'erano dubbi. E' stato anche il primo firmatario della petizione per chiedere a Governo e Parlamento una legge nazionale che imponga in Italia la vaccinazione obbligatoria anti-Covid, lanciata da Assoutenti, associazione dei consumatori.

E lo dimostra anche la sua ultima uscita social:

"La situazione ospedaliera per quel che riguarda il Covid è assolutamente tranquilla. Molto tranquilla. Oggi ho confrontato i dati della settimana che si sta concludendo con i dati dei ricoveri Covid della stessa settimana del 2020. Questa settimana qui al San Martino abbiamo avuto 4 ricoveri ( tutti di persone non vaccinate), di cui uno in terapia intensiva. Un anno fa  nella stessa settimana avevamo avuto 70 ricoveri, di cui 9 in terapia intensiva. In tutta la Liguria c’erano 380 ricoverati, di cui 32 in rianimazione nel 2020. Oggi ne abbiamo 56, di cui 5 in terapia intensiva. Che cosa abbiamo oggi che non avevamo nello stesso mese del 2020? Indovinate un po’?
I vaccini. Gli stessi per cui c’è qualcuno che manifesta in piazza e in TV con violenza dicendo ogni stupidaggine e insulta chi la pensa diversamente. Si tratta di negazionismo dell’evidenza dei fatti. Viva la scienza. Quella che ci sta portando fuori dalla pandemia".