Attualità
Bollettino coronavirus

Dati Covid oggi 17 settembre: terapie intensive -6

Brusaferro (Iss): "L'Italia si caratterizza come uno dei Paesi con la circolazione più contenuta del virus in tutta Europa". 

Dati Covid oggi 17 settembre: terapie intensive -6
Attualità 09 Settembre 2021 ore 18:49

Continua la lenta discesa dei dati Covid in Italia. Oggi, venerdì 17 settembre 2021, sono 4.552 i tamponi positivi, secondo i dati diffusi nel pomeriggio dal Ministero della Salute. Un dato in calo rispetto a ieri, quando i test positivi  erano stati 5.117. I decessi sono invece 66.

Dati Covid oggi 17 settembre

In tutto il Paese sono 284.579 i test effettuati (meno di ieri, quando erano stati 306.267): il tasso di positività rimane invariato all'1,6%.
Le buone notizie arrivano dai reparti di Terapia intensiva, quelli storicamente da tenere d'occhio per capire l'andamento della pandemia: tra entrate e uscite il saldo è di 6 letti occupati in meno. Trentaquattro gli ingressi (4 in più di giovedì). I ricoverati nei reparti sono invece   3.989, 29 in meno rispetto a ieri.

Il virus circola di meno in Italia

Numeri che - accompagnati a quelli della campagna vaccinale, che dovrebbe prendere ulteriormente vigore con le nuove norme sul Green pass, obbligatorio sul lavoro dal 15 ottobre - fanno sorridere il presidente dell'Istituto superiore di Sanità Silvio Brusaferro.

"L'Italia si caratterizza come uno dei Paesi con la circolazione più contenuta del virus in tutta Europa.  La curva in Italia è rimasta contenuta, e ciò grazie alle vaccinazioni, e nell'ultimo periodo c'è un decremento".

LEGGI ANCHE: Stavolta primi della classe! Fauci promuove la gestione italiana del Covid

Dati che arrivano dopo che la gestione della pandemia in Italia ha incassato anche il plauso di Anthony Fauci, consulente della Casa Bianca. Ma il direttore della Prevenzione del Ministero della Salute Gianni Rezza ha comunque invitato a non abbassare la guardia.

"I dati di questa settimana sono abbastanza confortanti, sia per la trasmissibilità Rt sia per l'incidenza e il tasso in calo dei ricoveri, la situazione è quindi abbastanza positiva. Stanno però riprendendo attività e scuole e a fronte della diffusione della variante Delta bisogna continuare a mantenere precauzioni".

 

TUTTI I BOLLETTINI PRECEDENTI