Attualità
FINE SETTIMANA "INFERNALE"

Caldo record, le città a rischio nel week end

Problemi non solo per l'agricoltura e la salute, ma anche per le infrastrutture: disagi a Milano e La Spezia per i binari a 60 gradi.

Caldo record, le città a rischio nel week end
Attualità 23 Luglio 2022 ore 09:07

Caldo record, le città a rischio nel week end. L'anticiclone Apocalisse 4800 (un nome, un programma) farà aumentare ancora le temperature in questo fine settimana. 

Sono 16 le città "a rischio" e a Milano si sfioreranno addirittura i 40 gradi.

Caldo record, la mappa delle 16 città "infernali"

Nella fattispecie a Milano si toccheranno i 39 gradi e mezzo, una temperatura che non si registrava dal 2003. Ma non andrà certo meglio nel resto d'Italia: Roma, Firenze, Napoli, Palermo, ma anche Marche, Umbria, Puglia e Sardegna vedranno temperature da record.

La giornata di sabato 23 luglio 2022 per il capoluogo della Lombardia sarà decisamente "infernale" e sarà così anche per quella di domenica 24 luglio dove punte di caldo record si toccheranno anche in Puglia (in particolare a Taranto e Foggia).

Tutto il centro Italia e in particolare la Sardegna saranno comunque da "bollino rosso" per quanto concerne i termometri.

Alcune nuvole daranno un po' di refrigerio nella serata di sabato (in Piemonte) e in quella di domenica (a Napoli), ma per vedere un po' d'acqua e il calo delle temperature bisognerà attendere settimana prossima.

Caldo record, problemi sulle rotaie: deraglia un treno a La Spezia, rallenta la Metro a Milano

Ma il caldo record non sta portando allarme e criticità per la situazione dell'agricoltura e la salute delle persone: il caldo infernale che si protrae ormai da settimane ha provocato gravi disagi alle infrastrutture e alla circolazione.

Come a La Spezia dove è deragliato un treno (fortunatamente non ci sono stati feriti) e a Milano dove il caldo sui binari ha consigliato vertici e responsabili tecnici di Atm di rallentare la velocità dei treni della Metropolitana.

I binari hanno infatti raggiunto la temperatura di 60 gradi e hanno costretto ad applicare i protocolli di sicurezza previsti in questi casi.

Quando ci sarà la tregua (ma arrivano forti temporali)

Secondo gli esperti però l'anticiclone africano è ormai arrivato a raggiungere il suo "picco".

Sulle Alpi qualche temporale è già annunciato in effetti questo fine settimana, ma le cose dovrebbero cambiare dalla prossima settimana, da martedì 26 quando l'aria più fresca in arrivo dal Nord Europa potrebbe dare una tregua al caldo soprattutto al Nord. 

Come spesso accade, lo scontro di aria fredda e caldissima porterà però anche problemi: fortissimi potrebbero colpire proprio martedì alcune zone dell'Italia settentrionale.

E potrebbe essere così anche mercoledì 27, sempre al nord, con temporali violenti e grandinate.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter