da seguire

Le regole da seguire per affrontare il caldo

Serve una corretta idratazione, bevendo almeno 2 litri d’acqua e mangiando leggero, privilegiando frutta e verdura

Le regole da seguire per affrontare il caldo
Il mio stile di vita 03 Luglio 2022 ore 17:30

Quali sono le regole da seguire per affrontare il caldo? L’ondata che stiamo attraversando ormai da qualche settimana sta sicuramente mettendo a rischio la nostra salute. Temperature molto elevate, al di sopra della media del mese di giugno, e precisazioni scarse, stanno affliggendo questo periodo. Ciò incide anche sul riposo, perché le notti rovente non aiutano di certo ad un corretto relax, e sulla vita di tutti di giorni. Vale per tutti, dai bambini agli anziani, ma in particolare si può affermare che le donne in gravidanza debbano stare particolarmente attente al grande caldo. Esistono alcuni suggerimenti che se osservati consentono di trascorrere un’estate in salute alle future mamme e ai loro bambini, così come a tutto il resto della popolazione.

Le regole da seguire per affrontare il caldo

In gravidanza, il corpo della donna va incontro ad una serie di cambiamenti fisiologici: l’aumento del volume del sangue materno per un adeguato flusso sanguigno alla placenta, richiede una sufficiente idratazione. Il caldo può essere causa di disidratazione, con la perdita, attraverso la sudorazione, di liquidi e sali minerali, preziosi per l’equilibrio materno-fetale. È importante assicurare un adeguato apporto di liquidi attraverso l’assunzione di acqua e alimenti. Ma quali sono i sintomi della disidratazione? Sete intensa, crampi muscolari (soprattutto di notte), debolezza, vertigini, palpitazioni, ansia, pelle e mucose asciutte, abbassamento della pressione arteriosa. Cosa fare? Reintegrare i liquidi persi bevendo acqua in abbondanza o altre bevande.

Suggerimenti per tutti

Più in generale possiamo affermare che bere almeno due litri d’acqua al giorno sia una pratica da seguire per ridurre il rischio disidratazione. Allo stesso tempo è opportuno limitare il consumo di bevande gassate o zuccherate, così come l’assunzione di tè o caffè. Bene evitare anche bevande molto fredde e alcoliche. Serve dunque curare in modo particolare l’alimentazione, facendo pasti leggeri, ricchi di acqua, frutta e verdura fresca, così come fare attenzione alla corretta preparazione e conservazione dei cibi. Non è tutto, perché durante le ondate di calore è opportuno cercare di migliorare il microclima della propria abitazione, oscurando le finestre dove batte il sole con tende, persiane, veneziane o altri accorgimenti. E’ utile chiudere le finestre durante il giorno, aprendole durante le ore più fresche della giornata, cercando di trascorrere maggior tempo nella stanza meno calda dell’abitazione.

Condizionatore e vacanze

Capitolo condizionatore, per chi ne possiede uno: la temperatura va regolata tra i 24 e i 26 gradi, evitando in contemporanea l’utilizzo di elettrodomestici che producono calore e consumano energia. E’ sempre importante indossare indumenti leggeri. Ovunque si vada è consigliabile esporsi al sole solo nelle ore meno calde del giorno (la mattina presto o il tardo pomeriggio). E allo stesso tempo utilizzare sempre creme protettive per evitare scottature e la comparsa di macchie scure sulla pelle (queste sono più frequenti in gravidanza a causa delle modificazioni ormonali). Ben vengano passeggiate a piedi nudi sul bagnasciuga per favorire la circolazione sanguigna.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter