Attualità
Festeggiare l'anno che verrà

Botti di Capodanno: consigli su come usarli per non fare danno (a noi e ai nostri animali)

Fate attenzione a non comprare fuochi d'artificio senza etichetta e alla direzione in cui li lanciate. Con cani e gatti, invece, mai lasciarli soli e minimizzare i rumori

Botti di Capodanno: consigli su come usarli per non fare danno (a noi e ai nostri animali)
Attualità 28 Dicembre 2022 ore 11:02

Al prossimo Capodanno 2023 mancano sempre meno ore e se qualcuno non sapesse ancora cosa fare, trova qui il meglio dei concerti e degli show organizzati nelle più importanti piazze d'Italia.

Dare il saluto all'anno che verrà, però, equivale anche ad assistere agli spettacoli pirotecnici dei fuochi d'artificio di mezzanotte, una pratica facilmente realizzabile persino da casa, qualora si avessero spazi adatti per farlo.

Chiunque avesse intenzione di acquistare i cosiddetti botti di Capodanno, tuttavia, è chiamato a prestare la massima attenzione: ecco qui di seguito una serie di buoni consigli e prassi per evitare incidenti, considerando che in alcune città sono previste specifiche ordinanze e divieti (senza dimenticare un occhio ai nostri amici animali che, durante la notte di San Silvestro, vanno incontro a grossi spaventi).

Botti di Capodanno: consigli su come usarli per evitare incidenti

Con l'avvicinarsi del Capodanno, dopo la corsa ai regali di Natale, si assiste ora a quella agli acquisti di fuochi d'artificio, botti e petardi di ogni tipo, con il solo obiettivo di celebrare al meglio l'arrivo del nuovo anno. La frenesia dei festeggiamenti, tuttavia, può essere ragione di situazioni al limite che possono portare a veri e propri incidenti, anche gravi.

Per questo motivo, affinché tutto avvenga in sicurezza, l'Arma dei Carabinieri ha stilato una lista di consigli per utilizzarli senza che si verifichino troppi grattacapi:

  1. Innanzitutto, quando si acquistano i fuochi d'artificio, è buona cosa non comprare quelli privi di etichetta. Al momento dell'accensione, mai avvicinare viso e occhi alla miccia. I fuochi di artificio vanno accesi all'aperto, lontano da case, automobili e dalla scatola degli altri fuochi per limitare il rischio di incendio e incidenti.
  2. Bisogna fare attenzione alla direzione in cui si lanciano i fuochi: controllare che non ci siano delle persone, perciò non vanno lanciate verso zone buie né da balconi né da finestre. I fuochi non vanno mai accesi dentro nessun tipo di contenitore, soprattutto se in ferro, perché l'esplosione degli artifizi potrebbe generare la dispersione di schegge omnidirezionali che si trasformerebbero in tanti piccoli e pericolosi "proiettili".
  3. Va sempre tenuto a portata di mano un estintore da usare in caso di incendio. Mai bagnarli con acqua, alcuni fuochi sia legali che illegali hanno contengono alluminio, quest'ultimo se a contatto con l'acqua potrebbe andare in autocombustione provocando lo scoppio non voluto dell'artifizio.
  4. Se uno dei botti dovesse in qualche modo colpirvi, in caso di ustione è consigliabile raffreddare la zona colpita per limitare i danni alla pelle determinati dall'aumento della temperatura.
  5. Quando si trovano fuochi d'artificio che funzionano male e perciò non bruciano, non si deve mai cercare di riaccenderli ma bisogna allontanarsi dalla zona e segnalare la loro presenza alle forze di Polizia per la loro corretta inertizzazione, mediante l'intervento di personale specializzato. Non cercare di accendere i fuochi trovati per terra: taluni impiegano ore a bruciare il cartoncino pressato della spoletta. Il movimento del corpo nell'avvicinarsi ad un fuoco inesploso, a causa del piccolo movimento di aria che si crea, può alimentare la fiammella provocando l'esplosione.
  6. Non provare a recuperare la miscela esplosiva od esplodente dai fuochi non esplosi e non provare a costruire fuochi d'artificio artigianali: delle semplici cause esterne tipo la pressione, l'urto, lo sfregamento ed il calore potrebbero determinare un'esplosione non controllata, con conseguenze anche gravi.
  7. È vietato vendere ed acquistare in forma ambulante prodotti realizzati clandestinamente. Costituisce reato, che punisce sia il commerciante sia l'acquirente. Nei casi dubbi, prima di acquistare il prodotto rivolgersi alla più vicina Stazione dei Carabinieri o telefonare al 112.
  8. E naturalmente, non lasciare che i bambini accendano da soli i fuochi d'artificio.

Ordinanze e divieti contro i botti di Capodanno nelle città

Considerati gli altissimi rischi dei botti di Capodanno, tantissime città italiane hanno redatto specifiche ordinanze volte a regolamentare l’uso di petardi e fuochi artificiali. Vediamone alcune qui di seguito:

  • Milano: quest'anno non ci sarà alcuna ordinanza per vietare i fuochi d'artificio. A settembre infatti il Tar ha accolto le richieste dei commercianti venditori di fuochi d’artificio, che protestavano contro i provvedimenti presi dall’amministrazione Sala per favorire la qualità dell’aria votati nel 2020. "In attuazione delle sentenze Tar Lombardia n. 2033/2022 e n. 2034/2022, il divieto di accensione di fuochi d’artificio, compresi i petardi, mortaretti e artifici esplodenti in genere, di cui all’art. 10 del regolamento per la qualità dell’aria avente ad oggetto 'Combustioni all’aperto' è annullato" si legge sul sito del Comune. Il Comune di Milano quindi non potrà emanare alcuna ordinanza né divieto.
  • Bologna: è stata emanata un'ordinanza che stabilisce il divieto di scoppi di petardi dal 24 dicembre 2022 al 7 gennaio 2023, con l’obiettivo di tutelare l’incolumità dei cittadini e di impedire il verificarsi di episodi pericolosi. Dalle 12 di oggi, 24 dicembre 2022, fino alle 7 del 7 gennaio 2023 quindi, l’Amministrazione comunale dispone il divieto ai detentori di materiale pirotecnico di far scoppiare petardi, mortaretti e fuochi pirotecnici in luogo pubblico o di uso pubblico, nonché nei luoghi privati da cui possano essere raggiunti o interessati spazi adibiti a uso pubblico.
  • Torino: sono arrivate raccomandazioni da parte dell’amministrazione comunale contro i fuochi artificiali. In una nota infatti il Comune ha ricordato che i botti sono pericolosi e causano disagio a persone e animali: "I giorni delle festività natalizie e il Capodanno sono stati spesso accompagnati da incidenti causati dall'utilizzo di fuochi pirotecnici, botti e petardi che hanno avuto conseguenze anche tragiche" si legge nella nota. "Con l'obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza sui temi della sicurezza e della tutela della salute delle persone, degli animali e dell'ambiente la Città di Torino ricorda che sul territorio cittadino è tassativamente vietato far esplodere botti e petardi di qualsiasi tipo". Per chi non si atterrà alle regole sono previste sanzioni che vanno da un minimo di 50 a un massimo di 500 euro.
  • Roma: nella Capitale botti e fuochi d’artificio privati sono vietati da anni durante la notte di Capodanno, a causa dei comprovati rischi su persone e animali, oltre che per l'emissione di inquinanti nell'ambiente, in contrasto con i provvedimenti adottati dalla città per la riduzione delle emissioni di polveri sottili PM10 e biossido di azoto.
  • Palermo: negli anni sono sempre stati sottolineati i rischi e il fastidio che botti e petardi provocano nelle fasce più sensibili e fragili della popolazione e negli animali da compagnia emanando ordinanze per l’accensione e il lancio di fuochi d'artificio, mortaretti, petardi, bombette e oggetti similari.
  • Bari: qui il sindaco Antonio Decaro ha emanato due ordinanze relative al divieto di vendita, in forma ambulante e non, di alcune categorie di fuochi d’artificio e alla tutela della sicurezza urbana, con il divieto di alcuni comportamenti potenzialmente pericolosi in occasione delle festività. "La prima ordinanza vieta la vendita, in forma ambulante e non, a far data da venerdì 23 dicembre, e fino a tutto il 1° gennaio, di fuochi d’artificio ascrivibili alla categoria F2 e F3 (di cui all’articolo 3 del Decreto Legislativo 29 luglio 2015, n. 123) e dei cosiddetti 'fuochi di libera vendita' o 'declassificati' che abbiano effetto, semplice o in combinazione con altri, di scoppio, crepitante e fischiante (tipo raudi o petardi, petardi flash, petardo saltellante, sbruffo, mini razzetto, razzo, candela romana, tubi di lancio, loro batterie e combinazioni ecc.) con esclusione dei prodotti del tipo petardini da ballo della categoria F1, fontane, bengala, bottigliette a strappo lancia coriandoli, fontane per torte, bacchette scintillanti e simili, trottole, girandole e palle luminose" si legge sul sito del Comune."È vietato, inoltre, l’utilizzo, al di fuori degli spettacoli autorizzati di professionisti, di ogni tipo di fuoco d’artificio, benché di libera vendita, in luogo pubblico e anche in luogo privato dove possano verificarsi ricadute degli effetti pirotecnici su luoghi pubblici o su luoghi privati appartenenti a terzi non consenzienti a partire dalle ore 20 del 31 dicembre 2022 e fino alle 7 del 1° gennaio 2023".
  • Napoli: in tema di prevenzione e lotta ai fuochi d’artificio illegali, è in corso l’operazione "Natale Sicuro". La Guardia di Finanza ha sequestrato infatti circa un milione e 600mila botti illegali tra Napoli e la provincia, più precisamente a Pozzuoli e a Palma Campania, per oltre 10 tonnellate di materiale pirotecnico. Sette persone sono state denunciate.

Come difendere i propri animali domestici dai botti di Capodanno

Se per qualsiasi persona Capodanno è un momento di vera festa, per qualsiasi animale domestico, invece, rappresenta un incubo soprattutto durante la continua esplosione in cielo dei fuochi d’artificio. Considerando tale evenienza, quindi, nella notte di San Silvestro, chiunque avesse un cane, un gatto o qualsiasi altro animale in casa, è chiamato a prendere le dovute precauzioni.

Ecco alcuni consigli:

  • Non lasciarlo solo: di solito è lui a farti compagnia, ma questa volta tocca a te. Stai in casa con il tuo animale domestico, così che la tua presenza lo rassicuri
  • Resta calmo: il tuo animale domestico ti guarda e reagisce di conseguenza, perciò mostra un comportamento tranquillo e sereno
  • Chiudi finestre e tapparelle per minimizzare il rumore e le luci che arrivano dall’esterno
  • Copri il rumore dei botti: ad esempio alzando il volume della radio o della tv
  • Non legarlo mai
  • Distrailo con giochi e odori familiari: divertitevi insieme e concedigli un po’ del suo snack preferito in più
  • Guarda a che ora cominciano i fuochi d’artificio e regolati di conseguenza: se si tratta di un evento organizzato o di qualcosa che arriva puntuale come la mezzanotte di Capodanno, sai già quando ci saranno i botti e quindi evita il giro per la consueta passeggiata in quegli orari
  • Lascia che si nasconda: potresti aver già notato che in situazioni di tensione cerca un rifugio dentro casa. Portati avanti e preparane uno tu stesso, ad esempio usando i cuscini, un trasportino, una scatola di cartone. Non forzarlo a uscire neanche quando i botti sono finiti
  • Non sgridarlo, ma non compiacerlo: se ha paura, mostrando tremori e altri sintomi, non prenderlo di petto intimando che non c’è niente di cui essere spaventati, ma parlagli dolcemente. Allo stesso modo, non fare troppe moine e carezze, perché potrebbe indugiare nel comportamento
  • Chiedi consiglio al veterinario: farà le valutazioni mediche del caso.

Seguici sui nostri canali