Attualità
INTERVENTO STRAORDINARIO

Bambina nata con il cuore a destra, dieci ore di intervento per metterlo al "posto giusto"

La bambina aveva una malformazione rarissima causata da una forma congenita di cardiopatia. La soddisfazione del medico che l'ha operata.

Bambina nata con il cuore a destra, dieci ore di intervento per metterlo al "posto giusto"
Attualità 02 Settembre 2022 ore 11:14

Una storia che riempie il cuore. In tutti i sensi. Un viaggio della speranza, dalla Moldavia all’Italia per salvare il suo cuore "un po' particolare".

Una vicenda impreziosita, con un sospiro di sollievo da parte di tutti, dal più classico lieto fine grazie alle competenze professionali e all'umanità dei medici e di tutti gli operatori sanitari.

La bambina nata con il cuore a destra, maxi operazione per rimetterlo a posto

E' la storia di Nicoleta, una bambina di 10 anni, arrivata da Chisinau in Moldavia per curare una malformazione non certo comune: una diagnosi di una malformazione rarissima, il cuore a destra, a causa di una forma di cardiopatia congenita.

Ecco allora che in questa estate si è concretizzato il viaggio della speranza attraverso una cooperazione sanitaria internazionale.

Il viaggio della speranza: dalla Moldavia all'Italia

Niculeta è così arrivata a luglio all’ospedale del Cuore di Massa della Fondazione Monasterio. Dopo aver esaminato tutte le cartelle cliniche e gli esami cui si era sottoposta e averla incontrata di persona, i medici dell’ospedale hanno deciso di sottoporre la bambina a un lungo e delicato intervento chirurgico.

Tanto che l'operazione durata dieci ore è stata classificata, per complessità e rischio di mortalità, al livello più alto secondo la classificazione della “Society of Thoracic Surgeons”.

Un intervento complesso come spesso la nostra sanità è protagonista.

Operazione riuscita, una nuova vita per Niculeta

Al termine dell'intervento i controlli hanno certificato il lieto fine. La risonanza magnetica cardiaca post operatoria e tutti gli altri accertamenti condotti dall'equipe medica dell'ospedale hanno dimostrato che il cuore della bambina è stato corretto al 97%: Nicoleta potrà dunque condurre una vita normale.

L’operazione è stata condotta dal dottor Vitali Pak, appena nominato alla guida della cardiochirurgia pediatrica dell’ospedale massese.

Proprio il responsabile del reparto ha commentato soddisfatto:

"Tre erano principalmente le difficoltà dell’intervento: la rara cardiopatia congenita, la morfologia del cuore a destra, e il fatto di dover intervenire su un cuore che già aveva subito un’operazione, elemento che, quindi, aggravava il rischio operatorio. Bisogna avere coraggio, e credere nell’équipe: e io ci credo, nei singoli, come medici e come persone, e nel gruppo".

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter