Da Prima Milano

Anziana signora milanese lascia la sua eredità di 328mila euro al canile

La delibera di giunta comunale ha confermato l'impegno dell'amministrazione a rispettare pienamente la volontà della benefattrice

Anziana signora milanese lascia la sua eredità di 328mila euro al canile
Pubblicato:
Aggiornato:

Un'eredità consistente: 328.352 euro. La protagonista di questa vicenda, un'anziana signora milanese, non ha avuto dubbi: tutti da destinare al canile e gattile comunale di Milano. La delibera di giunta comunale ha confermato che verrà rispettata pienamente la volontà della benefattrice.

Lascia in eredita 328mila euro al canile di Milano

In un gesto estremo di amore per gli animali, una signora milanese deceduta il 4 novembre 2023, ha lasciato 328.352 euro al canile e gattile comunale di Milano in via Aquila. Si tratta del 90 per cento del suo patrimonio. Come racconta Prima Milano, la notizia ha toccato profondamente la comunità locale.

Al momento, il canile ospita 150 cani. Molti di loro appartengono a razze più difficili da gestire, considerate pericolose. Per questo, la loro adozione è più complessa. Un rappresentante della struttura ha spiegato che la maggior parte di questi animali passerà probabilmente la vita nel canile.

Le parole dell'assessora Elena Grandi

L'assessora all'Ambiente e Verde Pubblico Elena Grandi ha espresso la sua gratitudine e commozione per il lascito. Ha sottolineato come questo gesto rappresenti non solo una bellezza estrema ma anche una boccata d’ossigeno per il canile che ha numerosi progetti in cantiere. Grandi ha evidenziato che avere delle risorse in più permetterà di fornire più servizi e con una qualità più alta. Grazie alla generosa donazione, la struttura potrà migliorare significativamente le condizioni di vita di questi cani offrendo loro cure migliori e spazi più adeguati.

Assessora Elena Grandi

La delibera di giunta comunale ha confermato l'impegno dell'amministrazione a rispettare pienamente la volontà della benefattrice destinando l'intera somma al canile municipale. Questo gesto di solidarietà allevia non solo le difficoltà finanziarie del canile ma rappresenta anche un esempio commovente di amore per gli animali. L'assessora ha sottolineato, in conclusione, l'importanza di tali donazioni per l'intera comunità evidenziando come possano migliorare la vita degli animali e sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza della cura e della protezione degli animali. Il lascito della signora milanese ha già iniziato a ispirare altre persone a considerare donazioni simili.

Una caso analogo

Effettivamente non è la prima volta che qualcuno sceglie gli animali al posto degli umani. Ancor più scalpore fece la decisione di una signora milionaria cinese, resa nota dai media di Shangai nel gennaio 2024, che decise di cambiare il testamento, togliendo dall'elenco degli eredi i suoi tre figli e lasciando tutto a una clinica veterinaria, nominata amministratrice del suo patrimonio da 20 milioni di yuan, più o meno due milioni e mezzo di euro.

Eredità agli animali d'affezione

Il perché è presto detto (e facilmente intuibile): la donna ha modificato le sue volontà redatte anni fa (in un testamento in cui lasciava l'eredità ai figli) perché da quando si è ammalata nessuno dei tre si sarebbe preso cura di lei. E raramente si farebbero sentire pure al telefono. I suoi animali, invece, non l'hanno mai abbandonata e dunque ha deciso di lasciare tutto a loro. O meglio, a una clinica veterinaria amministratrice della sua eredità e responsabile della cura dei suoi animali (e degli eventuali cuccioli che potrebbero avere in futuro).

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali