Top News
Gli ultimi dettagli

Immunità di gregge a settembre: Regioni "allineate" al piano vaccini

Stop ad Astrazeneca e Johnson & Johnson per gli under 60 e richiamo mix con Pfizer o Moderna a chi ha già ricevuto la prima dose del siero anglo-svedese.

Immunità di gregge a settembre: Regioni "allineate" al piano vaccini
Top News 16 Giugno 2021 ore 11:05

Dopo le rassicurazioni da parte del Governo e del generale Figliuolo, le Regioni si allineano alle indicazioni del ministero della Salute: Astrazeneca verrà somministrato solo agli over 60, mentre per i soggetti sotto i 60 anni che hanno già ricevuto la prima dose del vaccino anglo-svedese, sarà previsto un richiamo con un vaccino a mRNA (Pfizer o Moderna).

IL VIDEO:

Le Regioni si riallineano

"Il piano vaccinale resta sostenibile".

Sono queste le parole del commissario straordinario all'emergenza Covid-19, Francesco Figliuolo, dopo i cambiamenti messi in atto alla campagna vaccinale in Italia. Modifiche rese necessarie alla luce degli ultimi tragici eventi e che hanno fatto storcere il naso a tanti governatori regionali, i quali, alla fine, hanno deciso di allinearsi alle nuove indicazioni dopo aver ricevuto le rassicurazioni del caso dalle principali autorità sanitarie.

Anche il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ultimo baluardo di opposizione dopo le forti contrarietà espresse negli ultimi giorni, ha scelto di uniformarsi a quanto stabilito dal ministero della Salute circa la nuova programmazione del piano vaccinale: stop ad Astrazeneca e Johnson & Johnson per gli under 60 e richiamo mix con Pfizer o Moderna a chi ha già ricevuto la prima dose del siero anglo-svedese.

Vincenzo De Luca, governatore della Campania

Raggiungere l'immunità di gregge per la fine di settembre

Cambiamenti in corsa al piano vaccinale saranno ancora previsti qualora il commissario Figliuolo decida di mettere mano alle riserve strategiche dei vaccini, oltre 600mila dosi raccolte a Pratica di Mare, da redistribuire alle Regioni. Un provvedimento che punta dritto al raggiungimento dell'immunità di gregge verso la fine di settembre, obiettivo posto in essere dal Governo e che si cercherà di ottenere anche valutando la richiesta di un anticipo di parte delle consegne di Pfizer e Moderna previste per il terzo trimestre. Nel corso della giornata di giovedì, 17 giugno 2021, i governatori si riuniranno per fare una valutazione più dettagliata sulle necessità da portare avanti.

Chiusa quest'ultima questione, ora, rischia di aprirsene un'altra relativa alle somministrazioni del vaccino anti-Covid nelle farmacie. Qui, come da indicazione ministeriale, è prevista l'inoculazione di Johnson & Johnson, l'unico altro vaccino a vettore virale, per il quale c'è solo una raccomandazione: utilizzarlo per gli over 60.